Rep. Ucraina Americana Lo Sparta accompagnerà Biden all’indirizzo dello Stato dell’Unione

Non le è mai passato per la mente che avrebbe servito al Congresso in un momento in cui il suo paese d’origine era stato invaso dalla Russia.

“Non avrei mai voluto pensare che avrei dovuto affrontare una crisi del genere. Sai, non ho mai pensato di trovarmi nel posto in cui sono. A volte mi chiedo se Dio abbia una ragione per questo”, ha detto Sparta in un’intervista. “Voglio essere una risorsa per il nostro Paese, essere d’aiuto per affrontare questa situazione. Ho quell’esperienza”.

In qualità di primo immigrato di origine ucraina a prestare servizio nel Congresso degli Stati Uniti, la matricola del legislatore ha assunto un ruolo di primo piano per i repubblicani esprimendo sia l’orrore di ciò che il mondo sta assistendo durante l’invasione russa sia discutendo su ciò che gli Stati Uniti dovrebbero fare in risposta . Martedì sera, farà parte del gruppo di legislatori che accompagnerà il presidente Biden nell’aula della Camera per un discorso sullo stato dell’Unione che dovrebbe concentrarsi fortemente sul conflitto in corso nel suo paese d’origine.

Spartz, 43 anni, si è unita ai suoi colleghi repubblicani nel criticare aspramente Biden per la sua gestione della crisi ucraina, anche per non aver imposto sanzioni alla Russia prima dell’invasione – una mossa che secondo la Casa Bianca non avrebbe scoraggiato il presidente russo Vladmir Putin e potrebbe aver gli fece invadere prima.

“Quindi penso che abbiamo l’obbligo e il dovere di salvare questo mondo, salvare il popolo ucraino per sopravvivere e questo presidente ha bisogno di mettersi insieme ed esercitare un po’ di leadership. Quello che sta succedendo sotto la sua sorveglianza è un’atrocità. Quello che sta facendo a questo paese e al mondo è imperdonabile”, ha detto martedì in una conferenza stampa alla Camera repubblicana. “Ma penso che ci uniremo come repubblicani e democratici, ma deve agire con decisione in fretta o anche il sangue di molti ucraini sarà nelle sue mani”.

La Casa Bianca ha respinto queste critiche, osservando che Biden ha collaborato con gli alleati europei per colpire Mosca, così come Putin personalmente, con dure sanzioni nel tentativo di paralizzare l’economia russa.

E mentre Sparta è stata pesantemente critica nei confronti di Biden, lo è stata meno dell’ex presidente Donald Trump, che è stato messo sotto accusa nel 2019 ma successivamente assolto dal Senato per aver rifiutato gli aiuti militari e una visita alla Casa Bianca per il presidente ucraino Volodymyr Zelensky mentre spingeva per un’indagine sulle attività di Hunter Biden, figlio del presidente Biden, in Ucraina.

Era riluttante in un’intervista a criticare Trump per i suoi recenti commenti su come Putin ha gestito la sua decisione di invadere l’Ucraina dicendo che era “geniale”, “abbastanza esperto” e “abbastanza intelligente” perché “sta conquistando un paese per $ 2 di sanzioni”.

Sparta ha detto che non “sempre le piace come esprime il suo linguaggio”, ma pensa che Trump abbia ragione sulla premessa che Putin è intelligente, spesso ingannando gli Stati Uniti e il resto del mondo a reagire piuttosto che contrastarlo sul fronte fine.

“Non siamo sempre solo due passi indietro, ma 10 passi indietro”, ha detto. “Utilizza davvero le nostre debolezze per le sue ambizioni e vantaggi”.

Spartz è stato eletto nel 2020 su una piccola piattaforma di governo e sostenendo che i Democratici stavano diventando il partito del socialismo. Lei e altre otto matricole del GOP hanno fondato la “Freedom Force” per contrastare la “Squadra” liberale. Oltre a Sparta, il gruppo comprende anche altri tre repubblicani le cui famiglie sono fuggite dalla Cuba comunista, tra cui Reps. Maria Elvira Salazar (R-Fla.), Carlos A. Gimenez (R-Fla.) e Nicole Malliotakis (RNY).

