Risposta repubblicana allo Stato dell’Unione da Iowa Gov. Kim Reynolds: NPR


Iowa Gov. Kim Reynolds, visto sopra il 10 gennaio 11 a Des Moines, si presenta alla nazione pronunciando la risposta repubblicana al discorso del presidente Biden sullo stato dell’Unione.

Charlie Neibergall/AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Charlie Neibergall/AP


Iowa Gov. Kim Reynolds, visto sopra il 10 gennaio 11 a Des Moines, si presenta alla nazione pronunciando la risposta repubblicana al discorso del presidente Biden sullo stato dell’Unione.

Charlie Neibergall/AP

In risposta al primo discorso del presidente Biden sullo stato dell’Unione, Iowa Gov. Kim Reynolds offre la confutazione repubblicana. Reynolds ha attirato l’attenzione nazionale per come ha gestito la pandemia di COVID-19. Poche ore prima di parlare, Reynolds ha firmato una legge sulle tasse che eliminerà le tasse statali dell’Iowa sul reddito da pensione e implementerà nuove agevolazioni fiscali per gli agricoltori in pensione.

Per notizie, verifica dei fatti e approfondimenti dal discorso del presidente e dalla risposta repubblicana, dai un’occhiata al blog degli aggiornamenti in tempo reale di NPR.

Ecco cosa aveva da dire Reynolds:

Leggi Iowa Gov. Il commento completo di Kim Reynolds

Buona serata. Sono Kim Reynolds, governatore del grande stato dell’Iowa.

Come te, ho appena visto il discorso del Presidente. Ho ascoltato come governatore del nostro stato, come mamma e nonna di 11 anni, che è preoccupata che il nostro Paese sia sulla strada sbagliata.

Siamo passati un anno dalla sua presidenza e, invece di portare avanti l’America, sente che il presidente Biden e il suo partito ci hanno mandato indietro nel tempo, alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80.

Quando l’inflazione incontrollata stava martellando le famiglie, una violenta ondata di criminalità si stava abbattendo sulle nostre città e l’esercito sovietico stava cercando di ridisegnare la mappa del mondo.
Anche prima di prestare giuramento, il presidente ci ha detto che voleva ‘rendere l’America rispettata in tutto il mondo e unirci qui a casa’.
Ha fallito su entrambi i fronti.

Il disastroso ritiro dell’Afghanistan ha fatto più che costare vite americane; ha tradito i nostri alleati e incoraggiato i nostri nemici.

La Corea del Nord sta testando di nuovo i missili a un ritmo allarmante, il presidente della Camera ha recentemente avvertito i nostri atleti olimpici di non parlare contro la Cina, e ora la Russia ha lanciato un’invasione militare su vasta scala dell’Ucraina non provocata: un attacco alla democrazia, alla libertà, e lo stato di diritto.

Ora tutti gli americani devono essere uniti nella solidarietà con il coraggioso popolo ucraino mentre difendono coraggiosamente il loro paese contro la tirannia di Putin. Mentre combattono per la loro libertà.

Ma non dovremmo ignorare quello che è successo prima dell’invasione di Putin. Rinunciare alle sanzioni sugli oleodotti russi limitando la produzione di petrolio qui a casa; concentrandosi sulla correttezza politica piuttosto che sulla prontezza militare; reagire agli eventi mondiali invece di guidarli.

La debolezza sulla scena mondiale ha un costo. E l’approccio del Presidente alla politica estera è sempre stato troppo scarso, troppo tardi.

È tempo che l’America proietti ancora una volta fiducia; è tempo di essere decisivi. È tempo di guidare.

Ma non possiamo proiettare forza all’estero se siamo deboli in patria. Ed è di questo che voglio discutere con te stasera.

Il Presidente e i Democratici al Congresso hanno trascorso l’ultimo anno ignorando i problemi che gli americani devono affrontare o peggiorandoli.

Sono stati avvertiti che spendere trilioni di dollari avrebbe portato a un’inflazione impennata. Gli è stato detto che le loro politiche anti-energia avrebbero portato i prezzi del gas a nuovi livelli. Ma sono andati avanti comunque, alzando il prezzo alla pompa del 50% e spingendo l’inflazione al massimo degli ultimi 40 anni.

Quattro decenni fa, quando la nostra nazione stava vacillando per l’ultima volta dall’inflazione, ero una giovane mamma lavoratrice, appena agli inizi. Mio marito Kevin ha lavorato giorni mentre io guardavo le nostre ragazze. Poi cambieremmo. Passavamo in cortile mentre lui tornava a casa e io partivo per andare a lavorare la sera al negozio di alimentari locale.

Dall’altra parte della cassa, ho visto il dolore dell’inflazione sui volti dei miei vicini; Ho visto cosa succede quando i prezzi salgono più velocemente dei salari.

