Sparatoria nella metropolitana di Brooklyn: il sospetto Frank James è stato arrestato

Frank James, 62 anni, è stato arrestato senza incidenti per strada verso le 13:40 dopo che la polizia ha ricevuto una soffiata sulla sua hotline Crime Stoppers, ha detto il commissario del NYPD Keechant Sewell.

“Miei compagni newyorkesi: l’abbiamo preso. Lo abbiamo preso”, ha detto il sindaco Eric Adams.

Il motivo della sparatoria non è ancora noto.

James è stato accusato dalla corte federale di Brooklyn di aver violato una legge che proibisce attacchi terroristici e altri violenti contro un sistema di trasporto di massa, secondo Breon Peace, procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale di New York. Verrà accusato in un tribunale federale di Brooklyn e, se condannato, potrebbe passare la vita in prigione, ha detto Peace.

L’arresto è avvenuto poche ore dopo che i funzionari lo hanno elevato da “persona di interesse” a sospetto nella sparatoria e meno di un giorno dopo che le autorità hanno lanciato una caccia all’uomo per sapere dove si trovasse. In precedenza, la città ha emesso un avviso di emergenza per i residenti mercoledì dicendo che James è “ricercato” e chiedendo al pubblico suggerimenti.

La sparatoria in metropolitana rappresenta uno scenario da incubo a lungo temuto per New York City, che fa molto affidamento sul suo sistema di trasporto di massa. Il numero di passeggeri della metropolitana è aumentato durante la pandemia di Covid poiché molti lavoratori sono rimasti a casa e il numero di passeggeri non è tornato ai livelli pre-pandemia, in parte a causa della diffidenza sull’aumento della violenza sul sistema di trasporto.

James è entrato nella metropolitana alla stazione di Kings Highway martedì mattina prima di effettuare la sparatoria verso le 8:30, ha detto il capo degli investigatori del NYPD James Essig. Dopo aver aperto il fuoco sul treno, è sceso alla stazione della 36a strada, è salito a bordo di un treno R attraverso il binario e si è diretto alla fermata della stazione della 25a strada. Meno di un’ora dopo, è stato visto salire a bordo della metropolitana alla stazione della 7th Avenue e della 9th Street, a circa 1,5 miglia di distanza.

La galleria fotografica sottostante contiene immagini grafiche. Discrezionalità spettatore è consigliato.

Come gli investigatori si sono concentrati su James

Gli investigatori che hanno setacciato la scena della sparatoria hanno trovato una pistola Glock da 9 mm, tre caricatori estesi, due granate fumogene esplose, due granate fumogene non esplose, un’accetta e le chiavi di un furgone U-Haul, ha detto Essig.

La pistola trovata sulla scena è stata acquistata da James in Ohio nel 2011, ha detto Essig mercoledì.

È stata trovata anche una carta di credito utilizzata per noleggiare l’U-Haul, hanno detto alla CNN due fonti delle forze dell’ordine. Due funzionari hanno detto alla CNN che credono che la pistola si sia inceppata durante la sparatoria.

Il furgone U-Haul è stato noleggiato da James, ha detto la polizia, collegandolo all’incidente. Il furgone è stato recuperato vicino alla stazione ed è stato sgomberato dalla squadra di artificieri del NYPD, ha detto la polizia.

Gli investigatori non hanno trovato altre armi o esplosivi nel furgone, hanno detto due agenti delle forze dell’ordine. I funzionari hanno detto che sembrava che James potesse aver dormito nel veicolo. Hanno detto che un lettore di targa ha rilevato il furgone che guidava sul ponte di Verrazzano da Staten Island a Brooklyn intorno alle 4 del mattino di martedì.

Le autorità hanno anche rintracciato l’acquisto di una maschera antigas a James attraverso un account eBay, hanno detto due funzionari.

James ha indirizzi in Wisconsin ea Filadelfia, dove è stata noleggiata la U-Haul, ha detto Essig.

La sua famiglia non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento della CNN.

All’interno della stazione 36th Street, la videosorveglianza potrebbe non essere disponibile. Una revisione preliminare indica che c’era una sorta di malfunzionamento con il sistema di telecamere della stazione, ha detto Adams a WCBS Radio.

Tuttavia, il sistema della Metropolitan Transportation Authority (MTA) ha quasi 10.000 telecamere, comprese quasi 600 telecamere nella sezione di Brooklyn dove è avvenuto l’attacco, ha affermato mercoledì il presidente e CEO dell’MTA Janno Lieber.

“Il risultato è che il NYPD è stato in grado di esaminare i video di altre stazioni e, di conseguenza, ha identificato tre punti di vista sul tizio ricercato per questo crimine che entra nella stazione”, ha detto.

Come si sono svolte le riprese

Le persone a bordo del vagone martedì mattina hanno detto che il fumo ha riempito l’auto e gli spari si sono accumulati, facendo sì che le persone si spingano dall’altra parte del treno in preda al panico e alla confusione.

Hourari Benkada, 27 anni, che è stato colpito alla parte posteriore del ginocchio, ha detto che pensa di essere seduto accanto al tiratore.

