Taccuino del giornalista: la fattura dell’ora legale passa al Senato con una velocità rara

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

È stato a lungo detto che potresti far sorgere il sole a ovest se tu potessi ottenere il consenso unanime al Senato.

Ma chi ti sapeva che avresti potuto far sorgere il sole un’ora prima su base permanente, se fossi riuscito a convincere tutti i 100 senatori ad essere d’accordo.

È quello che è successo di recente quando il Senato ha approvato un disegno di legge senza che nessun senatore si opponesse all’abbandono dell’usanza di cambiare gli orologi due volte all’anno, balzando avanti e tornando indietro.

DIRITTO AL RUBIO PER EFFETTUARE L’ORA RISPARMIO PERMANENTE PASSEGGI PERMANENTI SENATO, TESTA A CASA

“Gli americani vogliono più sole e meno depressione”, ha detto il senatore. Patty Murray, D-Wash. “Ora il tempo stringe per portare a termine il lavoro, quindi non dobbiamo cambiare di nuovo i nostri orologi”.

Murray ha collaborato con il sen. Marco Rubio, R-Fla., e altri a scrivere un conto per eliminare il cambio orario semestrale-chango. E il Senato ha sbalordito tutti quando ha approvato il disegno di legge.

Forse non un minuto troppo tardi.

Sen. Marco Rubio, R-Fla., ha co-sponsorizzato il disegno di legge per rendere permanente l’ora legale.
(Stefani Reynolds/Bloomberg tramite Getty Images)

Il Senato è un organo che favorisce la minoranza. A differenza di un’istituzione maggioritaria come la Camera, il Senato tutela i diritti del partito di minoranza. O anche il punto di vista di un piccolo gruppo di senatori che ha un punto di vista di minoranza su una questione, indipendentemente dal partito. E, in alcuni casi, il Senato tutela semplicemente i diritti di un solo senatore, indipendentemente da quello che vogliono fare gli altri 99.

Ecco perché ottenere il “consenso unanime” è una prerogativa così squisita del Senato.

Il Senato può spostare montagne politiche, e, in questo caso, anche le lancette del tempo, se tutti e 100 i senatori sono d’accordo su qualcosa. Ma tutto ciò che serve è un senatore solitario per vomitare un posto di blocco.

LE POLITICHE “VERDI” DELLA SINISTRA POSSONO IN REALTÀ PORTARE A PIÙ INQUINAMENTO, DICE IL CANDIDATO DEL SENATO DEL COLORADO

Ci sono tre modi convenzionali per approvare un disegno di legge al Senato. Il primo è fare una buona votazione per appello nominale vecchio stile. È qui che ogni senatore entra nella camera e fa segno sì o no. Un impiegato seduto sulla pedana chiama il nome di tutti i 100 senatori e annota come ogni senatore vota su un lungo foglio di conteggio. Il cancelliere segna i voti nella colonna sì o no. L’impiegato annuncia quindi come ogni senatore ha votato ad alta voce.

I voti vengono conteggiati alla fine della votazione. Il senatore che presiede il voto legge ad alta voce il totale e la sorte del disegno di legge.

Sensi.  Ted Cruz, R-Texas, e Amy Klobuchar, D-Minn.

Sensi. Ted Cruz, R-Texas, e Amy Klobuchar, D-Minn.
(Tom Williams/CQ-Roll Call, Inc tramite Getty Images)

Il Senato può anche approvare progetti di legge tramite “voto vocale”. È qui che tutti i senatori, verbalmente, gridano “sì” o “no” nella camera. L’ufficiale che presiede dovrebbe assegnare la vittoria – o la sconfitta – alla parte più rumorosa. Tuttavia, tale discrezionalità è lasciata “al parere della carne”. A volte prevale il lato più tranquillo. Il Senato non documenta come ha votato ogni senatore quando richiede un voto vocale.

Infine, il Senato può approvare un disegno di legge all’unanimità. È lì che tutti i 100 senatori devono accettare di fare qualcosa. Appuntamento domani mattina alle 10:00 Votazione alle 10:30 di notte. Consenti a un senatore di parlare a turno per un minuto. Ti viene l’idea.

In effetti, il Senato svolge gran parte delle sue attività quotidiane sotto l’egida del consenso unanime. Come quando il Senato dovrebbe votare o riunirsi. Oppure, se inserire un articolo di giornale o un discorso nel Registro del Congresso. In caso contrario, il Senato potrebbe essere costretto a votare su ogni singola questione. Il Senato non realizzerebbe NULLA. Il più infinitesimale dei compiti meccanici e amministrativi potrebbe richiedere ore.

I REPUBBLICI CRITICANO IL TRATTAMENTO DA PARTE DI DURBIN DELLE UDENZE DELLA CORTE SUPREMA DI JACKSON MENTRE DIFENDE IL “TEMPO DEL PRESIDENTE”

Ecco perché il Senato spesso si appoggia al consenso unanime. È breve ed efficiente. Praticamente un wormhole parlamentare. Il Senato può muoversi alla velocità della luce con il consenso unanime. È uno strumento per realizzare le piccole cose. E, a volte, le cose grandi.

Va notato che anche se ci sono tre modi standard per condurre una votazione al Senato, nessuno ha più peso degli altri. Sono tutti voti. Contano tutti allo stesso modo. Solo modi diversi per ottenere lo stesso risultato.