L’amministrazione Biden ritiene che l’inflazione sia “un problema di alto livello”. Posso dirti che è un problema di tutti.

Ho visto gli stipendi di mamme e papà comprarli sempre meno. Ho guardato i lavoratori scegliere quali cose essenziali portare a casa e quali lasciare alla cassa.

E ora le decisioni del presidente Biden hanno un’intera nuova generazione che prova lo stesso dolore.

Quando ho prestato giuramento cinque anni fa, ho promesso agli Iowans che non avrei mai perso di vista chi stavo lavorando. Che non mi sarei distaccato dai problemi che stavano affrontando, dai problemi che avevo affrontato io stesso.

Ma non è necessario controllare i generi alimentari per vedere cosa fa l’inflazione elevata alle persone. Devi solo uscire dalla DC Bubble. Parla con gli americani di ciò che hanno in mente. Chiedi loro: quali sono le tue preoccupazioni? cosa ti tiene sveglio la notte?
Te lo diranno e io posso dirti cosa non c’è in quella lista.

Non ti diranno che spendere trilioni di più e mandare in bancarotta i loro figli è la risposta ai loro problemi.

Non ti diranno che dovremmo pagare le persone per non lavorare.

E di certo non ti diranno che dovremmo dare miliardi in omaggi fiscali a milionari e miliardari negli stati controllati dai democratici come California, New York e New Jersey.

Ma questo è ciò per cui l’amministrazione Biden ha spinto nell’ultimo anno. Fa tutto parte di Build Back Better.

Per fortuna l’agenda del Presidente non è stata approvata, perché anche i membri del suo stesso partito hanno detto basta.

Ebbene, il popolo americano condivide questo punto di vista. Quando è troppo è troppo.

E non è solo con la spesa DC.

Gli americani sono stanchi di una classe politica che cerca di trasformare questo paese in un luogo in cui poche élite dicono a tutti gli altri quello che possono e non possono dire. Cosa possono e non possono credere.

Sono stanchi delle persone che fingono che il modo per porre fine al razzismo sia classificare tutti in base alla loro razza.

Sono stanchi dei politici che dicono ai genitori che dovrebbero sedersi, tacere e lasciare che il governo controlli l’istruzione e il futuro dei loro figli.

Francamente, sono stanchi del teatro. Dove i politici fanno una cosa quando le telecamere girano e un’altra quando credono che tu non possa vederli.

Dove governatori e sindaci fanno rispettare i mandati ma non li seguono. Dove i leader eletti dicono ai loro cittadini di restare a casa mentre se ne vanno di nascosto in Florida per il sole e il divertimento; dove chiedono a tuo figlio di indossare una maschera, ma escono senza maschera.

Hai sentito le scuse. Stavano solo trattenendo il respiro.

Ma è il popolo americano che aspetta di espirare. Aspettando che la follia finisca.

Ora viviamo in un paese in cui la criminalità violenta è fuori controllo, i pubblici ministeri liberali stanno liberando i criminali facilmente e molti eminenti democratici vogliono ancora definanziare la polizia.

Sembra che sia tutto al contrario. L’amministrazione Biden richiede vaccini per gli americani che vogliono andare a lavorare o proteggere questo Paese ma non per i migranti che attraversano illegalmente il confine.

Il Dipartimento di Giustizia tratta i genitori come terroristi domestici, ma saccheggiatori e taccheggiatori vagano liberi.

Il popolo americano è lasciato a sentirsi come se fosse il nemico.

Questo non è lo stesso paese di un anno fa. Il presidente ha cercato di dipingere un quadro diverso stasera, ma le sue azioni negli ultimi dodici mesi non corrispondono alla retorica. Non è quello che aveva promesso quando è entrato in carica.

Ma non deve essere così. C’è un’alternativa.

In tutta la nazione, i governatori ei legislatori repubblicani stanno mostrando agli americani che aspetto ha la leadership conservatrice. Cosa significa rispettare le persone che serviamo. Per ascoltarli. Per difenderli e camminare al loro fianco.

Sappiamo che i nostri problemi richiedono un’azione audace, ma sappiamo anche che un’azione audace non deve necessariamente significare un’azione del governo. Sono gli americani che prendono le proprie decisioni per le proprie famiglie e per il futuro.

I governatori repubblicani hanno affrontato lo stesso virus Covid-19 a testa alta. Ma abbiamo onorato le vostre libertà e abbiamo visto subito che i blocchi e la chiusura delle scuole hanno comportato costi significativi; quei mandati non erano la risposta. E in realtà abbiamo ascoltato la scienza, specialmente con i bambini in maschera e i bambini nelle scuole.

Quello che è successo – e sta ancora accadendo – ai nostri figli negli ultimi due anni è irragionevole. Perdita di apprendimento. Isolamento. Ansia. Depressione. In così tanti stati, i nostri bambini sono stati lasciati indietro e molti non li raggiungeranno mai.

