Trump si dirige in Georgia nel tentativo di dare forma alle primarie repubblicane | Donald Trump

Il continuo sforzo di Donald Trump per piegare i candidati repubblicani nazionali alla sua volontà e il partito per eseguire i suoi ordini dovrà affrontare un test nello stato chiave della Georgia sabato, mentre l’ex presidente tiene una manifestazione di punteggio lì a sostegno dei candidati che potrebbero dare impulso a qualsiasi futuro programma di rielezione.

La presenza di Trump nello stato arriva 18 mesi dopo aver fatto pressioni sul segretario di stato della Georgia, Brad Raffensperger, per “trovare” voti sufficienti per ribaltare la vittoria di Joe Biden, una conversazione che ora è oggetto di un’indagine del gran giurì ad Atlanta.

La perdita, che ha reso Trump il primo candidato presidenziale repubblicano a perdere lo stato in 28 anni, continua a irritare l’ex presidente e ha appoggiato il membro del Congresso statale Jody Hice nella sua sfida a Raffensperger. Ha anche sostenuto altri candidati nello stato contro i repubblicani dell’establishment, incluso David Perdue contro il governatore in carica, Brian Kemp.

Segue uno schema simile in altri stati in cui Trump ha tenuto o prevede di tenere manifestazioni come un modo per mostrare sostegno ai candidati repubblicani che gli hanno offerto la loro fedeltà.

La manifestazione di sabato a Commerce, 70 miglia a nord-est di Atlanta e una delle parti più conservatrici dello stato, dovrebbe presentare Herschel Walker, un ex giocatore di football in corsa per il Senato degli Stati Uniti; Perduto; e il candidato al Congresso Vernon Jones, un ex rappresentante dello stato democratico che ha iniziato a chiamarsi il “Black Donald Trump” dopo aver cambiato partito.

Ma Trump sta giocando una partita ad alto rischio e il successo dei suoi candidati alle primarie di maggio in Georgia è tutt’altro che garantito.

Walker è leggermente più avanti del senatore democratico Raphael Warnock nelle medie dei sondaggi di RealClearPolitics, ma Jones, che ha abbandonato un’offerta per il governatore a febbraio, deve affrontare un affollato campo repubblicano per il 10° distretto congressuale conservatore, che copre parte della Georgia orientale.

La scelta di Trump per il governatore, Perdue, deve affrontare una lotta ancora più complessa. Secondo un sondaggio di Fox News, ha lottato per raccogliere fondi per la campagna e inseguire Brian Kemp di 11 punti.

Perdue ha seguito la falsa linea di Trump di elezioni “rubate” del 2020 e ha iniziato a sostenere che anche la sua sconfitta contro il senatore democratico Jon Ossoff, al quale ha concesso a gennaio, era problematica. “La maggior parte delle persone in Georgia sa che nel novembre 2020 è successo qualcosa di inaspettato”, ha detto detto il conduttore radiofonico Bryan Pritchard. “Lo dirò e basta, Brian. Nella mia elezione e nell’elezione del presidente, sono stati rubati. Le prove ora sono convincenti”.

Il concorso Perdue-Kemp rappresenta un rancore personale per Trump, che è esploso dopo che Kemp ha rifiutato di sostenere la sua offerta per ribaltare il risultato elettorale della Georgia del 2020.

Trump ha anche cercato di indebolire il governatore sostenendo Patrick Witt, che ha sostenuto la sfida elettorale di Trump, contro John King, che è il primo ufficiale costituzionale latino della Georgia e un lealista di Kemp. Witt è in corsa contro King alle primarie repubblicane per la carica di commissario per le assicurazioni statali.

Ma la domanda più grande è fino a che punto si estenda l’influenza di Trump nel plasmare la politica repubblicana della Georgia. Per alcuni, il potere di approvazione dell’ex presidente sta diminuendo nello stato.

“Non sarà di aiuto ai candidati approvati da Trump quando arriverà sabato”, ha detto questa settimana la commentatrice conservatrice Martha Zoller all’Atlanta Journal-Constitution. “Sarà negativo e guarderà indietro – e non è quello che vogliono gli elettori”.

Alcuni sondaggisti repubblicani hanno affermato che sebbene l’approvazione di Trump fosse ambita, aveva diluito la sua influenza raggiungendo molto più in basso nel ballottaggio o supportando i candidati in ritardo con scarso riconoscimento pubblico o apparato elettorale.

Leave a Comment