Ragazza scomparsa Saugerties: due anni dopo, la polizia la trova viva sotto le scale

Il bambino è stato denunciato come scomparso il 13 luglio 2019 da Cayuga Heights, un villaggio alla periferia di Ithaca, New York. All’epoca, si credeva che fosse stata rapita dai suoi genitori non affidatari, Kimberly Cooper e Kirk Shultis Jr., ha detto la polizia in un comunicato stampa.

Durante i 2 anni e mezzo di indagine, le autorità hanno ricevuto diversi suggerimenti sulla casa nella zona di Saugerties dove alla fine si trovava il bambino, ma ogni volta i residenti hanno negato di sapere dove si trovasse la ragazza, afferma il comunicato. La città di Saugerties si trova a circa 160 miglia a est di Cayuga Heights.

“Ogni volta, abbiamo incontrato la resistenza degli occupanti della residenza. Ci è stato detto che il bambino non c’era, che stavamo solo molestando la famiglia”, ha detto martedì a HLN il capo della polizia di Saugerties Joseph Sinagra in un’intervista.

In diverse occasioni, gli investigatori sono stati ammessi in casa senza un mandato, ma hanno ricevuto “accesso limitato” da Kirk Shultis Jr. e Kirk Shultis Sr., aggiunge il comunicato.

La situazione è cambiata lunedì quando la polizia ha ricevuto informazioni che il bambino era stato nascosto e ha ottenuto un mandato di perquisizione per la casa. La polizia ha eseguito quel mandato poco dopo le 20:00, si legge nel comunicato. Il proprietario della casa ha negato di sapere dove si trovasse la ragazza, dicendo di non averla vista da quando era stata dichiarata scomparsa nel 2019, ha aggiunto il comunicato.

Qualcosa di strano in una scala

Dopo un’ora di ricerca, un investigatore ha notato che i gradini che conducono alla base erano costruiti in modo strano. Il detective, Erik Thiele, ha puntato una torcia attraverso una fessura dei gradini di legno e ha visto quella che sembrava essere una coperta, afferma il comunicato.

Gli investigatori hanno rimosso molti dei passaggi, ha aggiunto il comunicato, e “è stato allora che gli investigatori hanno visto un paio di piedini”.

“La bambina e il suo rapitore, Kimberly Cooper, sono stati trovati nascosti in un recinto buio e umido”, ha affermato il comunicato della polizia. Le autorità ritengono che Cooper e il bambino siano rimasti a casa da quando sono scomparsi nel 2019, ha detto Sinagra, aggiungendo che la scala sembrava essere stata costruita per nasconderli entrambi.

La polizia ha arrestato i genitori non affidatari del bambino e Shultis Sr., afferma il comunicato.

Fatti veloci sui bambini scomparsi

Cooper è stato accusato di due reati minori: interferenza della custodia di secondo grado e pericolo per il benessere di un bambino, e secondo la polizia rimane in prigione a causa di un mandato d’arresto precedente emesso dal tribunale della famiglia.

Kirk Shultis Jr. e Kirk Shultis Sr. sono stati entrambi accusati di interferenza di custodia di primo grado, un reato, e di mettere in pericolo il benessere di un bambino, un reato minore. Entrambi sono stati sponsorizzati e rilasciati dietro loro riconoscimento, ha detto la polizia. A tutti e tre gli imputati è stato ordinato dal tribunale di stare lontano dal bambino.

La CNN non è stata in grado di identificare gli avvocati degli imputati o di contattare le tre persone o i membri della famiglia per un commento.

Un’ultima fermata: un drive-thru di McDonald’s

La giovane era “sconvolta ed era preoccupata” quando la polizia l’ha salvata per la prima volta, ha detto Sinagra.

“Questo pone la domanda, cosa è stato detto alla bambina della polizia e, sai, perché la polizia è venuta a prenderla”, ha detto Sinagra. “Questo è ciò che mi preoccupa… E sono sicuro che quando ha visto molti dei nostri ufficiali, che erano pesantemente armati… è stato in qualche modo traumatizzante per la bambina.”

Mentre gli investigatori accompagnavano la ragazza al quartier generale della polizia, ha visto un McDonald’s e ha ricordato di averne avuto un po’ molto tempo fa, ha detto il capo.

“Così, gli investigatori hanno girato la macchina e sono andati al drive-thru di McDonald’s, le sono andati a prendere un Happy Meal e l’hanno riportata al quartier generale. E dopo è andata bene”, ha aggiunto il capo.

La bambina è stata trovata in buona salute e rilasciata al suo tutore legale e si è riunita con la sorella maggiore, ha detto la polizia.

Martedì, “gli investigatori hanno incontrato la famiglia che ha il bambino, ed era di ottimo umore”, ha detto il capo.

Un’indagine è in corso, aggiunge il comunicato.

Jessica Prater e Kiely Westhoff della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment