Una telefonata, un messaggio, delle scuse: come un arresto per aborto e un’accusa di omicidio abbandonata da allora hanno scosso una città del Texas

Il telefono di Calixtro Villarreal ha squillato sabato pomeriggio, circa 48 ore dopo che la sua cliente, Lizelle Herrera, è stata arrestata e accusata di omicidio, per quello che le autorità locali hanno affermato essere un “aborto autoindotto”.

Era Gocha Ramirez, il procuratore distrettuale di Starr County, Texas, una remota area al confine con il Messico. Herrera non avrebbe mai dovuto essere accusato, ha detto Ramirez all’avvocato, secondo una persona a conoscenza della situazione, che ha parlato a condizione di anonimato per descrivere interazioni private.

Il procuratore distrettuale ha ribadito quel sentimento in un messaggio che ha inviato il giorno successivo a un conoscente. “Mi dispiace così tanto”, ha scritto nel messaggio, che è stato recensito dal Washington Post. “Vi assicuro che non ho mai avuto intenzione di fare del male a questa signorina.”

Donna del Texas accusata di omicidio dopo l’aborto

Ramirez si è trasferito a lascia cadere tutte le accuse domenica. Non ha risposto alle richieste di commento, né Herrera. Il Villarreal ha rifiutato di commentare più volte.

Difensori dei diritti dell’aborto in Texas e in tutto il paese hanno sequestrato l’arresto di Herrera poco dopo che è stata presa in custodia giovedì, preoccupati che potesse essere collegato a una nuova legge del Texas che vieta la maggior parte degli aborti e, peggio, ha indicato un futuro inquietante in cui le donne che cercano di terminare le loro gravidanze sono trattati come criminali.

Tuttavia, le interviste con diverse persone nella comunità del sud del Texas che seguono da vicino la situazione, così come le dichiarazioni dei leader del movimento antiabortista del Texas, suggeriscono che questo non faceva parte di una strategia antiaborto più ampia, ma invece un errore frettoloso di un democratico al primo mandato procuratore distrettuale.

Tuttavia, l’arresto di Herrera potrebbe infiammare una crescente lotta stato per stato per l’aborto. La battaglia si è intensificata portando a una decisione della Corte Suprema quest’estate che potrebbe ribaltarsi o indebolirsi notevolmente capriolo v. guadare, il precedente storico che da quasi 50 anni tutela il diritto all’aborto. Dalla dichiarazione del procuratore distrettuale secondo cui è stato un ospedale a denunciare Herrera alle forze dell’ordine, il suo caso ha suscitato forti preoccupazioni da parte degli attivisti per i diritti dell’aborto, che temono che potenziali violazioni della privacy dei pazienti possano instillare maggiore paura nelle donne che cercano di accedere all’aborto legale.

“C’è già un così grande grado di sfiducia e paura intorno all’aborto”, specialmente in Texas, ha affermato Blair Cushing, un fornitore di aborti nel sud del Texas.

La legge del Texas esonera esplicitamente una donna dall’accusa di omicidio per aver interrotto la gravidanza. Mentre molti dei dettagli del caso di Herrera rimangono poco chiari, anche i fedeli attivisti antiabortisti hanno condannato il suo arresto. Texas Right to Life, l’organizzazione che ha contribuito a redigere il divieto di aborto in Texas, ha affermato che la sua incriminazione è stata una sorpresa.

“Il Texas Heartbeat Act e altre politiche pro-vita nello stato vietano chiaramente le accuse penali per le donne incinte”, ha affermato John Seago, direttore legislativo del gruppo, riferendosi alla legge del Texas che consente ai privati ​​​​cittadini di citare in giudizio chiunque aiuti a facilitare un aborto dopo sei settimane di gravidanza. “Il Texas Right to Life si oppone ai pubblici ministeri che escono dai limiti delle politiche prudenti e accuratamente elaborate del Texas”.