Parlando da un letto d’ospedale martedì, Benkada ha detto di essere salito sull’ultima carrozza del treno N e di essersi seduto accanto a un uomo con un borsone che sembrava indossare un giubbotto MTA. L’uomo ha lanciato una “bomba fumogena”, ha detto Benkada, responsabile delle pulizie del New Yorker Hotel.

Un tranquillo tragitto mattutino su una metropolitana di Brooklyn è diventato rapidamente una

“E tutto ciò che vedi (è) fumo — fumo nero … che si spegne, e poi la gente che si precipita sul retro”, ha detto Benkada. “Questa donna incinta era di fronte a me. Stavo cercando di aiutarla. All’inizio non sapevo che ci fossero stati degli spari. Ho solo pensato che fosse un fumogeno nero.

“Ha detto: ‘Sono incinta di un bambino.’ L’ho abbracciata. E poi la corsa al sedere è continuata. Sono stato spinto, ed è allora che mi hanno sparato alla parte posteriore del ginocchio”.

La sparatoria è iniziata circa 20 secondi dopo che il treno è decollato dalla stazione della 59a strada e sembrava che fosse durato quasi 2 minuti, ha detto Benkada. Benkada ha sentito altre persone che soffrivano, ma non poteva vederle o il sospetto a causa del fumo, ha detto.

Claire Tunkel, 46 anni, che si trovava nel vagone della metropolitana dove è avvenuta la sparatoria, ha descritto la scena come caotica. Ha detto che non poteva vedere nulla a causa del fumo, ma ha sentito le persone che chiedevano aiuto e altri che dicevano che stavano sanguinando.

“Non potevi vedere nulla, ma potevi sentirlo”, ha detto. Le persone si stavano precipitando davanti all’auto e alcune sono cadute a terra, ha detto. “Potresti sentire i corpi.”

Si è tolta la giacca e l’ha legata intorno alla gamba di un uomo che ha subito una ferita da arma da fuoco, ha detto alla CNN. Tunkel, che in seguito è andato in ospedale per inalazione di fumo, ha detto che diverse vittime erano sdraiate sul pavimento del binario della metropolitana dopo che il treno era arrivato alla stazione.

Il sospetto ha parlato di sparatorie di massa in video sconclusionati

Il personale di emergenza, compreso l'FBI, perquisisce un camion in movimento durante un'indagine in corso nel quartiere di Brooklyn a New York, martedì 12 aprile 2022.
James, il sospettato della sparatoria, è stato collegato a più video sconclusionati pubblicati su un canale YouTube. Uno screenshot di uno dei video è stato utilizzato su un volantino del NYPD Crimestoppers in cerca di informazioni sulla sparatoria.

James ha parlato di violenza e sparatorie di massa nei video, incluso uno caricato lunedì in cui ha affermato di aver pensato di uccidere persone che presumibilmente lo hanno ferito.

“Ho passato un sacco di merda, in cui posso dire che volevo uccidere le persone. Volevo vedere le persone morire immediatamente davanti alla mia fottuta faccia. Ma ho pensato al fatto che, ehi amico, non voglio andare in nessun fottuto carcere”, ha detto.

Il loro quartiere di Brooklyn sembrava un rifugio sicuro in una grande città.  L'attacco alla metropolitana di martedì ha cambiato le cose

In un altro video pubblicato la scorsa settimana, James, che è nero, si lamenta degli abusi nelle chiese e del razzismo sul posto di lavoro, usando un linguaggio misogino e razzista.

Molti dei video che James ha caricato includevano riferimenti alla violenza, incluso un gruppo di persone che credeva lo avesse diffamato, oltre a ampi gruppi sociali e razziali che sembrava odiare.

In un altro video pubblicato il mese scorso sullo stesso canale, James ha affermato di soffrire di stress post-traumatico. In quel video, James ha detto di aver lasciato la sua casa a Milwaukee il 20 marzo. Durante il viaggio verso est, ha detto che si stava dirigendo verso la “zona di pericolo”.

“Sai, sta innescando molti pensieri negativi ovviamente”, ha detto nel video. “Ho un grave caso di stress post-traumatico”.

In un video pubblicato a febbraio, ha anche criticato un piano dell’amministrazione Adams per affrontare la sicurezza e i senzatetto nella metropolitana, in parte attraverso una presenza allargata di professionisti della salute mentale. In una registrazione razzista e sconclusionata, James ha definito il nuovo sforzo “destinato a fallire” e ha descritto la propria esperienza negativa con gli operatori sanitari della città durante una “crisi della salute mentale negli anni ’90, ’80 e ’70”.

Brynn Gingras, Mark Morales, Rob Frehse, Sharif Paget, Caroll Alvarado, Nicole Chavez, Alaa Elassar, Amir Vera, Travis Caldwell, Jason Hanna, Peter Nickeas, Yon Pomrenze, Elizabeth Wolfe, Chris Boyette, David Shortell, Paul P. Murphy della CNN , Juan Alejandro Olarte-Cortes, Hannah Rabinowitz e Holmes Lybrand hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment