Qatar World Cup – Gli arbitri femminili saranno presenti per la prima volta nella competizione maschile

Gli arbitri femminili faranno la storia della Coppa del Mondo quest’anno lavorando per la prima volta in Qatar in un importante torneo maschile.

Tre donne arbitri e tre donne assistenti arbitrali sono state annunciate giovedì dalla FIFA tra 129 funzionari selezionati per la Coppa del Mondo, tra cui un uomo che ha causato polemiche quando ha arbitrato una caotica partita della Coppa d’Africa a gennaio mentre soffriva di un colpo di calore.

L’arbitro francese Stephanie Frappart ha arbitrato le partite maschili nelle qualificazioni ai Mondiali e alla Champions League, dopo aver gestito la finale della Coppa del Mondo femminile 2019. Ha anche arbitrato la finale della Coppa di Francia maschile di questo mese.

– Amnesty vuole 440 milioni di dollari per le violazioni dei diritti della Coppa del Mondo
– Incontra Salima Mukansanga: la prima donna a fare riferimento all’AFCON
– Trasmetti in streaming ESPN FC ogni giorno su ESPN+ (solo USA)
– Non hai ESPN? Ottieni l’accesso istantaeo

“Come sempre, il criterio che abbiamo utilizzato è ‘la qualità prima di tutto’ e gli ufficiali di gara selezionati rappresentano il più alto livello arbitrale mondiale”, ha affermato Pierluigi Collina, Comitato arbitrale FIFA, che ha lavorato alla finale della Coppa del Mondo 2002. “In questo modo, sottolineiamo chiaramente che è la qualità che conta per noi e non il genere”.

Anche il ruandese Salima Mukansanga e l’ufficiale giapponese Yoshimi Yamashita sono nella lista dei 36 arbitri che si stanno preparando per le 64 partite del torneo, che si giocheranno dal 21 novembre al 18 dicembre.

I 69 assistenti arbitrali includono Neuza Back del Brasile, Karen Diaz Medina del Messico e Kathryn Nesbitt degli Stati Uniti.

“Spero che in futuro la selezione di ufficiali di gara femminili d’élite per importanti competizioni maschili sia percepita come una cosa normale e non più clamorosa”, ha detto Collina.

Tra gli arbitri maschili c’è Janny Sikazwe dello Zambia, che ha fischiato il fischio finale di una partita del girone di Coppa d’Africa dopo 85 minuti e ancora 13 secondi prima che i 90 minuti fossero completati, con il Mali in vantaggio sulla Tunisia per 1-0.

Circa 30 minuti dopo la partita, i funzionari hanno ordinato alle squadre di tornare in campo per riprendere il gioco, ma la Tunisia ha rifiutato. Il risultato è stato successivamente ratificato dalla Confederation of African Football nonostante una protesta ufficiale della Tunisia.

La partita si è giocata con caldo e umidità in Camerun e Sikazwe in seguito ha spiegato di aver iniziato a confondersi nelle condizioni intense.

Sikazwe lavorerà alla sua seconda Coppa del Mondo dopo aver gestito due partite del girone al torneo 2018 in Russia.

Il caldo estremo in Qatar ha portato la FIFA a decidere nel 2015 di spostare il torneo nei mesi più freddi nell’emirato del Golfo.

La FIFA ha selezionato 24 uomini per lavorare alle revisioni video. Il sistema VAR ha debuttato nel 2018.

La FIFA ha affermato che 50 trii di arbitri e assistenti hanno iniziato a prepararsi nel 2019 per la Coppa del Mondo, con il progetto influenzato dai limiti ai viaggi internazionali durante la pandemia di COVID-19.

Sono stati scelti due arbitri tra Argentina, Brasile, Inghilterra e Francia.

Tutti i funzionari – che non sono stati assegnati a squadre specifiche di tre – dovranno affrontare future valutazioni tecniche, fisiche e mediche quest’anno, ha affermato la FIFA.

.

Leave a Comment