Aveva trascorso il suo primo mandato al Congresso concentrandosi principalmente su questioni interne fino allo scoppio della crisi in Ucraina.

Sparta ha affermato di essere stata proattiva nel presentarsi come una risorsa utile per l’amministrazione. Nelle ultime settimane, ha ricordato al Segretario di Stato Antony Blinken e al Presidente del Joint Chiefs of Staff Gen. Mark A. Milley in telefonate separate su come la sua esperienza unica di crescere in Ucraina, la sua fluidità sia in russo che in ucraino e la sua comprensione di come i politici lavorano all’estero potrebbero essere di loro aiuto.

Ha detto di aver anche fatto un appello diretto al capo di stato maggiore della Casa Bianca Ron Klain, la cui famiglia proviene dal suo distretto. La sua risposta a parlare con Klain è rimasta senza risposta e altri nell’amministrazione non hanno dato seguito alle sue chiamate.

“Questo è tutto ciò che puoi fare”, ha detto delle sue chiamate.

Spartz ha concentrato la maggior parte dei suoi sforzi nel tentativo di portare a casa la gravità dell’attacco all’Ucraina ai suoi colleghi repubblicani della Camera e ha parlato due volte durante le recenti riunioni settimanali della conferenza, incluso martedì.

Si è unita ad alcuni dei suoi colleghi del GOP nel chiedere agli Stati Uniti e ai loro alleati di trovare il modo di interrompere la loro dipendenza dalle forniture russe di petrolio e gas aumentando al contempo le perforazioni di petrolio e gas negli Stati Uniti.

Durante un incontro con il Caucus ucraino del Congresso lunedì, l’ambasciatore ucraino negli Stati Uniti Oksana Markarova ha chiesto ai membri di interrompere le importazioni di petrolio dalla Russia.

“Ha praticamente detto, sai, ‘ogni goccia di petrolio e gas è piena di sangue ucraino e non stai nemmeno parlando di fare nulla. Stai ancora comprando energia russa’”, ha ricordato Sparta.

Un’altra questione a cui il Congresso dovrà rispondere è una potenziale crisi dei rifugiati poiché sempre più ucraini fuggono dal loro paese. Spartaz si è unito a un elenco crescente di repubblicani della Camera che hanno chiesto l’applicazione di regole di immigrazione rilassate ai rifugiati ucraini in modo che possano venire negli Stati Uniti.

Sparta ha detto che la sua attuale attenzione all’invasione e al ruolo attivo che sta giocando al Congresso l’ha portata via dal fare il check-in con la famiglia e gli amici che rimangono all’estero.

“Ho parlato con alcune persone, alcuni conoscenti, ma non ho avuto nemmeno molto tempo per chiamare le persone. È difficile persino chiamare le persone perché le persone sono sedute sottoterra. Molti dei loro telefoni ora le batterie sono scariche”, ha detto. “Sono stato così impegnato ad affrontare tutto questo qui, quindi alla fine non posso fare molto per aiutarli lì.”

Ha detto che il suo tributo personale è “molto difficile”, soprattutto perché si vede nei volti delle madri che cercano di proteggere i loro bambini dalla crudele realtà della guerra.

“È devastante quando lo vedi. Non importa quale paese sia, sai, è triste. Una tale perdita di vite umane per niente. Hai una persona che tiene in ostaggio il mondo intero”, ha detto.

Ma ha detto di credere nella resilienza del popolo ucraino nonostante il grave pericolo che deve affrontare.

“Spero che le cose miglioreranno; devi essere sempre ottimista. Ma come ho detto, è una lotta tra Davide e Golia”, ha detto. “A lungo termine, gli ucraini non si arrenderanno. Gli ucraini semplicemente non si sottometteranno. La Russia alla fine perderà, ma costerà molte vite”.

Leave a Comment