Rangers vs. Penguins: Blueshirts torna a Broadway mentre “Igor, Igor, Igor” assiste alla vittoria.

Venerdì 13, nell’anniversario della vittoria dei Rangers alle finali della Eastern Conference nel 2015, i Rangers sono tornati a Pittsburgh per tentare di rimanere uguali un altro giorno e riportare questo serio a casa al Garden. Il pubblico non ha mollato affatto con i loro cori di “IG – OR” che sembravano scuotere il portiere nelle ultime partite casalinghe.

Con il capitano dei Penguins Sidney Crosby fuori a causa di un infortunio e Tyler Motte di nuovo in formazione per la prima volta in questi playoff, molti hanno considerato questo come un barlume di speranza che i Rangers potessero radunare abbastanza per forzare una partita 7. E hanno fatto proprio questo.

1° periodo

Sebbene non fosse un inizio così negativo come il 5 contro 3, i Rangers sembravano comunque muoversi lentamente e prendere il primo rigore della partita. Perdere gli ingaggi, Lindgren sembra addolorato e la difesa non controlla i rimbalzi… fermami quando l’hai sentito prima. È stato facile cadere negli stessi problemi che le Blueshirts hanno avuto in tutte le serie e dopo una grande occasione di Strome nella piega, ma nulla da dimostrare, sono stati i Penguins a colpire per primi come tante volte prima.

PIT: Jeff Carter (4) – Kasperi Kapanen (3) & Marcus Pettersson (2) – 14:12

Dopo molte occasioni davanti alla rete e persino Shesterkin che è stato spinto nell’area di gioco, Carter si avvolge per un gol di rimbalzo per l’1-0.

PIT: Bryan Rust (2) – Jake Guentzel (2) – 15:48

Meno di due minuti dopo il gol di Carter, Rust riesce a virare un altro per il 2-0. Guentzel ha lavorato molto sull’assist, che finora ha segnato la maggior parte del punteggio per i Penguins durante questa serie.

Così sarebbe finito il periodo, lasciando tutti (me compreso) con il fiato sospeso, chiedendosi se questo gioco sarebbe andato come l’ultimo o se quel periodo fosse solo l’inizio del treno che esce dai binari.

2° periodo

Presto scopriremmo però che quando i Rangers dicevano ‘no quit’ intendevano sul serio. Sono usciti per il secondo periodo con l’aspetto di una squadra diversa da quella che avevamo visto, mai prima, in questa serie. Con lotta.

NYR: PP Mika Zibanejad (1) – Ryan Strome (4) e Adam Fox (3) – 5:05

Mika è uscito oscillando sul power play, vincendo l’ingaggio e trasformandolo subito in un gol per mettere i Rangers sul tabellone.

NYR: Mika Zibanejad (2) – Adam Fox (3) e Ryan Lindgren (1) – 6:21

Meno di due minuti dopo, lo ha fatto di nuovo per pareggiare la partita e far vacillare un po’ i Penguins. Ha avuto qualche occasione in più a metà secondo periodo, portando tutti a credere che una tripletta fosse imminente per lui.

Dopo una penalità di sticking alta sui Pens, Frank Vatrano ha lasciato il ghiaccio perché è stato colpito direttamente in faccia con il detto stick alto. La chiamata finì per essere durata quattro minuti dando ai Rangers un’enorme opportunità di gioco di potere che li ripagò.

NYR: PP Chris Kreider (3) – Mika Zibanejad (5) e Igor Shesterkin (1) – 13:48

Sì, avete letto bene. Shesterkin ha iniziato questo gioco sulla linea di porta con un passaggio heads-up, sapendo che Pittsburgh stava cambiando linea. Lo ottiene a Mika che lo ottiene a Kreider che ottiene un gol in power play per prendere il comando e ribaltare completamente questo gioco.

PIT: Evgeny Malkin (2) – 16:36

Malkin non ha lasciato che i Rangers avessero il vantaggio per troppo tempo prima di prenderlo nelle sue mani. Senza assistenza, ha portato il disco a rete e ha pareggiato la partita.

È così che è finito il terzo periodo e se suona familiare, lo fa. Questo è esattamente come è andata l’ultima partita di MSG e ti viene da chiederti se i Rangers come verso il terzo periodo in parità.

3° periodo

Non è successo molto nella prima metà di questo periodo, ma tante occasioni per i Pinguini che non si sono trasformate in niente. Con i cori “IG – OR” in corso e lui che ha fatto le grandi salvate, il tempo è sceso a meno di 10 minuti dalla fine del regolamento prima che New York realizzasse tiri significativi in ​​porta.

NYR: Mika Zibanejad (3) – Chris Kreider (3) e Adam Fox (5) – 18:32

Mentre il tempo scendeva, Tyler Motte si impossessa del disco, lo passa a Kreider che ha una possibilità su un tiro da 50 piedi fuori e dopo un rimbalzo ha superato Domingue, e ha preso il comando a meno di due minuti dalla fine.

Alla fine hanno dato questo gol a Mika Zibanejad che lo ha deviato di un soffio, il che significa che ha segnato una tripletta in questa partita anche se non è stata celebrata come tale al momento.

NYR: Andrew Copp (4) – Kevin Rooney (2) e Adam Fox (6) – 19:33

I Penguins hanno tirato il portiere, hanno avuto alcune possibilità, ma alla fine Andrew Copp ha bussato a porta vuota ei Rangers hanno preso un vantaggio nel finale per 5-3 fino allo scadere del tempo nel terzo periodo a Pittsburgh.

I Rangers lo porteranno a casa per la settima partita in questa serie, tornando da tre partite a una.

Domenica sera. Madison Square Garden.

Leave a Comment