“Siccità” potrebbe essere un termine insufficiente per cogliere ciò che sta accadendo in Occidente

“Quando [the system] è stato costruito 100 anni fa, potresti guardare fuori dalla tua finestra se sei in Colorado e vedere la neve, e sapere che quello è il tuo serbatoio per la primavera”, ha detto alla Galileus Web Camille Touton, commissario del Bureau of Reclamation in un’intervista esclusiva. “Non è come quello più. Quello che vedi è solo un modo completamente diverso in cui il sistema è gestito.”

Dopo che le montagne della Sierra Nevada della California sono state ricoperte da 17 piedi di neve alla fine di dicembre, lo stato ha poi vissuto uno dei suoi gennaio più secchi mai registrati. Denver ha percorso un tratto insolitamente lungo senza neve all’inizio dell’inverno prima che lo stato vedesse tempeste a gennaio.

Questa mancanza di coerenza e prevedibilità con il manto nevoso invernale significa che Reclamation sta “operando in un regime completamente diverso, come non abbiamo mai fatto prima”, ha detto Touton alla CNN.

“Quello che stiamo vedendo nel 2022 è una buona neve, generalmente, in alcuni punti, ma allo stesso tempo, non coerente”, ha detto Touton alla CNN. “Vedi eventi record, seguiti da mesi di siccità record. Ora aggiungi a quel livello di giacimento basso, perché l’anno scorso non abbiamo ricevuto molto afflusso nei nostri giacimenti”.

Il quadro più ampio è nitido. La mega siccità in Occidente è la peggiore della regione in almeno 1.200 anni, secondo uno studio pubblicato lunedì, e i ricercatori hanno affermato che la crisi climatica causata dall’uomo ha peggiorato la mega siccità del 72%.
Gli esperti dell’acqua occidentale hanno ribadito la preoccupazione che il termine “siccità” possa essere insufficiente per cogliere l’attuale idrologia della regione. “L’aridificazione” potrebbe essere più accurata, ha affermato Eric Kuhn, un ex manager in pensione del Colorado River Water Conservation District.

“Sono condizioni temporanee? Non lo sappiamo; la scienza suggerisce che non lo sono”, ha detto Kuhn. “Mette il Recupero in una situazione difficile, perché stanno imparando come affrontare un clima che cambia. Il funzionamento di questi sistemi in condizioni di profonda incertezza non è ciò per cui sono stati progettati”.

In competizione per l’acqua

Il Bureau of Reclamation, situato nel Dipartimento dell’Interno, ha un ruolo importante da svolgere nel modo in cui l’Occidente gestisce le sue risorse idriche in declino.

Fondata all’inizio del 1900, Reclamation costruì alcuni dei più grandi bacini artificiali e dighe dell’Occidente. Lavora con stati, tribù di nativi americani, agricoltori e altre parti interessate per gestire l’acqua, generare elettricità dalle dighe idroelettriche e prepararsi alla siccità.

Touton sta supervisionando l’ufficio in un momento in cui la concorrenza sulle restanti risorse idriche si sta intensificando. La scorsa estate, il governo federale ha dichiarato per la prima volta una carenza d’acqua sul fiume Colorado poiché i livelli di Lake Mead e Lake Powell hanno raggiunto nuovi minimi.

Ma una mega siccità di questa proporzione era già stata pianificata sul fiume Colorado, un sistema di priorità negoziato complesso che favorisce alcuni azionisti di acqua prima di altri in base al bisogno e alla dipendenza storica.

“Non siamo mai stati in queste condizioni prima”, ha detto Touton. “Ma con le partnership che abbiamo avuto nel bacino per decenni, c’era sempre la preoccupazione che potesse arrivarci. Ed era pianificato e, sfortunatamente, è quello che stiamo vedendo ora”.

17 piedi di neve hanno acceso la speranza per la siccità di Quelling California.  Quindi le precipitazioni sono
L’ufficio dovrebbe ricevere 1,66 miliardi di dollari all’anno per i prossimi cinque anni dalla legge bipartisan sulle infrastrutture, raddoppiando di fatto il suo budget annuale. Immediatamente, ciò significa che può spendere 420 milioni di dollari in progetti idrici rurali, 245 milioni di dollari per progetti di riciclaggio dell’acqua, 100 milioni di dollari ciascuno per la riparazione di dighe e riparazioni di infrastrutture obsolete e 50 milioni di dollari per la pianificazione di emergenza per la siccità per la regione.

Touton ha affermato che mentre Reclamation ripara alcuni serbatoi e strutture idriche obsolete, esaminerà anche nuove fonti d’acqua, inclusa la cattura dell’acqua piovana quando piove e il trattamento per utilizzarla in seguito.

John Fleck, un esperto di acqua occidentale e professore all’Università del New Mexico, ha affermato che per Reclamation, la sfida di riparare le vecchie pale delle infrastrutture idriche rispetto alla pianificazione dell’emergenza siccità con stati, tribù e agricoltori.

Il bacino del fiume Colorado “ha un problema fondamentale con la sovraallocazione dell’acqua”, ha detto Fleck alla CNN. “Queste regole, scritte su pezzi di carta più di 100 anni fa, promettevano agli utenti degli stati più acqua di quella che il fiume può effettivamente fornire”.

‘Un momento di opportunità’

Anche in anni con un manto nevoso decente, la mega siccità alimentata dal clima ha fatto sì che il terreno arido assorbisse più velocemente l’umidità presente. Ciò significa un’intensa concorrenza per livelli più bassi di acqua utilizzata per l’acqua potabile, l’agricoltura e la produzione di elettricità.

Come riportato dalla CNN, il primo gruppo di persone colpite dai tagli idrici del fiume Colorado saranno gli agricoltori dell’Arizona, ma anche i comuni dello stato potrebbero vedere riduzioni a seconda della caduta del livello del fiume.

Le mucche pascolano sull'erba secca nella Central Valley colpita dalla siccità della California a luglio.

“La stragrande maggioranza di quest’acqua viene utilizzata per l’agricoltura irrigua in tutto il bacino; non c’è modo di evitare che l’impronta dell’agricoltura irrigua si riduca”, ha detto Fleck alla CNN.

Kuhn ha affermato che l’uso dell’acqua in casa alla fine non rappresenta gran parte dell’utilizzo complessivo, poiché molte città ritrattano e riciclano l’acqua dagli elettrodomestici. Los Angeles, ad esempio, sta lavorando a un piano per trattare e riciclare tutte le sue acque reflue.
Il livello del mare negli Stati Uniti aumenterà rapidamente nei prossimi 30 anni, mostra un nuovo rapporto

Il problema più grande è come sostenere l’agricoltura ei prati.

“Il futuro del fiume riguarderà l’erba, non gli impianti idraulici interni”, ha affermato Kuhn. “L’azione è all’aperto. Sono i raccolti e le erbe”.

La scorsa estate, il Nevada ha vietato l’erba non funzionale che consuma troppa acqua e alcune città stanno cercando di piantare piante ed erbe autoctone che non necessitano di annaffiature costanti.

Fleck ha affermato che, anche se la siccità provoca ansia, crea anche opportunità per il governo federale, gli stati e le parti interessate di avere una conversazione realistica su come risparmiare acqua.

“Quando i serbatoi sono pieni, le persone lo soffiano via”, ha detto Fleck. “Quando si stanno esaurendo, è allora che si presentano queste opportunità. Questo crea un momento di opportunità; ci sono decisioni difficili da prendere”.

.

Leave a Comment