Sonda Durham: i media sviluppano improvvisamente una “laringite” dopo anni di pressioni sulla collusione tra Trump e Russia, affermano i critici

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

I media mainstream hanno trascorso anni fissati sulla presunta collusione tra Donald Trump e la Russia, ma hanno in gran parte minimizzato o altrimenti ignorato la dichiarazione del tribunale del consigliere speciale John Durham come parte della sua indagine sulle origini della tentacolare indagine sulla Russia.

“I media tradizionali sono più interessati alle campagne sussurrate e alle voci che ai documenti degli avvocati statunitensi”, ha detto a Fox News Digital l’ex presidente della Commissione per la supervisione della Camera e la riforma del governo e collaboratore di Fox News Jason Chaffetz.

“Se hanno sbagliato, e l’hanno fatto, allora copri la verità con lo stesso vigore”, ha continuato Chaffetz. “Sembra che alcuni media fossero così interessati a perpetuare una bugia che ora non possono dire di essersi sbagliati”.

L’AVVOCATO DELLA CAMPAGNA CLINTON SUSSMANN CHIEDE ALLA CORTE DI “COLPIRE” IL “BACKGROUND FATTO” DI DURHAM DALL’ULTIMO DEPOSITO

I media hanno in gran parte minimizzato o altrimenti ignorato la dichiarazione in tribunale del consigliere speciale John Durham come parte della sua indagine sulle origini dell’indagine sulla Russia.

Il Media Research Center ha scoperto che i telegiornali serali di ABC, CBS e NBC da soli hanno trascorso ben 2.634 minuti coprendo le indagini sulla presunta collusione russa fino al 20 luglio 2019. “Questo è quasi un quinto (19,5%) della copertura Trump di tutte queste trasmissioni , un’ombra enorme sulla sua presidenza”, ha scritto l’analista Rich Noyes.

La copertura pesante di ABC, CBS e NBC si è aggiunta al tempo di trasmissione dedicato sia dalla CNN che dalla MSNBC, che si è concentrato incessantemente sugli sviluppi dell’indagine. Il New York Times e il Washington Post hanno persino condiviso il Premio Pulitzer nel 2018 “per la copertura approfondita e incessantemente riportata” di presunte interferenze russe.

Una dichiarazione in tribunale presentata venerdì tardi da Durham, che è stato nominato durante l’amministrazione Trump per indagare sulle origini dell’indagine sulla Russia, ha rivelato che un’azienda tecnologica ha estratto dati Internet dalla Trump Tower durante le elezioni del 2016 e successivamente dalla Casa Bianca per “stabilire ‘un’inferenza’ e una ‘narrativa’ che legavano l’allora candidato Trump alla Russia” e che, “In tal modo, Tech Executive-1 ha indicato che stava cercando di compiacere alcuni ‘VIP’, riferendosi alle persone dello Studio Legale-1 e al Campagna di Clinton”.

Il deposito di Durham non ha ricevuto la stessa copertura frenetica e i critici se ne sono accorti. Né altre accuse che hanno ulteriormente screditato il dossier di Christopher Steele sulla presunta collusione Trump-Russia.

“Le reti e i principali giornali hanno evitato di toccare queste notizie come se Durham fosse un lebbroso”, ha scritto l’editore esecutivo di NewsBusters Tim Graham.

Sen. Ted Cruz ha rimproverato la stampa per non aver coperto la storia.

“I media aziendali corrotti stanno cercando di ignorarlo e nascondere la verità”, Cruz ha twittato.

Il Media Research Center ha scoperto che i telegiornali serali di ABC, CBS e NBC da soli hanno trascorso ben 2.634 minuti coprendo le indagini sulla presunta collusione russa fino al 20 luglio 2019.

Il Media Research Center ha scoperto che i telegiornali serali di ABC, CBS e NBC da soli hanno trascorso ben 2.634 minuti coprendo le indagini sulla presunta collusione russa fino al 20 luglio 2019.
(Reuters)

TRAIN DNI RATCLIFFE TOLD DURHAM INTELLIGENCE SUPPORTA INDICAZIONI “MULTIPLE” IN SONDA: FONTI

MSNBC, che ha reso l’indagine russa l’argomento più dominante sulla rete per anni sotto il presidente Trump, ha completamente ignorato le rivelazioni fatte da Durham durante il deposito del tribunale da venerdì sera a lunedì. “Morning Joe” ha finalmente affrontato l’argomento martedì, ma nel frattempo ha deriso Durham.

La CNN ha dedicato meno di tre minuti all’argomento durante lo stesso periodo con una sola menzione nella puntata di lunedì di “The Lead with Jake Tapper”.

Nessuno degli spettacoli in prima serata della MSNBC né della CNN, generalmente considerati la programmazione più seguita sulle reti, ha toccato l’argomento fino a lunedì.

Allo stesso modo, ABC, CBS e NBC non hanno menzionato i nuovi sviluppi nei loro notiziari mattutini e serali fino a lunedì, sebbene NBC News abbia pubblicato un rapporto online lunedì sera.

