Pronostici per ogni incontro di playoff NBA del round 1 del set | Rapporto Bleacher

0 di 6

    Jeff Chiu/Associated Press

    Dopo una stagione regolare ricca di parità e una delle migliori gare MVP di tutti i tempi, la postseason NBA è arrivata. È ora di scorrere tutte le serie del primo round che sono impostate.

    Sappiamo chi sono le settime teste di serie dopo la prima notte di play-in, quindi possiamo analizzare i matchup 2-7, 3-6 e 4-5 in ogni conference.

    A est, Kevin Durant e Kyrie Irving affronteranno la gigantesca difesa dei Boston Celtics. I Chicago Bulls affronteranno Giannis Antetokounmpo e i campioni in carica. E la coppia Joel Embiid-James Harden farà il suo primo vero test contro i Toronto Raptors.

    Dall’altra parte del girone, due delle squadre più sfacciate e talentuose della lega, i Memphis Grizzlies e i Minnesota Timberwolves, si schiereranno. Nikola Jokic e Stephen Curry ci regaleranno uno dei migliori abbinamenti di superstar del primo round. E Luka Doncic cercherà di seppellire gli Utah Jazz travolgenti.

    Le previsioni e le analisi di tutto quanto sopra possono essere trovate di seguito.

1 di 6

    Steven Senne/Associated Press

    Kevin Durant e Kyrie Irving sono stati fenomenali nella vittoria del play-in per 115-108 dei Brooklyn Nets sui Cleveland Cavaliers. Hanno combinato per 59 punti (su 21 su 31 tiri) e 23 assist.

    Tuttavia, ciò equivaleva a una vittoria a una cifra su una squadra dei Cavs senza Jarrett Allen, il che indica il problema di Brooklyn finché Ben Simmons rimane fuori.

    C’è abbastanza potenza di fuoco nel resto del roster per sopraffare una difesa davvero dominante dei Celtics?

    Durant è senza dubbio uno dei giocatori più spaventosi dei playoff del campionato. Kyrie ha avuto alcuni momenti leggendari dopo la stagione. Robert Williams III è fuori per un infortunio al ginocchio (anche se lo è progredire verso un ritorno).

    Ma con Marcus Smart, Jayson Tatum e Jaylen Brown, i Celtics hanno ancora più opzioni contro quelle stelle rispetto alla maggior parte delle squadre. E mentre Al Horford potrebbe non avere la mobilità e l’atletismo di Time Lord, è un’ancora inebriante ed esperta.

    Con questo e il livello di attacco fornito da Tatum (29,1 punti, 7,3 rimbalzi, 5,2 assist e 3,7 tre con una percentuale di 40,2 da tre punti nelle ultime 33 partite) e Brown (27,1 punti nelle ultime 12), Boston dovrebbe averne abbastanza per squittire.

    Quella parola è stata scelta con attenzione, però. È difficile immaginare che Durant vada a terra senza combattere. E in almeno due o tre partite, lui e Kyrie dovrebbero ricevere abbastanza aiuto da artisti del calibro di Seth Curry, Andre Drummond e Bruce Brown per assicurarsi alcune vittorie. Arrivare a quattro non sarebbe sorprendente.

    Ma i Celtics stanno salendo a un ritmo che nessun altro può eguagliare. Dal 1 gennaio, Boston più-12.3 punti per 100 possedimenti è il primo (e quasi tre punti di vantaggio sul secondo posto Phoenix Sun).

    Pronostico: Celtics in sette

2 di 6

    Morry Gash/Associated Press

    C’è pochissimo vento nelle vele dei Chicago Bulls in vista della loro serie del primo round con i Bucks.

    Un inizio di stagione caldo ha praticamente assicurato il loro posto nei playoff, ma sono 20-26 con un meno-4.1 rating netto dal 9 gennaio. È anche peggio (7-15 con un rating netto meno-7,6) dal 26 febbraio.

    E con Lonzo Ball già governato fuori per la totalità dei playoff, è difficile immaginare che queste tendenze cambino contro i campioni in carica.

    C’è molta potenza di fuoco offensiva con DeMar DeRozan, Zach LaVine e Nikola Vucevic, ma Lonzo è esattamente il tipo di connettore di cui una squadra come questa ha bisogno. Inoltre, mancherà la sua volontà di accettare un duro incarico difensivo perimetrale come Jrue Holiday o Khris Middleton.

    I Bucks, nel frattempo, hanno raggiunto più o meno una stagione di 51 vittorie. Quando Giannis Antetokounmpo, Jrue Holiday e Khris Middleton erano nella formazione, lo erano 37-10 (un ritmo di 65 vittorie su un’intera stagione). E tutti e tre hanno un buono stato di salute e un sacco di riposo in vista del primo round.

    Abbiamo dato uno sguardo approfondito al picco di Bucks durante la post-stagione dell’anno scorso e stanno per presentarsi di nuovo.

    Pronostico: Bucks in cinque

3 di 6

    Matt Slocum/Associated Press

    Sulla carta, l’abbinamento Harden-Embiid sembra andare bene. I due hanno giocato più di 600 minuti insieme, e Philadelphia lo è più-15.9 punti per 100 possedimenti in quei minuti.

    Tuttavia, i Sixers hanno subito diverse sconfitte di alto profilo nelle ultime settimane, di cui due contro la squadra che affronteranno al primo turno.

    In quelle gare contro i Raptors, Embiid ha tirato il 38,1% dal campo mentre Harden ha segnato una media di 15,0 punti con il 33,3%. E contro gli schemi difensivi creativi di Nick Nurse di Toronto, il cast di supporto sembrava scombussolato.

    Naturalmente, c’è qualche pericolo nel trarre ampi risultati da due giochi. In termini di talento al vertice del roster, Philadelphia ha il vantaggio (oltre ai soli Raptors). Tuttavia, Toronto ha il vantaggio in termini di profondità, connettività e un approccio orientato al team.

    E per tutta la stagione, hanno avuto due stelle proprie (solo non necessariamente allo stesso tempo).

    Dall’inizio della stagione al 9 gennaio (34 partite), quando Pascal Siakam era fuori o stava lottando per tornare in forma All-Star, Fred VanVleet ha segnato una media di 22,0 punti, 6,7 assist e 3,8 tre tirando il 40,9 percento da tre.

    Ha iniziato a rallentare a quel punto, ma Siakam è decollato con 24,0 punti, 5,7 assist e 1,1 tre.

    Oltre a prevedere che Toronto vincerà questa serie, considera questa una previsione che entrambi inizieranno a fare clic contemporaneamente in questa postseason.

    Pronostico: Raptors in sette

4 di 6

    Jordan Johnson/Getty Images

    Il potenziale di intrattenimento per questa serie è alto come qualsiasi altro nel primo round.

    Entrambe le squadre sono cariche di talenti giovani e fiduciosi che non hanno paura di esprimere quella fiducia, e ci sono più incontri individuali che richiederanno attenzione.

    Come gestirà Ja Morant le buffonate di Patrick Beverley? Riusciranno Desmond Bane o Dillon Brooks a rallentare Anthony Edwards, che sembrava più che all’altezza della sfida dell’intensità post-stagione nel gioco del play-in? D’Angelo Russell avrà il ghiaccio nelle vene contro l’ala che non prende Edwards? E Karl-Anthony Towns può riprendersi da una terribile notte nel play-in contro Steven Adams?

    In vari momenti della serie, puoi aspettarti una qualche forma di fuochi d’artificio come risposta a tutte queste domande.

    Quali cifre per separare queste squadre è la profondità di Memphis. I Grizzlies sono andati 20-5 senza Ja Morant nella formazione e lo erano più-7.8 punti per 100 possedimenti quando era fuori campo.

    Con una seconda unità che include Brandon Clarke, Tyus Jones, De’Anthony Melton e Kyle Anderson, Memphis dovrebbe dominare i minuti quando la forte formazione di partenza del Minnesota è fuori dal campo. E questo basterà per vincere la serie.

    Pronostico: Grizzlies in sei

5 di 6

    Bart Young/Getty Images

    Nikola Jokic ottenere una squadra di Denver Nuggets che ha ottenuto nove presenze totali da Michael Porter Jr. e zero da Jamal Murray a 48 vittorie è davvero notevole.

