San Francisco ricorda il consiglio scolastico considerato troppo concentrato sulla giustizia razziale

I risultati preliminari hanno mostrato che il voto per estromettere ciascuno dei membri del consiglio scolastico superava il 70%. Coloro che hanno perso il posto sono la presidente del consiglio scolastico Gabriela López e i membri Alison Collins e Faauuga Moliga.

Lo sforzo di richiamo è stato avviato da una coppia frustrata dalla mancata riapertura delle scuole da parte del consiglio lo scorso anno accademico. Anche se altri distretti hanno aperto o sviluppato sistemi ibridi di persona e remoti e poiché le scuole private della zona operavano di persona, San Francisco è rimasta remota per quasi tutti gli studenti, che non tornò fino all’autunno.

Allo stesso tempo, il consiglio si è impegnato in una serie di mosse di divisione volte all’equità razziale che i critici ritengono sconsiderate, in particolare per un periodo in cui le scuole erano chiuse e si accumulavano danni accademici ed emotivi ai bambini della città. Ad esempio, ha trascorso mesi a deliberare sulla ridenominazione di 44 scuole dopo che un comitato ha scoperto che i loro omonimi avevano collegamenti con la schiavitù, l’oppressione e il razzismo, sebbene molti dei presunti legami fossero sottili o, in alcuni casi, storicamente discutibili o imprecisi.

Il consiglio ha anche affermato che la Lowell High School, un programma d’élite popolato in modo schiacciante da studenti asiatici americani e bianchi, aveva bisogno di un sistema di ammissione che rappresentasse meglio i residenti neri e ispanici della città. La decisione brusca del consiglio di modificare le regole di ammissione, passando a una lotteria, ha irritato la numerosa popolazione cinese americana di San Francisco.

I leader del movimento di richiamo hanno affermato che il voto ha mostrato una fame per le scuole di concentrarsi sull’educazione dei bambini.

Anche altri leader della città erano frustrati. Il sovrintendente si è dimesso ed è stato convinto a tornare solo dopo che i membri del consiglio hanno concordato, per iscritto, di concentrarsi sulla riapertura delle scuole. Il sindaco London Breed, un democratico, ha approvato la campagna di richiamo, dicendo che era importante che il consiglio scolastico non venisse “distratto da influenze o programmi politici non necessari”.

“In questa città profondamente divisa, in questo Paese profondamente diviso, mostra che ci sono alcune cose su cui possiamo essere tutti d’accordo. Leadership competente. Buone scuole pubbliche. Proteggere i nostri bambini più svantaggiati”, hanno dichiarato mercoledì Siva Raj e Autumn Looijen, che hanno lanciato lo sforzo di richiamo.

Razza, chi approvato la campagna di richiamo, integrerà le sostituzioni per i membri del consiglio scolastico estromessi.

“I nostri bambini hanno sofferto tremendamente durante questa pandemia”, ha detto in a dichiarazione dopo i risultati. “È ora di concentrare nuovamente i nostri sforzi sulle basi per fornire un’istruzione di qualità a tutti gli studenti”.

La decisione di modificare i criteri di ammissione per la Lowell High School si è rivelata estremamente controversa. Le ammissioni al Lowell alla lotteria hanno aumentato la rappresentanza tra gli studenti neri e ispanici.

Ma i critici della decisione, inclusi molti alunni e genitori della scuola, hanno accusato che fosse anti-asiatica. Sostenevano anche che avrebbe attenuato gli standard accademici che avevano reso la scuola un luogo straordinario per l’apprendimento.

La rabbia è stata ulteriormente alimentata dai tweet anti-asiatici di Collins che sono stati pubblicati nel 2016, prima che lei entrasse nel consiglio, ma scoperti l’anno scorso. Hanno accusato gli asiatici americani di beneficiare della “minoranza modello BS” e di usare “il pensiero suprematista bianco per assimilare e ‘andare avanti’. Ha anche suggerito che non stavano tenendo testa al presidente Donald Trump, usando un insulto razziale per descriverli.

Il consiglio scolastico ha votato per privare Collins della sua posizione di vicepresidente e Collins ha risposto citando in giudizio il consiglio scolastico, producendo ulteriori disordini non correlati all’istruzione dei bambini.

Il Chinese American Democratic Club ha esortato gli elettori a sostenere il richiamo. L’elezione, a differenza di molte altre in città, sembrava galvanizzare gli elettori asiatici. Ann Hsu, una madre e organizzatrice della Task Force di sensibilizzazione degli elettori cinesi/API, ha affermato che il voto è stato un ripudio delle azioni anti-asiatiche. Ha indicato la decisione di Lowell e ha detto che il consiglio aveva “represso le nostre preoccupazioni”.

“I membri del consiglio scolastico richiamati stanno pagando il prezzo delle loro azioni che sono state palesemente discriminatorie nei confronti della comunità AAPI”, ha affermato.

L’ennesima controversia che ha travolto il consiglio riguardava il suo sforzo di dipingere sui murales dell’era della Depressione considerati offensivi per i neri e i nativi americani. Alla fine il consiglio ha accettato di nascondere ma non distruggere i murales storici.

Il presidente Biden ha ottenuto l’86% dei voti nella San Francisco liberale. Ma le azioni del consiglio scolastico hanno alienato gli elettori che erano d’accordo con una critica sempre più comune alla sinistra secondo cui ha lavorato troppo duramente sulle misure di equità razziale e non abbastanza per migliorare il bilancio della pandemia su scuole e bambini.

I leader del movimento per il ritiro, Raj e Looijen, hanno alimentato la sensazione di fare causa comune con i conservatori quando hanno è apparso nel programma radiofonico di Glenn Beck in un segmento sui genitori che respingono le scuole, attirando critiche a casa.

Mesi dopo l’avvio dello sforzo di richiamo, la corsa al governatore della Virginia ha mostrato il potere dell’istruzione come questione politica quando il repubblicano Glenn Youngkin ha vinto con una forte enfasi sulla chiusura delle scuole e sulla razza.

Jenny Lam, un membro del consiglio scolastico di San Francisco che non era soggetto al richiamo, ha suggerito in a dichiarazione che le elezioni sono state un campanello d’allarme. “Con le elezioni di questa sera cambiamo rotta. Ora dobbiamo andare avanti per concentrare le nostre energie sui nostri studenti e sulle nostre scuole”.

Leave a Comment