Selezionata la giuria del processo per crimini d’odio di Arbery

Bernstein ha sottolineato che l’accusa federale “non richiede prove di odio. Ciò che richiede è la prova che gli imputati hanno agito a causa della razza … il che significa che in questo caso, gli imputati hanno fatto supposizioni su Ahmaud in base al colore della sua pelle, lo hanno inseguito, minacciato e cercato di catturarlo loro stessi – e questo non sarebbe successo se fosse bianco. Questo è esattamente ciò che dimostrano le prove”.

Ha citato testi e post sui social media in cui Travis McMichael, che ora ha 36 anni, avrebbe usato la “parola n” sui neri e li ha anche definiti “animali, criminali, scimmie, selvaggi subumani”.

Gli avvocati della difesa hanno confutato le accuse dicendo ai giurati che gli uomini erano stati ispirati a inseguire Arbery dopo averlo visto correre per strada, in un momento in cui i vicini erano in “allerta alta” per segnalazioni di potenziali furti e sconfinamenti di proprietà. Un proprietario di casa aveva condiviso i video di sorveglianza di una telecamera di sicurezza residenziale, vista dai McMichael, che catturava Arbery mentre esplorava la sua proprietà, che era in costruzione.

La squadra di difesa ha definito la morte di Arbery una “tragedia americana” e ha riconosciuto che i loro clienti – già condannati per omicidio in un tribunale statale – erano responsabili delle azioni che hanno causato la sua morte. Dissero che gli epiteti che gli uomini hanno usato per descrivere gli afroamericani erano ripugnanti. Ma gli avvocati di Bryan e dei McMichael hanno sottolineato che tale linguaggio non è illegale e hanno affermato che gli uomini avevano deciso di seguire Arbery nei loro camioncini per aiutare i vicini a catturare l’uomo sospettato della violazione di domicilio.

“Per quanto tragica e sfortunata sia la morte di Ahmaud Arbery, le prove mostreranno che Greg McMichael ha seguito Arbery perché credeva di essere l’uomo del video a casa”, ha detto AJ Balbo, un avvocato difensore. “E Greg McMichael aveva ragione.”

Le dichiarazioni di apertura del caso di alto profilo sono arrivate poco dopo che il giudice distrettuale degli Stati Uniti Lisa Godbey Wood aveva fatto sedere una giuria di 12 membri composta da otto bianchi, tre neri e un ispanico – una giuria più diversificata rispetto al processo per omicidio di stato. Wood ha detto che si aspetta che il processo duri tra i sette ei 12 giorni.

Nel fornire istruzioni alla giuria, Wood ha affermato che l’onere della prova per il governo federale è “abbastanza alto” in un caso che i sostenitori dei diritti civili hanno affermato che potrebbe avere ampie implicazioni sociali in un momento di crescente nazionalismo bianco e una resa dei conti in corso sulla giustizia razziale.

Le accuse federali non si concentrano sull’omicidio di Arbery, ma piuttosto sulle accuse secondo cui i McMichaels e Bryan hanno intimidito Arbery e interferito con il suo diritto di usare una strada pubblica a causa della sua razza, che si qualifica come un crimine d’odio. Gli imputati sono anche accusati di rapimento e i McMichael devono affrontare un conteggio federale separato per l’uso di armi da fuoco durante un crimine di violenza.

Tra quelli all’interno dell’aula lunedì c’erano i genitori di Arbery, Marcus Arbery e Wanda Cooper-Jones, e sua sorella, Diane Jackson.

Era presente anche la moglie di Gregory McMichael, che è la madre di Travis. Non ha aspettato la selezione della giuria.

Marcus Arbery, che ha lasciato l’aula durante la dichiarazione di apertura di Bernstein, ha detto ai giornalisti fuori dal tribunale di essersi emozionato dopo averla sentita descrivere come suo figlio è stato ucciso. Ha definito il linguaggio razzista che i pubblici ministeri hanno detto che gli imputati avevano usato come “una malattia” e ha aggiunto che era difficile “ascoltare tutto questo odio”.

Nel descrivere il caso, Bernstein ha cercato di dipingere gli imputati come se avessero fatto il salto, senza prove, che l’uomo di colore nel video di sorveglianza domestica fosse responsabile di furti denunciati nella proprietà, anche se il proprietario della casa ha detto alla polizia che l’uomo non aveva preso nulla e i video sembravano mostrare Arbery, in pantaloncini da corsa e maglietta, che usciva di casa senza disturbare alcuna proprietà.

I McMichael “hanno persistito nella loro insistenza sul fatto che il ragazzo di colore non doveva avere niente di buono”, ha detto Bernstein. Quando Gregory McMichael, che ora ha 66 anni, un ex investigatore della polizia, ha visto Arbery correre davanti a casa sua nel quartiere di Satilla Hills, è corso dentro per prendere suo figlio, Travis. I due uomini hanno afferrato le armi da fuoco e hanno inseguito Arbery su un camioncino, con Bryan, ora 52enne, che si è unito all’inseguimento nel suo stesso camion.

I pubblici ministeri hanno descritto gli uomini che interrompevano il percorso di Arbery mentre cercava di scappare e metterlo all’angolo, costringendolo a provare a disarmare Travis McMichael, che ha risposto sparandogli. Bryan, che ha registrato l’incidente su un cellulare, ha detto agli investigatori che Travis McMichael ha usato un epiteto razziale dopo la sparatoria, un’accusa che il giovane McMichael ha negato.

Gli avvocati della difesa hanno abbozzato l’immagine di un quartiere in cui i residenti condividevano storie di criminalità in aumento e si esortavano a vicenda a essere più vigili. Hanno detto che un agente di polizia locale aveva perlustrato il quartiere e discusso con Gregory McMichael delle notizie secondo cui un uomo era stato visto violare il video di sorveglianza.

“Il governo sta descrivendo un vigilante, il che mi fa pensare a Batman e Robin”, ha affermato Amy Lee Copeland, avvocato di Travis McMichael. “Travis stava cercando di essere un buon vicino. Lui e suo padre stavano cercando di aiutare tutti… anche se ha avuto risultati disastrosi”.

Lunedì mattina, i giurati si sono identificati in base al loro comune di residenza. La maggior parte dei giurati bianchi ha affermato di provenire da comunità suburbane relativamente ricche, inclusa la comunità balneare di Tybee Island, al di fuori di Savannah, e una ricca comunità di camere da letto a sud di Savannah chiamata Richmond Hill. Almeno quattro giurati hanno affermato di essere di Augusta, sede del torneo di golf PGA Masters. Due dei giurati bianchi vivono a Statesboro, sede della Georgia Southern University.

I tre giurati neri hanno detto che provengono da città più piccole e due di loro si sono identificati come della classe operaia.

Ci sono due camionisti nella giuria, un uomo e una donna, entrambi bianchi. La maggior parte dei giurati ha affermato di avere un’istruzione universitaria; almeno due hanno un master e uno ha un dottorato.

Nakamura ha riferito da Washington.

Leave a Comment