    I Nuggets avevano un differenziale di punti attorno a quello di a 62 vittorie squadra quando Jokic era in campo, ma hanno giocato come una squadra da 18 vittorie senza di lui. Per amor del contesto, gli Houston Rockets peggiori della lega sono andati 20-62.

    E per quanto Kevon Looney sia stato dipendente dai Golden State Warriors in questa stagione, ha poche possibilità di essere in grado di rallentare l’eventuale due volte MVP giù.

    Ma anche se Jokic mantiene la sua attuale media post-stagione di 25,9 punti, 11,3 rimbalzi e 6,4 assist, potrebbe non essere sufficiente (supponendo che Murray e MPJ rimangano fuori).

    Golden State sta affrontando i propri problemi di lesioni. Sembra che i Warriors stiano interpretando lo status di Stephen Curry vicino al giubbotto, ma hanno detto che sta facendo progresso. E se interpreta la maggior parte della serie, gli zoppicanti Nuggets si divertiranno moltissimo a tenere il passo.

    Quando Curry e Draymond Green erano in pista in questa stagione, i Warriors lo erano più-14.7 punti per 100 possedimenti. E quel campione include a malapena qualsiasi momento con Klay Thompson.

    Quei tre hanno ovviamente anni di esperienza di alto livello insieme, ma ora c’è una quarta arma di cui preoccuparsi. Da quando Curry si è infortunato al piede, Jordan Poole ha segnato una media di 25,8 punti, 6,2 assist e 4,1 tre.

    Nel frattempo, il secondo capocannoniere dei Nuggets, Aaron Gordon, ha segnato una media di 15,0 punti (il punteggio più basso di qualsiasi altro capocannoniere della NBA). Da notte a notte, la domanda non era: Wmi unirò a scherzo? Era più come: Qualcuno si unirà a lui?

    Denver semplicemente non sarà in grado di scambiare i fienili con i Warriors.

    Pronostico: Guerrieri in sei

6 di 6

    Tim Heitman/Getty Images

    È difficile sopravvalutare quanto sia stato disastroso il crollo di fine stagione degli Utah Jazz dall’esterno.

    probabilità di vincita dai punteggi dei box di ESPN in ciascuna delle ultime cinque sconfitte dello Utah è scioccante.

  • Calabroni: 74,6%
  • Anticonformisti: 80,2%
  • Clipper: 99,3%
  • Guerrieri: 99,8%
  • Soli: 98,3%

Ancora una volta, hanno perso tutte e cinque quelle partite e la natura drammatica delle sconfitte ha portato a decine di voci sul futuro della squadra, Rudy Gobert e Donovan Mitchell.

Se la tendenza continua e lo Utah si spegne in un’altra post-stagione, il front office (che ha aggiunto Danny Ainge a metà stagione) può tornare indietro?

Ci sono voluti 11 anni prima che il John Stockton-Karl Malone Jazz sfondasse e arrivasse alle finali NBA. Gobert e Mitchell stanno insieme solo da cinque. Questa è l’era dell’empowerment dei giocatori e dei social media, tuttavia, e se una squadra non ottiene risultati ieri, corre il rischio di una scossa.

E con tutto ciò che incombe sui Jazz, è difficile immaginare che possano giocare liberamente contro una squadra di Dallas Mavericks che si riunisce al momento giusto.

Dallas è stato il migliore della lega 19-6 da quando Spencer Dinwiddie è entrato nella rotazione, e in quelle 25 partite, Luka Doncic ha segnato una media di 30,7 punti, 9,3 rimbalzi, 8,1 assist e 3,8 tre. Jalen Brunson e Dinwiddie insieme per altri 32,5 punti. Tutti e tre insieme per sparare il 39,7 percento da tre.

Tutto ciò è supportato da una difesa che è stata completamente trasformata sotto Jason Kidd.

I Mavs stanno raggiungendo il picco al momento giusto. E anche se i Jazz sono ancora carichi di talento e hanno concluso la stagione con il campionato terzo migliore semplice sistema di valutazione (che combina differenziale di punti e forza del programma), stanno andando nella direzione opposta.

Pronostico: Mavericks in sette

Leave a Comment