Proteste in Canada: aggiornamenti in tempo reale – The New York Times

Foto
Credito…Ian Austen/The New York Times

Giovedì la polizia provinciale dell’Ontario si è mobilitata fuori dal centro di Ottawa, in quella che sembrava essere la preparazione per una repressione promessa sui manifestanti che hanno paralizzato la capitale del Canada per tre settimane.

Al mattino presto, gli agenti di polizia sono stati visti lasciare un centro congressi vicino all’aeroporto dove si erano radunati. I mezzi della polizia, che avevano riempito un ampio parcheggio, hanno cominciato a partire.

Cinque autobus municipali sono stati visti inattivi su una strada adiacente al centro congressi e agenti di polizia sono stati visti salire a bordo di almeno due di loro, che si sono diretti al periferia occidentale della città. Gli agenti di polizia provinciale dell’Ontario sono stati visti radunarsi nei principali hotel della zona.

Intorno all’edificio del Parlamento in centro, i lavoratori edili hanno trascorso le ore dell’alba a costruire recinzioni di filo metallico alte 12 piedi sotto una pioggia mattutina molliccia, e i manifestanti si sono preparati all’azione della polizia. Tra loro c’era Andrew Broe, che ha detto che i camionisti stavano scambiando messaggi di testo con la leadership della protesta. Ha detto che le loro istruzioni erano di rimanere nei loro camion, chiudere a chiave le porte e non aprirle per nessuno, compresa la polizia.

Rivolgendosi alla Camera dei Comuni giovedì, il primo ministro Justin Trudeau ha chiesto ai manifestanti di tornare a casa. “È giunto il momento che queste attività illegali e pericolose si fermino, anche qui a Ottawa”, ha affermato.

Le proteste sono iniziate settimane fa con un gruppo di camionisti vagamente organizzato che si è opposto all’obbligo di vaccinarsi se attraversano il confine tra Stati Uniti e Canada. Con l’aiuto organizzativo degli attivisti di destra, le proteste si sono trasformate in un movimento più ampio contrario a una serie di misure pandemiche e al primo ministro Justin Trudeau in generale.

Se la repressione avrà luogo, potrebbe contribuire a porre fine a una crisi che ha minato la leadership del signor Trudeau e sconvolto i residenti locali e l’economia locale. I camionisti ei loro sostenitori hanno bloccato i principali valichi di frontiera e altre rotte, impedendo il commercio e facendo inattività gli stabilimenti delle case automobilistiche. Alcune strade hanno bloccato e molestato i residenti di Ottawa, creando una cacofonia 24 ore su 24 nei tranquilli quartieri residenziali. La violenza fisica è stata rara.

I residenti di Ottawa e molti canadesi sono diventati impazienti per la lentezza della risposta della polizia e all’inizio di questa settimana il capo della polizia di Ottawa si è dimesso tra le critiche alle forze dell’ordine.

Il signor Trudeau ha compiuto il raro passo questa settimana di dichiarare un’emergenza dell’ordine pubblico nazionale – la prima dichiarazione del genere in mezzo secolo – per porre fine alle proteste. La mossa ha esteso misure di polizia più solide in tutto il paese e ha mirato sia alla raccolta di fondi dei manifestanti, che è stata considerata un’attività criminale, sia ai conti bancari personali e aziendali dei manifestanti.

Mercoledì, durante una riunione speciale del consiglio comunale, Steve Bell, il capo della polizia ad interim di Ottawa, ha affermato che gli agenti ora avevano le risorse e un piano per porre fine alla protesta. Non ha discusso i tempi o i dettagli del piano, citando ragioni operative, ma ha detto che gli ufficiali erano pronti a usare tattiche che “non sono quelle che siamo abituati a vedere a Ottawa”, come parte di un’escalation “lecita”.

“Ci riprenderemo l’intero centro del centro”, ha detto il signor Bell. “Abbiamo un piano buono e ben dotato per porre fine all’occupazione”.

Mercoledì la polizia aveva iniziato a distribuire avvisi scritti ai manifestanti a Ottawa avvertendo coloro che erano rimasti di lasciare l’area o di subire sanzioni. Alcuni dei camionisti hanno i loro figli con loro e un avviso della polizia ha avvertito che chiunque porti un minorenne a una protesta illegale potrebbe rischiare fino a cinque anni di carcere.

Alcuni manifestanti sono stati accompagnati dai loro cani e giovedì i funzionari municipali di Ottawa hanno avvertito che se i manifestanti fossero stati separati dai loro animali domestici durante un’azione di polizia, gli animali sarebbero stati posti in custodia protettiva per otto giorni, a loro spese, e sarebbero stati “considerati rinunciato” dopo di che.

Martedì, la polizia ha accusato quattro persone di cospirazione per l’omicidio di agenti di polizia, parte di un gruppo di 13 persone accusate di aver pianificato una risposta violenta se la polizia avesse tentato di rompere il blocco di un valico di frontiera tra Alberta e Montana nel villaggio canadese di Costi.

In tutto il paese ci sono stati segni di una perdita di forza delle proteste poiché i leader del governo e le forze dell’ordine, che all’inizio erano riluttanti ad agire, hanno adottato una linea sempre più dura.

I blocchi di confine sono terminati a Windsor, Ontario, che collegano a Detroit; a Coutts; e, mercoledì, a Emerson, Manitoba, attraversando il North Dakota, tra gli altri.

Sarah Maslin Nir reportage contribuito.

Leave a Comment