Secondo i pubblici ministeri, Frank James, sospettato di sparare nella metropolitana di Brooklyn, avesse “scorte” di armi

L’uomo accusato di aver aperto il fuoco su un vagone della metropolitana di New York dell’ora di punta lo ha fatto con intenzioni “premeditate” e ha avuto accesso a una “scorta” di armi, hanno detto giovedì i pubblici ministeri.

Frank James, 62 anni, ha fatto la sua prima apparizione in un’aula di tribunale federale ed è accusato di aver commesso un attacco terroristico al trasporto di massa, un’accusa federale che potrebbe portare all’ergastolo se condannato, hanno detto i pubblici ministeri.

James ha preso un furgone U-Haul lunedì a Filadelfia ed è arrivato a New York City con piani violenti, secondo una nota depositata dal governo.

“L’imputato ha commesso una sparatoria di massa premeditata nel sistema della metropolitana di New York City e poi è fuggito dalla scena, con una scorta di munizioni e altri oggetti pericolosi stivati ​​nella sua unità di stoccaggio”, hanno scritto i pubblici ministeri federali.

Il promemoria non rivelava dove fosse conservata l’unità di archiviazione contenente il presunto deposito di armi di James, ma fonti delle forze dell’ordine hanno detto che era nell’area metropolitana di Filadelfia.

Le forze dell’ordine avrebbero trovato “munizioni da 9 mm, una canna di pistola filettata da 9 mm che consente di collegare un silenziatore o un soppressore, obiettivi e munizioni calibro .223, che vengono utilizzate con un fucile semiautomatico AR-15” in quell’unità di stoccaggio , secondo la nota.

Quando James è arrivato a Brooklyn, era armato “con tutte le armi e gli strumenti di cui aveva bisogno per portare a termine l’attacco di massa”, tra cui una pistola Glock, un contenitore di benzina, una torcia e fuochi d’artificio, hanno detto i pubblici ministeri.

Martedì James indossava un elmetto e un giubbotto luminoso in stile cantiere, che secondo il governo equivaleva a un “travestimento” che si è liberato subito dopo l’attacco “per fuggire dalla stazione della metropolitana inosservato”.

Le forze dell’ordine hanno anche recuperato un Taser e un caricatore di fucili ad alta capacità dal suo appartamento, secondo i pubblici ministeri.

Il giudice del magistrato degli Stati Uniti Roanne L. Mann ha ordinato un “ordine di detenzione permanente” mentre il caso va avanti, ma ha affermato che la difesa può presentare una domanda di cauzione lungo la strada.

Mentre gli avvocati difensori di James non si sono opposti all’ordine di carcerazione del giudice, l’assistente procuratore degli Stati Uniti Sara Winik ha detto che voleva essere ascoltata sulla questione.

“Il difensore ha aperto il fuoco in modo terrificante sui passeggeri di un affollato treno della metropolitana, interrompendo i loro spostamenti mattutini in un modo in cui la città non si vedeva da più di 20 anni”, ha detto Winik alla corte. “L’attacco dell’imputato è stato premeditato, è stato accuratamente pianificato e ha causato terrore tra le vittime e l’intera nostra città”.

Durante la breve udienza durata meno di 10 minuti, James ha risposto a una manciata di domande del giudice, dicendo di aver compreso il procedimento e la causa intentata contro di lui.

Non gli è stato chiesto di presentare un motivo.

Il giudice ha anche accolto la richiesta dell’assistente difensore federale Mia Eisner-Grynberg che il Bureau of Prisons conduca una valutazione psichiatrica di James e gli fornisca compresse di magnesio che prende per i crampi alle gambe.

James è stato arrestato mercoledì pomeriggio nel quartiere dell’East Village a Manhattan, ponendo fine a un’intensa ricerca di oltre 24 ore dopo che un uomo armato ha scatenato l’attacco non provocato ai pendolari dell’ora di punta a Brooklyn.

James aveva una patente di guida del Wisconsin, $ 38 in contanti e un secondo telefono cellulare con sé quando è stato arrestato, hanno detto a NBC New York fonti delle forze dell’ordine. Il suo primo cellulare sarebbe stato lasciato cadere sulla scena del crimine.

L’udienza di giovedì è a circa tre miglia e mezzo da dove è avvenuto l’attacco poco prima delle 8:30 di martedì. Il caos si è svolto a bordo di un treno N diretto a Manhattan mentre si fermava alla stazione della 36th Street nel quartiere di Sunset Park a Brooklyn.

L’aggressore della metropolitana ha dato una maschera antigas, ha fatto esplodere due bombolette di fumo e ha aperto il fuoco con una pistola Glock da 9 mm, sparando 33 colpi che hanno ferito 10 persone, ha detto la polizia.

Ci si aspetta che tutti i feriti sopravvivano, ma la mischia ha accresciuto i timori per la criminalità di strada a New York City, in particolare nella metropolitana.

Fuori dal tribunale federale, Eisner-Grynberg ha denunciato l’attacco di martedì e l’ha definita una “benedizione” che nessuno sia stato ucciso e che più persone non siano rimaste ferite.

La Glock si è bloccata durante la furia di martedì, impedendo a James di svuotare tre caricatori che avevano la capacità di trasportare 30 colpi ciascuno, hanno detto fonti delle forze dell’ordine.

“Stiamo anche imparando cosa è successo su quel treno e mettiamo in guardia contro una corsa al giudizio”, ha detto Eisner-Grynberg. “Quello che sappiamo è questo: ieri, il signor James ha visto la sua fotografia al telegiornale. Ha chiamato Crime Stoppers per aiutarlo, ha detto loro dove si trovava”.

L’avvocato difensore ha anche confermato che James ha chiamato lui stesso le autorità, portando al suo stesso arresto.

James è persino andato nei dettagli sui vestiti che indossava e sullo zaino verde che trasportava, secondo fonti delle forze dell’ordine.

E anche se James non avesse chiamato mercoledì pomeriggio, la polizia era ancora fiduciosa che sarebbe stato arrestato presto con gli agenti che prima avevano inondato il vicino quartiere del Lower East Side, sulla base di un altro suggerimento, hanno detto le fonti.

Ore dopo l’attacco, il sindaco Eric Adams, un ex agente di polizia che l’anno scorso ha reso la lotta al crimine un punto focale della sua campagna, ha annunciato che avrebbe aumentato significativamente la presenza della polizia nella metropolitana.

L’attacco di martedì complicherà anche il dibattito in corso sui mandati di ritorno in ufficio poiché alcuni datori di lavoro cercano di riportare i lavoratori alle scrivanie e ai cubicoli che hanno visto a malapena negli ultimi due anni a causa della pandemia.

Myles Miller, Jesse Kirsch, Alec Hernandez e Antonia Hylton ha contribuito.

Leave a Comment