Un rifugio per i pazienti del Texas, le cliniche dell’Oklahoma si preparano al divieto di aborto

Cushing ha detto che vede ogni giorno pazienti che acquistano pillole in Messico per un aborto farmacologico – una procedura in due fasi che coinvolge mifepristone e misoprostolo – quindi vengono alla sua clinica per un controllo. Dopo aver sentito che una donna nella loro regione è stata accusata di omicidio per aborto, Cushing ha detto che si aspetta che i pazienti possano cercare di nascondere i dettagli della loro situazione, o potrebbero non venire da lei affatto.

In una dichiarazione rilasciata domenica, Ramirez ha riconosciuto che gli eventi che circondano l’incidente avevano chiaramente “messo a dura prova” Herrera e la sua famiglia.

“Ignorare questo fatto sarebbe miope”, ha detto.

Un ospedale ha portato il caso all’attenzione dell’ufficio dello sceriffo, secondo la dichiarazione di Ramirez. Rene “Orta” Fuentes, 61 anni, diventato sceriffo nel 2008 dopo aver trascorso quasi tre decenni nel dipartimento, non ha risposto a una richiesta di commento.

Ross Barrera, un organizzatore di comunità ed ex presidente del Partito Repubblicano della contea di Starr, ha affermato che l’aborto è raramente discusso nei forum pubblici nella contea fortemente democratica. Ha descritto Ramirez come un “democratico irriducibile” e ha detto di aver semplicemente commesso un passo falso nel caso Herrera.

“Penso che il suo ufficio abbia appena fallito nel svolgere il proprio lavoro”, ha detto. “Vorrei mettere mano sulla Bibbia e dire che questa non era una dichiarazione politica”.

Ramirez è stato ampiamente favorevole ai candidati democratici. Ha sostenuto il biglietto presidenziale democratico nel 2020 sui social media. Ha contribuito al candidato governatore democratico Beto O’Rourke l’anno scorso, al candidato governatore democratico Wendy Davis nel 2014 e alla prima campagna presidenziale del democratico Barack Obama nel 2008, secondo i registri della campagna statale e federale.

La contea di Starr, nel cuore della Rio Grande Valley, a predominanza ispanica del Texas, è una regione prevalentemente rurale costellata di piccole città. I residenti di Rio Grande City, il capoluogo della contea, acquistano la spesa in un unico supermercato HEB. Le persone si radunano in chiesa o nei loro cortili per la carne asada, secondo la persona a conoscenza della situazione che coinvolge Herrera. Da quando un Panda Express è stato aperto di recente, ha aggiunto questa persona, è stato “di gran moda”.

Mentre le persone nella contea di Starr tendono a votare per i democratici su e giù per il biglietto, molti sono socialmente conservatori, in particolare quando si tratta di aborto. La regione è satura di fedeli cattolici che ancora alzano un sopracciglio per discutere di chi è rimasta incinta “fuori dal matrimonio”, ha detto la persona che conosce la situazione.

Pochi dettagli sono noti pubblicamente su Herrera, la donna di 26 anni al centro di un incidente che ha attirato l’attenzione nazionale. È stata rilasciata dalla custodia della polizia dopo gli sforzi di mobilitazione guidati da gruppi per i diritti dell’aborto guidati da donne di colore.

Suo marito, Ismael Herrera, ha presentato una richiesta di divorzio il 7 aprile, lo stesso giorno del suo arresto, secondo i documenti del tribunale. Si sono sposati nel 2015, quando lei aveva 19 anni, e hanno smesso di vivere insieme intorno a gennaio. 1, secondo gli atti. La separazione è avvenuta meno di una settimana prima dell'”aborto autoindotto” descritto nel suo atto d’accusa. La coppia ha due figli, secondo i registri.

L’avvocato che ha presentato l’istanza, Judith Solis, non ha risposto alle richieste di commento.

Anche Ismael Herrera non è stato raggiunto da The Post. Lunedì ha parlato brevemente in spagnolo con un giornalista della televisione locale, dicendo: “Ascolta adesso, non ho parole. … Era un suono. Un ragazzo.”

