Puma UNAM vs. Sounders, ricapitolando: un piccolo passo per Seattle

I Seattle Sounders si sono recati a Città del Messico per affrontare i Pumas UNAM nell’andata della Concacaf Champions League e sono tornati a casa con un pareggio drammatico. Dopo essere scesi 2-0, i Sounders hanno guadagnato due rigori nel secondo tempo per rispondere ai padroni di casa e pareggiare la partita, 2-2. I due rigori, uno in sospensione profonda che ha richiesto la convocazione di un consulto VAR, sembravano più di un po’ di giustizia poetica. Pumas ha aperto le marcature su un calcio di rigore morbido – anche se difficilmente sarebbe stato cambiato sotto controllo indipendentemente dal modo in cui è stato chiamato in campo – al 38 ‘. Entrambe le squadre hanno avuto occasioni per tutto il primo tempo, ma la migliore è caduta su Pumas, che ha richiesto un paio di parate impressionanti da Stefan Frei. Una di quelle parate è arrivata su rigore, ma Frei è stato giudicato uscito dalla linea in anticipo e la conseguente ripresa è stata segnata.

I Pumas hanno raddoppiato il vantaggio all’inizio del secondo tempo, quando una serie di errori difensivi ha lasciato un crosser spalancato per inviare una palla. Yeimar ha saltato ma ha sbagliato il tempo, e Juan Dinenno si è alzato e ha diretto la palla a casa per assicurarsi la doppietta. Seattle ha continuato a spingere, ma sembrava particolarmente rammaricato per un’occasione persa subito dopo il secondo gol dei Pumas quando Raúl Ruidíaz ha dato un’occhiata appena sotto la porta ma il suo tiro è andato proprio su un difensore sulla linea. Non importa, al 73′ Ruidíaz ha costretto il suo difensore a un fallo di mano e Lodeiro è salito sul dischetto. Dopo alcune buffonate del portiere avversario, Lodeiro schianta il suo rigore sulla rete laterale, battendo il portiere nonostante ci mettesse un dito. Nel pieno dei tempi di recupero, Cristian Roldan è stato calciato in area di rigore e l’arbitro ha dato un’occhiata al video e ha chiamato un secondo PK per i Sounders. Anche Lodeiro si è fatto avanti e non ha lasciato dubbi al riguardo mentre lanciava la palla sul portiere mentre il gioco andava oltre i 6 minuti di recupero inizialmente assegnati.

Ben 10 minuti dopo la fine dei tempi regolamentari, l’arbitro ha fischiato per concludere l’andata e rimandare le due squadre al livello di Seattle sul 2-2. Dopo il fischio finale, sono scoppiati alcuni accesi scambi tra i giocatori, con l’obiettivo principale che sembra essere la continuazione delle parole condivise tra Lodeiro e il portiere dei Pumas durante e dopo entrambi i rigori.

Chiaramente, questi due hanno molto di più in serbo per l’edizione della prossima settimana. I Sounders hanno una settimana per riposarsi e prepararsi prima di ospitare i Pumas al Lumen Field, con la possibilità di alzare il trofeo CCL davanti a tutti noi.

11′ — I Pumas si avvicinano all’area dei Sounders, ma Yeimar lo attraversa appena in tempo e contrasta la palla prima che possa svilupparsi un vero pericolo.

16′ — I Sounders trattengono la palla in attacco per un periodo di pressione, ma arriva al termine quando Jordan Morris arriva sulla palla sulla destra e scatena uno shross che esce.

26′ — Xavier Arreaga interviene per sfidare un dribblatore ma sbaglia, portando a un tiro su cui Stefan Frei non lascia dubbi mentre si tuffa e gira in angolo.

35′ — Dopo un brutto rigore, Stefan Frei salva il tiro ma viene giudicato uscito dalla linea in anticipo. Juan Dinenno segna su rigore ripreso. 1-0 Puma

40′ — Dall’altra parte, Alex Roldan pareggia una punizione dal limite dell’area per un fallo di mano, e il tiro di Nico Lodeiro costringe a una bella parata.

45’+5 — I Sounders riescono a riciclare il possesso palla e Lodeiro manda un cross sul secondo palo. Raúl Ruidíaz di testa torna a João Paulo, il cui tiro è ben sopra la traversa.

