Tiger Woods sostiene il PGA Tour e critica i commenti di Phil Mickelson | Golf

Era tutt’altro che un attacco completo. Tuttavia, Tiger Woods ha espresso critiche velate più che sufficienti a Phil Mickelson per lasciare agli spettatori pochi dubbi sul fatto che il 15 volte campione del mondo abbia poca simpatia per la difficile situazione del suo vecchio avversario. Mickelson salterà l’US PGA Championship di questa settimana, dove doveva apparire come il campione in carica, poiché le ricadute dei commenti relativi all’Arabia Saudita e un tour di fuga continuano.

Woods ha ammesso di non aver contattato Mickelson da quando quest’ultimo si è allontanato dal golf alla fine di febbraio. I commenti di Woods in ferma difesa dell’ecosistema esistente del golf sono in netto contrasto con l’approccio di Mickelson, che ha accusato il PGA Tour di “odiosa avidità” e ha affermato di aver cercato “leva” tramite i sauditi.

“Ha la sua opinione su dove vede andare il gioco del golf”, ha detto Woods di Mickelson. “Ho il mio punto di vista su come vedo il gioco del golf. Ho sostenuto il Tour e la mia fondazione ha organizzato eventi durante il Tour per diversi anni. Penso solo che sia quello che Jack [Nicklaus] e Arnaldo [Palmer] hanno fatto iniziando il Tour, staccando dalla PGA of America e creando il nostro tour nel 1968 … Penso solo che ci sia un’eredità in questo. Suono qui da un paio di decenni e penso che ci sia un’eredità nel farlo. Penso ancora che il Tour abbia così tanto da offrire, così tante opportunità.

“Capisco punti di vista diversi ma credo nelle eredità. Credo nei grandi campionati. Credo nei grandi eventi, nei confronti con personaggi storici del passato. Ci sono un sacco di soldi qui fuori. Il Tour è in crescita. Ma è come qualsiasi altro sport. È come il tennis. Devi andare là fuori e guadagnarlo. Devi andare là fuori e giocarci. Abbiamo l’opportunità di andare avanti e farlo. Semplicemente non è garantito in anticipo”.

Si ritiene che Mickelson abbia firmato un accordo redditizio con la LIV Golf Investments, sostenuta dall’Arabia Saudita, che il mese prossimo organizzerà un evento da 25 milioni di dollari nell’Hertfordshire. Che Woods stesse scegliendo le sue parole con saggezza è stato chiarito quando gli è stato chiesto della mancata apparizione di Mickelson a Southern Hills. “È sempre deludente quando il campione in carica non è qui”, ha detto.

“Phil ha detto alcune cose contro le quali penso che molti di noi, impegnati nel Tour e impegnati nell’eredità del Tour, abbiano respinto. Si è preso del tempo personale e lo capiamo tutti. Penso che alcune delle sue opinioni su come il Tour potrebbe essere, dovrebbe essere gestito, c’è stato molto disaccordo lì. Ma come tutti sappiamo, da professionista, ci manca il fatto che sia qui fuori”.

Parlando prima di Woods, Rory McIlroy è stato sincero sul significato del piano di interruzione saudita. “Greg [Norman] e tutti dietro sono molto determinati”, ha detto McIlroy. “Penso che dovremo solo vedere come andrà a finire.

“I ragazzi prenderanno decisioni. Onestamente, in un modo o nell’altro modellerà il futuro del golf professionistico, quindi penso che dovremo solo vedere come andrà a finire tutto”. McIlroy ha bollato il no-show PGA statunitense di Mickelson come “sfortunato” e “triste”. Il due volte campione PGA ha aggiunto: “Questa dovrebbe essere una celebrazione, giusto?”

Woods e McIlroy saranno in compagnia l’uno dell’altro per i round uno e due a Tulsa, il che suggerisce che i vertici della PGA of America stanno cercando, anche brevemente, di cambiare la narrativa del golf. Jordan Spieth, che ha bisogno di questo major per completare un grande slam in carriera, fa il trio.

Woods insiste di essere in condizioni fisiche migliori rispetto al Masters, che ha segnato la sua prima apparizione in un torneo da quando è stato coinvolto in un grave incidente automobilistico lo scorso febbraio. “Sento di poterlo fare [win it], sicuramente”, ha detto quando gli è stato chiesto se la vittoria è fattibile. “Devo solo andare là fuori e farlo. Devo fare il mio lavoro. Inizia giovedì e sarò pronto”.

Leave a Comment