Sherri Papini, una donna californiana la cui scomparsa nel 2016 ha scatenato ricerche per settimane, ammette di aver simulato il proprio rapimento

Sherri Papini, la donna che il mese scorso è stata accusata fingere il suo rapimento nel 2016, ha ammesso le accuse e si dichiarerà colpevole, ha dichiarato martedì l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti in una dichiarazione. Papini si dichiarerà colpevole di “aver fatto dichiarazioni materialmente false agli agenti dell’FBI sulle circostanze della sua scomparsa e di aver commesso una frode postale sulla base del suo essere una vittima di rapimento”, ha affermato il procuratore degli Stati Uniti Phillip A. Talbert.

La scomparsa del 39enne Papini all’inizio di novembre 2016 ha innescato una ricerca durata tre settimane. È stata trovata il giorno del Ringraziamento con varie ferite che includevano un naso gonfio e un “marchio” sulla spalla destra.

Ma secondo le autorità, in realtà era stata con un ex fidanzato a circa 600 miglia da casa sua a Orange County, in California. Sostengono che Papini si sia inflitta le ferite per cercare di sostenere la sua falsa storia di rapimento.

“Mi vergogno profondamente di me stesso per il mio comportamento e sono molto dispiaciuto per il dolore che ho causato alla mia famiglia, ai miei amici, a tutte le brave persone che hanno sofferto inutilmente a causa della mia storia e a coloro che hanno lavorato così duramente per cercare di aiutarmi, “Lo ha detto Papini in una dichiarazione rilasciata dal suo avvocato. “Lavorerò per il resto della mia vita per fare ammenda per quello che ho fatto.”

miss-california.jpg
Sherri Papini nel 2016.

Notizie CBS


L’avvocato difensore William Portanova ha detto all’Associated Press di non essere sicuro del motivo per cui la sua cliente ha fatto quello che ha fatto lei.

“Onestamente non so se qualcuno lo sa. Non so se lei lo sa”, ha detto.

“Secondo me è una situazione di salute mentale molto complicata, ma che deve essere affrontata e affrontata – e ciò include l’ammissione, l’accettazione e la punizione”, ha detto Portanova. Ha detto che il trattamento non è richiesto ai sensi del patteggiamento, ma “la consulenza fa parte della sua vita quotidiana e continuerà ad esserlo”.

Il patteggiamento prevede che Papini paghi una restituzione superiore a $ 300.000.

Ciò include $ 30.694 al California Victims Compensation Board, che l’ha finanziata per cose tra cui le visite al suo terapeuta per “trattamento per ansia e PTSD” e per il viaggio in ambulanza all’ospedale dopo essere emersa vicino a Sacramento.

Pagherà anche l’ufficio dello sceriffo della contea di Shasta quasi $ 149.000 e l’FBI più di $ 2.500 per le loro spese durante le indagini. Deve anche alla Social Security Administration almeno $ 127.568.

Il Sacramento Bee riferì per la prima volta che Papini aveva raggiunto un patteggiamento.

Le accuse comportano sanzioni fino a cinque anni di prigione federale per aver mentito a un agente delle forze dell’ordine federali e fino a 20 anni per frode postale. I pubblici ministeri hanno concordato, come parte del patteggiamento, di raccomandare una sentenza nella fascia bassa del range di pena, stimato per Papini tra gli otto ei 14 mesi di custodia.

Martedì l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Sacramento ha presentato accuse modificate di 34 conteggi di frode postale e un conteggio di false dichiarazioni. Ma Papini ha accettato di dichiararsi colpevole di un unico conteggio di frode postale e un conteggio di false dichiarazioni.

È programmata per essere citata in giudizio per tali accuse mercoledì e probabilmente entrerà in lista di colpevolezza la prossima settimana, ha detto Portanova.

Papini è stata dichiarata scomparsa il 2 novembre 2016. È stata trovata lungo l’Interstate 5 a quasi 150 miglia da casa sua, maltrattata e con resti di legature su polsi e caviglie.

Ha detto alle autorità dell’epoca di essere stata rapita sotto la minaccia di una pistola da due donne ispaniche e ha fornito descrizioni a un disegnatore dell’FBI insieme a dettagli estesi del suo presunto rapimento.

Stava ancora facendo false dichiarazioni nell’agosto 2020, quando i pubblici ministeri hanno detto che un agente federale e un detective dello sceriffo della contea di Shasta hanno mostrato le sue prove che indicavano che non era stata rapita e l’hanno avvertita che era un crimine mentire a un agente federale.

Una campagna GoFundMe ha raccolto più di $ 49.000 per aiutare la famiglia, che la coppia ha utilizzato per pagare le bollette e per altre spese, secondo un deposito del tribunale degli investigatori.

All’epoca era una mamma casalinga e suo marito lavorava presso Best Buy. La famiglia non era ricca e non c’era mai stata una richiesta di riscatto, hanno detto i funzionari in quel momento.

Quel giorno era andata a fare jogging vicino a casa sua a circa 215 miglia a nord di San Francisco. Suo marito, Keith Papini, ha trovato solo il suo cellulare e gli auricolari quando è andato a cercare perché non era riuscita a prendere i loro figli all’asilo. Ha lasciato la borsa e i gioielli.

Ha superato un test della macchina della verità, hanno detto gli investigatori.

Papini aveva DNA sia maschile che femminile sul suo corpo e sui suoi vestiti quando è stata trovata, e il DNA alla fine ha portato all’ex fidanzato, hanno detto i pubblici ministeri.

L’ex fidanzato ha detto agli inquirenti che Papini è rimasto con lui mentre lei era via e che lei gli aveva chiesto di venire a Redding a prenderla. Le autorità hanno verificato il suo account rintracciando due cellulari prepagati che avevano usato per parlare segretamente tra loro già a dicembre 2015, secondo il deposito del tribunale.

Un cugino dell’ex fidanzato ha anche raccontato agli inquirenti di aver visto due volte Papini, sfrenato, nell’appartamento dell’uomo. Records ha anche sostenuto la storia dell’ex fidanzato secondo cui aveva noleggiato un’auto e ha riportato Papini nel nord della California circa tre settimane dopo.

.

Leave a Comment