48′ — Dinenno raddoppia con un forte colpo di testa. Un cross viene inviato dalla sinistra dei Sounders senza pressione e il finale è solido. 2-0

50′ — I Sounders quasi rispondono immediatamente, con un colpo di testa di Jordan Morris che va di poco a lato. Pochi secondi dopo Ruidíaz lancia un’occhiata in porta ma il suo tiro viene parato in angolo.

73′ — Ruidíaz pesca un rigore per fallo di mano. Dopo un po’ di VAR, Lodeiro si fa avanti. Il portiere ci mette le mani, ma Lodeiro lo batte! 2-1

90’+7 — Cristian Roldan viene calciato in area di rigore da un difensore, regalando a Lodeiro una seconda chance dal dischetto. Lodeiro sbatte in rete! Le sirene lo allacciano! 2-2

Il tritacarne a marchio Concacaf: Come il Black & Red United Jason Anderson ha detto, “La Concacaf Champions League è una macchina progettata per far infuriare”. E fa infuriare lo fa. CCL, come tendono ad essere la maggior parte delle competizioni della federazione, è un tritacarne che ti distrugge fisicamente, mentalmente, emotivamente, davvero in qualsiasi modo tu possa immaginare di essere abbattuto. Gli avversari, le ambientazioni e gli arbitri ti schiacciano e lacerano finché tutto ciò che resta è un grosso mucchio di quella che una volta era una squadra di calcio, ma i Sounders si sono dimostrati ugualmente capaci di far parte di quella macchina come qualsiasi squadra della regione. Contro i Pumas, proprio come ogni altra squadra che hanno incontrato finora in CCL, sono stati altrettanto spesso la squadra che ha fatto infuriare.

momenti magici: Più di alcuni dei Sounders sembravano aver quasi finito quando il gioco ha raggiunto il segno dell’ora. Nico Lodeiro stava facendo pessimi tocchi e lottava per fare il genere di cose che spesso fa sembrare facili come respirare. Giocatore dopo giocatore non è riuscito a mostrare la propria qualità nei momenti in cui contava di più. Poi Raúl Ruidíaz, il cui tiro parato in area era stata la migliore occasione di Seattle fino a quel momento, ha pareggiato un rigore e Lodeiro ha fatto esattamente la cosa di cui era abituato dal dischetto. E poi lo ha fatto di nuovo! Anche quando le cose non stanno andando per il verso giusto, o i giocatori non sono al meglio, questa squadra e questi giocatori sono ancora capaci di vivere questi momenti magici e ne avranno bisogno di altri se vogliono alzare il trofeo CCL a Lumen Field la prossima settimana.

Uno scatto alla storia: L’hai già sentito. Che si tratti di Garth Lagerwey, o di me, o di Jeremiah Oshan, Dave Clark o di qualsiasi altra persona di questo sito o dei media nazionali di calcio, hai sentito che questo è il nostro colpo alla storia. Un’opportunità per mettere i Seattle Freaking Sounders nei libri dei record. Diventare la prima squadra della MLS a vincere la Concacaf Champions League. È vero, e siamo un passo più vicini. Ci sono ancora 90 – o 100, come ha mostrato questo gioco – minuti da giocare. O forse 120, o rigori, non posso prevedere il futuro. Ma si giocheranno in casa. Il Seattle si è occupato degli affari all’andata, rimontando da 2-0 in giù per livellare il gioco e rendere il lavoro semplice mercoledì prossimo: vinci e diventi immortale. I Sounders – noi – dobbiamo solo vincere e vivere per sempre nella storia e nei libri dei record come i primi. Fare la storia è un’abitudine per i Seattle Sounders. Che siano le giovanili o la Prima Squadra, è nel loro sangue. Allora andiamo a fare un po’ di storia in più.

Sbagli un rigore? Nico Lodeiro non lo farebbe mai.

56,6% — I Sounders hanno vinto il 56,6% dei duelli contro Pumas.


Sondaggio

uomo del gioco

  • 34%

    Cristiano Roldano

    (181 voti)


528 voti totali

Vota adesso

Leave a Comment