Il New York Times ha saltato la pubblicazione di un rapporto ed è andato con una “analisi delle notizie”, criticando i “punti vendita di destra” per aver spinto una narrativa che è “fuori strada”.

Come il Times, il Washington Post inizialmente si è astenuto dal pubblicare un rapporto sulla questione, ma piuttosto un pezzo di “analisi” che tentava di minimizzare il significato del deposito del tribunale, inquadrandolo con il titolo: “Perché Trump sta ancora una volta affermando di essere stato spiato nel 2016”, e dicendo ai lettori, “il deposito di Durham lega la campagna a Sussman [sic] e Sussman [sic] all’esecutivo, ma si tratta di pezzi non esplicitamente argomentati sul fatto che l’indagine sia scesa dal team di Clinton – o fino ad esso”. .

Altri media tra cui Associated Press, Reuters, USA Today, Axios, NPR e The Daily Beast hanno tutti evitato l’argomento fino a lunedì, secondo i risultati della ricerca.

L’MRC ha messo insieme un montaggio della copertura precedente che ha respinto le accuse di illeciti durante l’indagine sulla Russia:

I recenti sviluppi dell’indagine di Durham derivano dall’incriminazione dell’ex avvocato della campagna elettorale di Clinton Michael Sussmann, che è stato accusato di aver mentito all’FBI quando ha affermato di non lavorare per conto del candidato democratico quando si è avvicinato al Dipartimento di Giustizia spingendo una narrativa di collusione russa tra Trump Torre e una banca legata al Cremlino.

HILLARY CLINTON 2016 TWEETS SPINTI ORA SCONFITTA LA RECLAMI DI UTILIZZO DI TRUMP DI “SERVER COPERTO” COLLEGATO ALLA RUSSIA

Andy McCarthy, un membro anziano del National Review Institute e collaboratore di Fox News, ritiene che sia importante mantenere la prospettiva, ma ha affermato che è “mozzafiato” vedere i media minimizzare il deposito.

“Nonostante tutte le affermazioni stridenti su come la campagna di Clinton abbia spinto le forze dell’ordine e l’apparato di intelligence del governo a spiare il presidente Trump, il consigliere speciale Durham non ha finora accusato alcun crimine in questo senso. L’accusa dell’avvocato del Partito Democratico Michael Sussmann si limita semplicemente a sostenere che ha mentito all’FBI per nascondere che stava lavorando per la campagna di Clinton e per il dirigente tecnologico Rodney Joffe”, ha detto McCarthy a Fox News Digital.

“Detto questo, però, è semplicemente mozzafiato vedere il complesso mediatico-democratico, che ha esaltato ogni mossa di Robert Mueller nella falsa ‘collusione’ Trump-Russia, sviluppare improvvisamente laringite nella questione dell’indagine di Durham, cioè quando non è del tutto ostile”, ha detto McCarthy. “Saresti quasi convinto che i giornalisti non vogliono un esame approfondito di quale sottile pappa hanno trasformato in uno scandalo di tre anni, cercando di distruggere la capacità di governo dell’amministrazione Trump”.

L'ex presidente Trump ha reagito al deposito sabato sera, affermando il deposito di Durham

L’ex presidente Trump ha reagito al deposito sabato sera, dicendo che il deposito di Durham “fornisce prove indiscutibili che la mia campagna e la mia presidenza sono state spiate da agenti pagati dalla campagna di Hillary Clinton nel tentativo di sviluppare un collegamento completamente inventato con la Russia”.
(Foto AP/Sue Ogrocki)

Sussmann si è dichiarato non colpevole.

L’ex presidente Trump ha reagito al deposito sabato sera, dicendo che il deposito di Durham “fornisce prove indiscutibili che la mia campagna e la mia presidenza sono state spiate da agenti pagati dalla campagna di Hillary Clinton nel tentativo di sviluppare un collegamento completamente inventato con la Russia”.

L’indagine di Durham è “accelerata” e più persone stanno “collaborando” e si presentano davanti al gran giurì federale di quanto non sia stato riportato in precedenza, ha detto a Fox News una fonte che ha familiarità con l’indagine.

Resta da vedere se i media mainstream presteranno attenzione a ulteriori sviluppi, ma la mancanza di copertura ha sorpreso anche osservatori esperti.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

“È assolutamente sbalorditivo che praticamente tutti i principali giornali e le altre reti siano assolutamente determinati a ignorare questa storia”, ha detto lunedì Howie Kurtz di Fox News.

“Coprono ogni schiarimento della gola da parte del comitato del 6 gennaio e tutta la copertura del Russiagate … ma questo è un vero procuratore federale che fornisce prove reali in un deposito del tribunale, non una storia di provenienza anonima”, ha detto Kurtz. “Eppure, questi altri posti stanno solo magicamente dichiarando che non sono notizie”.

Brooke Singman di Fox News ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment