Trump torna in Georgia per affrontare la prova della sua presa sul GOP

ATLANTA (AP) — Nella spinta di Donald Trump a rimodellare radicalmente il Partito Repubblicanopochi luoghi hanno una priorità più alta della Georgia.

L’ex presidente ha rilasciato attestazioni molto ambite in gare che vanno dal governatore al commissario assicurativo statale. La schiena della leggenda del calcio Herschel Walker essenzialmente ha aperto la strada alla nomina del partito per un seggio critico al Senato degli Stati Uniti.

Trump ha assunto un ruolo particolarmente attivo nel plasmare la corsa al governatore, reclutando l’ex sen. David Perdue sfiderà l’incumbent Brian Kemp come punizione per non aver accettato le bugie sul furto delle elezioni del 2020. E nel tentativo di aprire la strada a Perdue, Trump ha spinto un altro repubblicano in corsa: Vernon Jones — candidarsi invece al Congresso.

Trump torna in Georgia sabato sera per una manifestazione con Walker, Perdue, Jones e altri repubblicani che ha sostenuto in vista delle primarie dello stato del 24 maggio. La campagna sta emergendo come un primo test critico per verificare se l’ex presidente può essere all’altezza del suo ruolo dichiarato di kingmaker nel GOP.

“Penso che potrebbe essere l’inizio di, non voglio usare la parola caduta, ma potrebbe essere l’inizio della sua influenza in declino”, ha detto Eric Tanenblatt, ex capo di gabinetto dell’ex governatore repubblicano della Georgia. Sonny Perdue e un’ex raccolta fondi per David Perdue che sostiene Kemp alle primarie.

Ci sono segnali di allarme per Trump. Mentre Walker sta marciando verso le primarie con un’opposizione minima, le altre gare sono più complicate. Jones, ad esempio, sta ora gareggiando in un’affollata primaria del Congresso in cui nessuno può superare la soglia del 50% necessaria per evitare un ballottaggio.

Perdue, nel frattempo, potrebbe rappresentare una sfida ancora più importante per l’ex presidente. Ha lottato per raccogliere fondi e, in un sondaggio di Fox News pubblicato questo mese, ha seguito Kemp dal 50% al 39%. Se quella dinamica regge, Kemp sarebbe a breve distanza dalla vittoria assoluta delle primarie, scongiurando un ballottaggio.

Trump è stato ossessionato da questa roccaforte un tempo repubblicana sin dall’indomani della campagna del 2020, quando è diventato il primo candidato presidenziale del GOP a perdere lo stato in 28 anni. Potrebbe essere di nuovo centrale per il suo futuro politico se decidesse di candidarsi alla Casa Bianca nel 2024.

Ecco perché la sua attività nello stato è particolarmente degna di nota in quanto Trump sta essenzialmente radunando elettori dietro candidati che potrebbero continuare a svolgere ruoli critici nella certificazione delle elezioni future a cui partecipa. Ha già mostrato una straordinaria volontà di premere i funzionari per ribaltare risultati che non gli piacciono. Durante i suoi ultimi giorni in carica, Trump ha fatto pressioni sul Segretario di Stato della Georgia Brad Raffensperger affinché “trovasse” voti sufficienti per ribaltare la vittoria di Joe Bidenuna conversazione che ora è oggetto di un’indagine del gran giurì ad Atlanta.

I risultati in Georgia sono stati certificati dopo un trio di riconteggi, di cui uno in parte fatto a mano. Tutti hanno affermato la vittoria di Biden.

Altrove, funzionari elettorali federali e statali e lo stesso procuratore generale di Trump hanno affermato che non ci sono prove credibili che le elezioni siano state contaminate. Anche le accuse di frode dell’ex presidente sono state completamente respinte dai tribunalicompresi i giudici nominati da Trump.

Data la particolare attenzione dell’ex presidente per la Georgia, un inciampare qui potrebbe indebolire i suoi sforzi altrove per sostenere i candidati che hanno promesso fedeltà alla sua visione del GOP, dominato da menzogne ​​elettorali e scontri culturali su questioni legate alla razza e al genere. Alcuni di questi candidati stanno già lottando.

Trump ha revocato la sua approvazione del candidato primario del Senato repubblicano dell’Alabama in difficoltà Mo Brooks mercoledì. Si recherà nella Carolina del Nord il mese prossimo per cercare di aumentare la sua scelta nelle controverse primarie del Senato della Carolina del Nord, la Repubblica repubblicana degli Stati Uniti. Ted Budd, che è rimasto indietro nei sondaggi e nella raccolta fondi rispetto all’ex governatore. Pat McCrory. La scelta di Trump nelle primarie del GOP del Senato della Pennsylvania è stata annullata e Trump finora non si è schierato con un candidato nelle primarie del Senato del partito chiave ma incriminato in Ohio e Missouri.

Un portavoce di Trump non ha risposto alle domande, ma l’ex presidente, dicono gli alleati, è stato frustrato dal fallimento di Perdue nel guadagnare terreno. Sebbene Trump abbia messo in grande considerazione il suo record di sponsorizzazioni, finora si è rifiutato di aprire il suo libretto degli assegni, nonostante il suo PAC abbia aperto l’anno con $ 120 milioni.

Nel frattempo, alcuni dei principali antagonisti nazionali di Trump, tra cui Repubblicana Rep. Liz Cheney del Wyoming e il sen. Lisa Murkowski dell’Alaskanon si sono tirati indietro dal cercare la rielezione nonostante Trump abbia promesso per più di un anno che si sarebbe assicurato che fossero sconfitti.

Kemp, che sabato terrà il suo incontro con il Partito Repubblicano della Contea di Columbia nella periferia di Augusta, ha riferito di avere $ 12,7 milioni nel suo conto principale della campagna a gennaio. 31. Questo ha superato di gran lunga Perdue, che aveva a disposizione meno di $ 1 milione in contanti fino a gennaio.

Il governatore in carica ha promesso di fornire un investimento iniziale di almeno 4,2 milioni di dollari in spot televisivi prima delle primarie della Georgia. Altri detrattori di Trump stanno aumentando la spesa, incluso GOP 2.0, un super PAC fondato dal tenente governatore. Geoff Duncan, che non è in cerca di rielezione ma è stato fermamente criticato dall’ex presidente per la sua difesa dei risultati elettorali della Georgia del 2020.

Duncan, un repubblicano, ha detto che l’approvazione di Trump non è il “biglietto d’oro” di una volta, e il suo gruppo sta lanciando il suo primo spot televisivo di 30 secondi programmato per coincidere con la manifestazione dell’ex presidente. in esso, Duncan denuncia i politici “che preferirebbero parlare di teorie del complotto e perdite passate, lasciando che gli estremisti liberali ci portino nella direzione sbagliata”.

“Ti senti quasi male per David Perdue. Che (sta) uscendo dall’asse che Donald Trump ha messo là fuori per lui qui in Georgia”, ha detto Duncan in un’intervista. “Vedremo una manifestazione che confonderà ancora una volta i georgiani e chissà cosa dirà Donald Trump”, ha detto Duncan.

“È pronto a regolare i conti”, ha aggiunto Duncan, riferendosi a Trump, “e questo non è un modo per mantenere la leadership conservatrice al potere”.

Nonostante tali preoccupazioni, Trump non si tira indietro. Proprio questa settimana, ha dato il suo sostegno dietro il quasi sconosciuto John Gordon per sfidare il procuratore generale Chris Carr. Ha anche incoraggiato Patrick Witt a sfidare il commissario alle assicurazioni John King. Gli incumbent repubblicani sono i funzionari in tutto lo stato più strettamente allineati con Kemp, l’obiettivo principale dell’ira di Trump.

Randy Evans, l’ex ambasciatore di Trump in Lussemburgo, ha affermato che l’ex presidente che ha fatto così tante approvazioni su e giù per il ballottaggio della Georgia consentirà ai candidati preferiti di Trump di rafforzarsi a vicenda.

Evans ha detto che l’evento di sabato potrebbe sollevare quel gruppo: “I media guadagnati da Trump cambiano solo ogni dinamica”.

Ma Tanenblatt ha ribattuto che il tentativo di Trump di influenzare così tante razze – comprese quelle oscure a voto negativo – solo per inimicarsi Kemp per le elezioni del 2020 che sono state risolte da tempo “banalizza quasi l’approvazione del presidente”.

“Non credo, perché è l’ex presidente, e qualcuno che i repubblicani preferirebbero al presidente Biden, che se approva qualcuno, significa automaticamente che è l’erede apparente a vincere”, ha detto.

___

Weissert ha riferito da Washington. La scrittrice dell’Associated Press Jill Colvin ha contribuito da New York.

.

Leave a Comment