Un bambino di 9 anni muore dopo essere stato colpito da un colpo di pistola dalla vittima di una rapina a Houston

Una ragazza del Texas di 9 anni è morta dopo essere stata colpita accidentalmente da una vittima di una rapina che ha aperto il fuoco sul suo aggressore a un bancomat, ha detto la polizia.

La ragazza, Arlene Alvarez, è stata colpita alla testa lunedì tardi quando Tony Earls, 41 anni, ha aperto il fuoco su un sospetto che ha rapinato lui e sua moglie sotto la minaccia di una pistola al bancomat di una banca, ha detto la polizia di Houston.

“Earls ha sparato prima al sospetto di rapina, che stava scappando a piedi, e poi a un camioncino ha pensato che il sospetto di rapina fosse entrato”, ha detto la polizia in una dichiarazione.

Ma una famiglia di cinque persone era all’interno del camion, dove Arlene era seduta sul sedile posteriore. La giovane, che era stata messa in vita dopo la sparatoria, è morta martedì per le ferite riportate.

“È pazzesco come la vita possa cambiare in un batter d’occhio… non importa quanto pensiamo di essere pronti. Non lo siamo mai”, ha scritto su Facebook il padre di Arlene, Armando Alvarez. “Ho finito per lavorare fino a tardi oggi e avrei potuto prendermi un giorno libero per passare la giornata con te. Il mio bambino non c’è più”.

Alvarez ha notato in un post successivo che Earls, che è stato accusato di aggressione aggravata che ha causato gravi lesioni personali, è stato tenuto prigioniero dopo la sparatoria. È rimasto in custodia mercoledì con una cauzione di $ 100.000, mostrano i documenti online. Non è chiaro se Earls abbia assunto un avvocato che potrebbe commentare a suo nome.

Arlene Alvarez è stata colpita alla testa quando Tony Earls ha aperto il fuoco su un sospetto che ha rapinato lui e sua moglie sotto la minaccia delle armi.
Famiglia Alvarez

“Mia figlia se n’è andata e il ragazzo si è legato”, ha scritto Alvarez insieme a una foto di Arlene in un letto d’ospedale.

Mercoledì si terrà una veglia presso la banca Chase dove si è verificata la tragica sparatoria, ha detto Alvarez.

Il padre con il cuore spezzato ha detto ai giornalisti fuori da un ospedale che Arlene indossava le cuffie quando sono risuonati gli spari e non l’ha sentito dire alla sua famiglia di scendere, ha riferito KPRC.

Tony Earls.
Tony Earls ha sparato al sospetto di rapina in fuga a piedi, e poi a un camioncino ha pensato che il sospetto fosse entrato.
Dipartimento di Polizia di Houston

“Sapevo cosa era successo”, ha detto Alvarez. “Ho visto del sangue. Ho già visto il proiettile nella finestra. Ho accostato e ho provato a voltarmi e quando mi sono voltato, [the shooter] era andato. Stavo per inseguirlo, ma l’altro mio figlioletto era ancora con noi. Il mio primo istinto è stato quello di afferrare Arlene”.

La madre di Arlene, Gwen Alvarez, ha detto che si era “persa” senza sua figlia mentre si lamentava di non aver urlato più forte all’interno del camion per convincerla a abbassarsi.

“NON sapevo che indossasse i suoi auricolari”, ha scritto in un post su Facebook all’inizio di mercoledì. “OMG VOGLIO FOSSE TUTTO UN SOGNO MA NON È, È F-KING REALE! HO BISOGNO DI TERAPIA PERCHÉ LA MIA LUCE SI È ABBASSATA!”

La morte della ragazza è stata annunciato martedì dalla polizia di Houston poco dopo l’accusa di Earls. Un portavoce dell’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Harris ha detto che i pubblici ministeri potrebbero prendere in considerazione la possibilità di aggiornare l’accusa che deve affrontare.

“I nostri cuori vanno alla famiglia Alvarez”, ha detto il portavoce Dan Schiller all’Associated Press. “Analizzeremo tutte le prove, applicheremo la legge e determineremo quali accuse sono appropriate”.

La polizia ha detto che Earls non sapeva di aver sparato alla ragazza fino a quando non è tornato a casa per denunciare la rapina, ha riferito KPRC.

Arlene Alvarez.
Arlene Alvarez era stata messa in vita dopo la sparatoria, ma è morta per le ferite riportate.
Famiglia Alvarez

La polizia di Houston stava ancora cercando il sospetto di rapina all’inizio di mercoledì. Chiunque abbia informazioni sulla sparatoria dovrebbe chiamare gli investigatori della omicidi al numero (713) 308-3600.

La sparatoria mortale è avvenuta appena sei giorni dopo che una bambina di Houston di 9 anni, Ashanti Grant, è stata colpita alla testa in un sospetto attacco di rabbia stradale. I funzionari della città hanno annunciato lunedì una ricompensa di $ 30.000 per informazioni che porteranno all’arresto del caso poiché Ashanti continua a lottare per la sua vita in condizioni critiche.

.

Leave a Comment