Ramirez, il procuratore distrettuale di 68 anni, ha vinto le primarie democratiche nel 2020 e non ha affrontato uno sfidante repubblicano alle elezioni generali. Gran parte della sua campagna si è concentrata sulla difesa dei bambini. Il 1° aprile, una settimana prima dell’arresto di Herrera, il suo ufficio ha pubblicato un messaggio su Facebook in cui dichiarava il “Mese di sensibilizzazione e prevenzione degli abusi sui minori” nel 229° distretto giudiziario.

All’interno della comunità legale della contea di Starr, la decisione di Ramirez di portare il caso è ampiamente vista come “grave negligenza”, ha affermato un avvocato della comunità, che come altri intervistati per questa storia, ha parlato a condizione di anonimato per discutere apertamente di argomenti delicati.

Quando Abner Burnett, uno dei difensori pubblici della contea di Starr, ha sentito parlare per la prima volta dell’arresto, era confuso su quale statuto potesse essere utilizzato dall’ufficio del procuratore distrettuale, perché il codice penale del Texas esenta chiaramente una donna incinta da questo tipo di accusa di omicidio.

“All’inizio ho pensato che forse qualcuno mi avesse fatto scivolare un nuovo statuto e lo stessero provando”, ha detto Burnett.

I difensori legali della comunità nazionale per i diritti dell’aborto si sono precipitati a offrire supporto finanziario e legale a Herrera durante il fine settimana, secondo la persona che ha familiarità con la situazione. Ma Herrera e la sua famiglia hanno deciso di trattenere Villarreal, un avvocato di 54 anni noto per aver citato le Scritture.

Il sito web del suo studio legale lo descrive come “un’organizzazione basata sui cristiani che crede negli insegnamenti del Signore e nell’impatto che solo Gesù Cristo può avere sugli individui. Il sito web aggiunge: “Con questo in mente, la nostra intenzione è usare la nostra saggezza ed esperienza che il Signore ha fornito per servire i nostri clienti con il massimo rispetto e cura. È un onore servire i nostri clienti, perché è un servizio a Dio”.

In una piccola comunità legale in cui la maggior parte degli avvocati si conosce, gli atti giudiziari mostrano 19 casi federali in cui Villarreal e Ramirez rappresentavano coimputati. Villarreal ha dichiarato pubblicamente il suo sostegno a Ramirez in due post su Facebook che hanno portato alla sua elezione nel marzo 2020.

“Sono amici”, ha detto una persona vicina alla situazione. “Tornano indietro nel tempo”.

Molti difensori dei diritti dell’aborto in tutto il paese hanno chiesto una causa contro Ramirez e altri responsabili dell’arresto di Herrera. Anche i praticanti locali della contea di Starr hanno segnalato il loro sostegno all’azione legale.

Se Burnett, il difensore d’ufficio, fosse nella posizione del Villarreal, ha detto, avrebbe citato in giudizio la contea per quello che ha fatto a Herrera “in un minuto”.

“È sbagliato, non solo l’hanno arrestata e accusata di un crimine che non esisteva, ma l’hanno anche esposta a una sorta di luce pubblica che non meritava”, ha detto Burnett. “Avrebbero dovuto essere molto più attenti prima di farlo.”

Non appena Cushing, il fornitore di aborti, ha appreso la notizia di Herrera, ha detto di aver subito pensato alle donne che vede nella Valle del Rio Grande.

Quando i suoi pazienti vanno in Messico per le pillole abortive, spesso ricevono istruzioni errate su come prenderle, ha detto Cushing. A volte il falso regime non riesce a interrompere la gravidanza, ha detto, e occasionalmente potrebbe mettere a rischio la salute di una paziente.

Cushing ha lavorato duramente per guadagnare la fiducia di quei pazienti, ha detto. Adesso, ha aggiunto, dovrà lavorare ancora di più.

Leave a Comment