Ma qualcosa di strano è accaduto quando il Senato ha avviato un breve dibattito sul disegno di legge che rende l’ora legale la legge del paese. Rubio ha chiamato il conto. Sen. Kyrsten Sinema, D-Ariz., ha presieduto il Senato dal palco e ha incaricato un impiegato di leggere il titolo del disegno di legge.

E poi Rubio ha fatto quella che è nota al Senato come una “richiesta di consenso unanime”.

“Signora Presidente, chiedo il consenso unanime affinché l’emendamento sostitutivo Rubio alla scrivania sia preso in considerazione e approvato il disegno di legge così modificato. Va considerato, letto una terza volta e approvato e che la mozione di riconsiderazione sia presa in considerazione, fatta e posata sul tavolo “, intonò Rubio.

Come un orologio, Sinema si guardò brevemente intorno nella stanza.

LA RETE PER LA CRISI GIUDIZIARIA METTE $ 1,5 M DIETRO DIETRO AL GIUDICE JACKSON CHE ACCUSA DI ERRATO GIUSTIZIA THOMAS

“C’è qualche obiezione?” chiese Sinema. “Senza obiezioni, così ordinato.”

In altre parole, il Senato ha impiegato 12 secondi per risparmiare un’ora.

“Ooh. Lo adoro”, ha aggiunto Sinema. “Sì!”

Il Senato ha approvato il disegno di legge. Ma sarebbe bastata una singola obiezione da parte di qualsiasi senatore per ostacolare il disegno di legge.

Ma non importa. Nessuno si è opposto. Era solo una ruga nel tempo. Il Senato ha votato per pulire l’orologio dell’ora solare, implementando l’ora legale su base permanente.

Ma ecco cosa c’era di così strano nella richiesta di consenso unanime di Rubio.

Gli astuti osservatori del Senato vedranno spesso un gruppo di senatori, o anche il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, DN.Y., e il leader della minoranza Mitch McConnell, R-KY, scendere a terra. Parleranno di qualche questione, poi qualche senatore farà una richiesta di consenso unanime per approvare un determinato disegno di legge. Inevitabilmente, un altro senatore obietta. Quindi, il senatore che ha obiettato fa la propria richiesta di consenso unanime in risposta. L’altro senatore obietta. I senatori poi urlano avanti e indietro per alcuni istanti. I senatori possono anche correre ai microfoni della stampa o lanciare un comunicato stampa per lamentarsi dell’opposizione dell’altra parte alla loro richiesta di consenso unanime.

SINEMA CONFRONTATO IN AEROPORTO E AEREO SULLA SPESA BOLL, GREEN NEW DEAL, DACA

Tuttavia, non succede nulla. Il Senato non approverà un dato disegno di legge. Il Senato blocca la richiesta di consenso unanime.

Quello a cui hai assistito è stato il teatro del Senato. Le richieste di consenso unanime e le obiezioni sono state tutte elaborate in anticipo, dietro le quinte. Tutti sapevano cosa sarebbe successo. Hanno praticamente mimato la richiesta di consenso unanime e hanno simulato shock quando l’altra parte si è opposta.

Se guardi il Senato alla fine della giornata o prima dell’inizio di una lunga pausa del Senato, aspettati che Schumer o un altro senatore prendano la parola e snocciolino più serie di richieste di consenso unanime. In un lampo, senza obiezioni, il Senato poi approva i progetti di legge. Risoluzioni. Amministrazione nominata confermata. giudici federali.

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, D.N.Y.

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, D.N.Y.
(Foto AP/Mariam Zuhaib)

Ma queste richieste di consenso unanime non sono teatro del Senato. Questa è la cosa reale.

Quando si assiste al Senato approvare un mucchio di progetti di legge o confermare un gruppo di candidati tramite consenso unanime, il Senato ha ottenuto l’approvazione da tutti i 100 senatori in anticipo. Era tutto precotto.

Il Senato gestisce quella che chiama una “linea diretta”. E quando c’è un’importante richiesta di consenso unanime da presentare davanti al Senato, va in hotline. Se un senatore ha un’obiezione, non deve nemmeno andare in sala per obiettare di persona. Informano solo i leader del Senato che lo fanno volevo oggetto se fossero sul pavimento. E poi i leader del Senato lo sanno di cui avere il consenso unanime. Quindi, non portano mai il problema a portata di mano.

PETE HEGSETH: GLI “ZELOTI DEL CLIMA” DI BIDEN AMMINISTRANO LA PRODUZIONE DI ENERGIA NAZIONALE DEGLI STATI UNITI

Ciò che Rubio ha eseguito sul pavimento è quella che a Capitol Hill viene definita una richiesta di consenso unanime “dal vivo”. In altre parole, il risultato non era predeterminato. Aveva il potenziale per qualsiasi senatore di opporsi e bloccare la misura sul pavimento.

Sen. Roger Wicker, R-Miss., si è opposto al disegno di legge e si sarebbe opposto. Ma Wicker aveva un problema di viaggio e non poteva apparire sul pavimento per obiettare. Per una richiesta di consenso unanime “in diretta”, un senatore deve presentare la propria obiezione in aula, di persona. Ma se non c’è nessuno, il Senato passa il provvedimento sul posto.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

Il vimini non c’era. E il Senato ha approvato il disegno di legge.

Come si suol dire, il tempo non aspetta nessuno.

E in questo caso nemmeno senatori Usa.

Leave a Comment