Ecco perché l’Iowa è stato il primo stato della nazione a richiedere che le scuole aprano i battenti. Sono stato attaccato dalla sinistra; Sono stato attaccato dai media. Ma non è stata una scelta difficile. È stata la scelta giusta.

E mantenere aperte le scuole è solo l’inizio della rivoluzione pro-genitori e pro-famiglia che i repubblicani stanno conducendo in Iowa e negli stati di questo paese.

I repubblicani credono che i genitori contino. Era vero prima della pandemia e non è mai stato così importante dire ad alta voce: i genitori contano.

Hanno il diritto di sapere e di avere voce in capitolo su ciò che viene insegnato ai loro figli.

Le famiglie hanno anche tutto il diritto di vivere in una comunità sicura e protetta. E questo inizia con un paese sicuro e protetto.

Ma l’amministrazione Biden ha rifiutato di proteggere il nostro confine. Si sono rifiutati di fornire le risorse per fermare il traffico di esseri umani. Per fermare l’incredibile afflusso di droghe mortali nei nostri quartieri. Si sono rifiutati di proteggerti.
Con il Texas e l’Arizona in testa, io, insieme ai governatori repubblicani di diversi stati, ho inviato risorse al confine. E in realtà siamo andati al confine, cosa che il nostro Presidente e Vicepresidente devono ancora fare da quando sono entrati in carica.

Per quanto riguarda l’economia, il contrasto non potrebbe essere più netto. Mentre i Democratici a Washington stanno spendendo trilioni di dollari, facendo salire l’inflazione, i leader repubblicani in tutto il paese stanno equilibrando i budget e tagliando le tasse. Perché sappiamo che i soldi spesi per Main Street sono meglio dei soldi spesi per la burocrazia.

Oggi ho firmato una legge che elimina la tassa dell’Iowa sul reddito da pensione e fissa la nostra aliquota fiscale al 3,9%. È meno della metà di quello che era solo quattro anni fa.
E non dovrebbe sorprendere che dei primi 20 stati con i tassi di disoccupazione più bassi, 17 abbiano governatori repubblicani.

I repubblicani potrebbero non avere la Casa Bianca. Ma stiamo facendo il possibile per colmare il vuoto di leadership. Sulle questioni che affliggono gli americani, i repubblicani sono in testa.

Difendiamo genitori e figli; stiamo in piedi per la vita. Manteniamo le nostre comunità al sicuro e ringraziamo quelli in uniforme. Stiamo combattendo per ripristinare l’indipendenza energetica dell’America, compresi i biocarburanti. Stiamo riportando le persone al lavoro, non le paghiamo per stare a casa. Soprattutto, rispettiamo la tua libertà.

Dietro di me c’è il Campidoglio dell’Iowa, dove mostriamo il nostro motto statale: “Premiamo le nostre libertà e manterremo i nostri diritti”.

Non sono solo parole vuote. È convinzione che la grandezza di questo stato, che la grandezza di questo paese, risieda nel nostro popolo, non nel governo.

Non dovresti svegliarti ogni mattina e preoccuparti della prossima cosa che il governo farà a te, ai tuoi affari o ai tuoi figli.

Se noi, come leader eletti, stiamo facendo il nostro lavoro, allora il governo sta lavorando bene ma opera in background. È sostenere l’ingegnosità e lo spirito della nostra gente, non soffocarla. Li tiene al sicuro, non limita la loro libertà.

Questo è quello che credo. Questo è ciò che credono i repubblicani. Ed è quello che stanno facendo i repubblicani.

Ho la fortuna di essere il governatore dell’Iowa, dove le persone sono umili, laboriose e patriottiche. Ci prendiamo cura l’uno dell’altro. E sì, siamo, come si suol dire, Iowa Nice.

Ma non devi essere dell’Iowa per vedere che questi sono i valori migliori dell’America, tutta l’America.

Negli ultimi anni, ho riposto la mia fiducia negli Iowan e non mi hanno deluso.

Incoraggio questo Presidente a fare lo stesso. Per riporre la sua fiducia in te, il popolo americano, che non ha mai vacillato nella tua fede in questo paese, indipendentemente da chi lo guida.

Perché sai – hai dimostrato – che l’anima dell’America non riguarda chi vive alla Casa Bianca; sono uomini e donne come voi, in ogni angolo di questa nazione, che sono disposti a farsi avanti e ad assumersi la responsabilità, per le vostre comunità, per i vostri vicini e, in definitiva, per voi stessi.

Almeno con questa misura più importante, lo Stato della nostra Unione è davvero forte.

Grazie, Dio vi benedica e Dio benedica gli Stati Uniti d’America”.

Leave a Comment