Tyson Fury mantiene il titolo dei pesi massimi WBC dopo aver battuto Dillian Whyte per KO tecnico

È stata una vera lezione di boxe di Fury, che ha ulteriormente consolidato il suo posto in cima alla divisione dei pesi massimi di questa generazione.

Whyte è entrato nella lotta con serie aspirazioni di prendere la cintura WBC da Fury, ma è stato surclassato e surclassato dalla campana di apertura in quello che è stato uno degli incontri dei pesi massimi più attesi nella storia recente.

“Ehi [Whyte] non ha combattuto contro il campione del mondo stasera”, ha detto Fury nella sua conferenza stampa post-partita. “Non sono il campione del mondo, sono una leggenda in questo gioco. Non puoi negarlo, sono il miglior peso massimo che ci sia mai stato”.

I 94.000 biglietti sono andati esauriti in poche ore e hanno stabilito il record di tutti i tempi per la più alta partecipazione a un incontro di boxe in Europa e il più grande a livello mondiale del 21° secolo.

Lo stadio di Wembley era più di tre quarti e due ore piene prima che Fury e Whyte avrebbero dovuto fare le loro passeggiate sul ring, forse non sorprende dato che alcuni fan avevano pagato circa £ 2.000 ($ 2570) per i posti più premium.

Con entrambi i combattenti provenienti dal Regno Unito – Fury da Manchester e Whyte da Londra – sono stati entrambi trattati con un’accoglienza chiassosa quando sono apparsi per la prima volta sui grandi schermi, con Fury che ha battuto di poco Whyte sul metro Decibel.

Grazie al suo carattere più grande della vita e all’incredibile abilità tecnica, Fury vanta un magnetismo unico ed è straordinariamente popolare tra gli appassionati di boxe britannici, ma la grinta e la determinazione di Whyte durante quella che a volte è stata una carriera sulle montagne russe lo hanno molto amato al pubblico.

Questo colpo al titolo dei pesi massimi WBC era stato tanto atteso e molti pensavano che fosse atteso da tempo.

La costruzione della lotta era stata insolitamente amichevole per gli standard della divisione dei pesi massimi, con entrambi gli uomini che chiaramente si rispettavano l’uno per l’altro.

La coppia ha condiviso una serie di momenti comici durante la settimana di combattimento, in particolare quando hanno gareggiato in un ballo durante il peso.

Fury ha anche suscitato una risata dai media riuniti durante la conferenza stampa di mercoledì quando ha afferrato scherzosamente Whyte durante l’ingaggio.

‘Guerra’ sul ring

Come previsto, però, ogni sottigliezza svanì quando suonò la prima campana; Fury aveva promesso ai fan “una vera guerra” sul ring ed è stata sicuramente una promessa che ha mantenuto.

Con il campione in carica che vantava l’abilità superiore se la lotta fosse andata lontano e fosse stata decisa in base ai punti, Whyte sapeva che il suo unico colpo realistico per rivendicare il titolo era quello di eliminare Fury, quindi comprensibilmente ha iniziato con il piede anteriore.

Daniel Kinahan: presunto capo di

Dopo un tentativo di apertura, Whyte è uscito oscillando all’inizio del secondo con un enorme gancio destro che Fury ha evitato elegantemente, attirando il primo ‘ooh’ dalla folla.

Mentre il terzo round volgeva al termine, Fury ha sferrato due colpi su Whyte e si è dato un cenno di approvazione.

Entro il quarto, le sottigliezze erano davvero finite. Whyte sembrava arrabbiato con Fury per un apparente uso della testa, portando l’arbitro Mark Lyson a parlare severo con entrambi gli uomini nei rispettivi angoli.

Lo scontro ha iniettato un po ‘di animosità nella lotta, poiché Lyson ha dovuto ancora una volta separare i combattenti dopo che si sono sferrati numerosi pugni l’uno sull’altro mentre si chiudevano in un angolo.

Per una frazione di secondo, Whyte sembrò che avrebbe scelto Fury dopo che il campanello era suonato, apparentemente scontento di quello che inizialmente pensava fosse un colpo in ritardo.

Whyte fatica ad alzarsi in piedi dopo che Fury ha atterrato il montante finale.

Tale era la tensione crescente, l’arbitro è stato costretto a riunire i combattenti nel mezzo del ring prima dell’inizio del quinto round.

La folla all’interno di Wembley si è alzata in piedi dopo che Fury ha sferrato per la prima volta un colpo al corpo di Whyte, prima di far barcollare il suo avversario per la prima volta con un colpo alla testa.

Whyte ha iniziato a sembrare sempre più disperato con il passare del sesto round, finendo alle corde dopo aver mirato a uno swing selvaggio che Fury ha evitato con facilità.

Fu l’inizio della fine per un Whyte chiaramente stanco.

Con la sua guardia mancante, Whyte camminò dritto su un tremante montante destro di Fury.

Le luci si sono spente all’istante per Whyte, che è caduto dritto sulla schiena come un grande albero abbattuto. Ha fatto bene a rimettersi in piedi, ma Lyson è stato costretto a interrompere il combattimento dopo che Whyte gli è passato barcollando.

Fury si fa strada sul ring prima della lotta per il titolo dei pesi massimi WBC.

Quale futuro per Fury?

Ora la domanda è: quale sarà il futuro di Fury? Il 33enne ha insistito numerose volte durante la settimana che si sarebbe ritirato dopo questo incontro, un’affermazione che il compagno di allenamento Joseph Parker ha definito “molto sincero”.

Fury ha detto nella sua intervista post-combattimento che questo era ora “tende” per la sua carriera di pugilato.

Resta da vedere se Fury manterrà la sua parola, ma questo è un combattente ancora al culmine dei suoi poteri e il pensiero di unificare i titoli dei pesi massimi deve rimanere una proposta allettante, anche per un uomo che ha ottenuto così tanto nello sport.

Dopo lo smantellamento di Anthony Joshua, l’ucraino Oleksandr Usyk ha il possesso delle altre cinture dei pesi massimi e una lotta tra Fury e uno di quei combattenti sarebbe uno scontro appetitoso per i fan di questo sport.

Con 94.000 fan che pendono da ogni sua parola e si uniscono alla sua interpretazione ormai caratteristica di “American Pie” di Don McLean, sarebbe sicuramente difficile per Fury dire di no a un’ultima notte sotto le luci.

.

Leave a Comment