Pronostici NBA: scelte degli esperti per Warriors vs. Anticonformisti e Heat vs. Celtics in finale di conferenza

Dopo un paio di Gara 7 di domenica, gli incontri finali della conferenza NBA sono fissati. In Occidente, saranno i No. 3 Warriors contro i No. 4 Dallas Mavericks. A est, è il numero 1 di Miami Heat vs. i Boston Celtics n. 2.

Martedì inizia Boston-Miami. Il Golden State-Dallas inizia mercoledì.

Abbiamo detto per tutta la stagione che questa sarebbe stata una post-stagione selvaggia, e certamente lo è stata. Il titolo non era così in palio da un bel po’. Sembra davvero che una di queste quattro squadre possa finire in finale, ma ovviamente abbiamo tutti le nostre opinioni su chi ce la farà davvero.

Con questo in mente, di seguito sono riportate le nostre scelte dello staff per entrambi gli abbinamenti, complete del numero di partite che vediamo in ogni serie e una spiegazione delle nostre scelte. Sarà divertente.

Finali della Eastern Conference: Heat vs. Celtici

La scelta di Reiter: Celtics in 6. Miami è un’ottima squadra di basket. Ma i Celtics sono fantastici, e forse il gioco è il migliore da fine gennaio. Hanno la seconda migliore difesa della NBA, il suo difensore dell’anno, una superstar in Jayson Tatum, una profondità notevole, una quantità suprema di slancio e apparentemente una risposta a ogni domanda posta loro in questa stagione. Meno di 0,500 a fine gennaio? Nessun problema. Serie al primo round contro i presunti formidabili Brooklyn Nets? Li ha spazzati via. Un deficit di 3-2 in serie contro il campione in carica Milwaukee Bucks? Come l’ha definita Ime Udoka: molto più dolce quando l’inevitabile ritorno si è svolto in modo dominante. E ora, una squadra di Miami Heat molto talentuosa con una propria eccellente difesa, con Jimmy Butler, con l’esperienza di Erik Spoelstra in testa? Nessun problema, di nuovo. Questa squadra dei Celtics, come tutte le altre sfide che ha dovuto affrontare, è semplicemente troppo brava.

La scelta di Quinn: Celtics in 6. Non riesco a togliermi dalla testa l’immagine di Miami che ha segnato 79 punti in Gara 3 della loro serie contro i 76ers. Questa è una squadra che ha lottato a lungo per segnare contro la pietosa difesa di Philadelphia… e dovremmo fidarci di loro per segnare contro Boston? I Celtics sono stati storicamente dominanti in difesa essenzialmente da gennaio. Hanno appena rovesciato i due migliori giocatori del mondo. Se Kyle Lowry era in buona salute, questa serie diventa molto più interessante. Allo stato attuale, mi aspetto che Miami utilizzi il suo enorme vantaggio di riposo per portare a casa Gara 1, ma per questa serie altrimenti tenderà a una squadra di Boston che sembra pronta a vendicarsi degli Heat per la sconfitta nelle finali della Eastern Conference del 2020.

La scelta di Ward-Henninger: Celtics in 6. Se pensavamo che la serie Boston-Milwaukee fosse un bagno di sangue, come sarà questa? Con due difese d’élite, la logica convenzionale imporrebbe che la squadra con più potenza di fuoco offensiva prevarrà, e questo è il Celtics, grazie a Jayson Tatum, Jaylen Brown e giocatori di ruolo che hanno dimostrato di poter fare un passo avanti quando conta. Detto questo, è impossibile ignorare ciò che Jimmy Butler ha fatto in questa post-stagione e Tyler Herro potrebbe avere un breakout. Alla fine della giornata penso solo che gli Heat avranno problemi a segnare tutte le serie, quindi è Boston per le finali NBA.

La scelta di Maloney: Celtics in 6. Gli Heat sono estremamente duri e una grande squadra difensiva a pieno titolo, ma abbiamo appena visto come i Celtics hanno chiuso una squadra di Bucks priva di creatori di colpi. Miami deve affrontare un problema simile, specialmente con Kyle Lowry che sta ancora combattendo un infortunio al tendine del ginocchio e non ha nessuno bravo come Giannis Antetokounmpo. Sarà uno scarto serio, ma alla fine i Celtics avranno troppo talento su entrambi i lati della palla.

La scelta di Wimbish: Celtics in 7. Mentre l’Occidente potrebbe vedere alcuni affari da record, mi aspetto che questa serie sia l’opposto, poiché entrambe le squadre impiegano una difesa soffocante che può logorare il loro avversario. Ma ho più fiducia nella capacità di Boston di mettere punti sul tabellone più degli Heat, il cui attacco si è bloccato per lunghi periodi di tempo contro i Sixers nell’ultima serie. La variabile sconosciuta dell’infortunio al tendine del ginocchio di Kyle Lowry solleva anche domande per gli Heat, che non hanno un sacco di creatori di colpi per combattere con Boston.

La scelta di Botkin: Celtics in 6. Queste due squadre si rispecchiano in molti modi. Difesa di commutazione superiore. Big a due vie che possono reggere il confronto sul perimetro. Superstar in Jayson Tatum e Jimmy Butler. Profondità. Disciplina. Etica del drive and kick. Ancora una volta, Miami è molto meglio di quanto gli venga dato credito, almeno nella conversazione mainstream, ma alla fine i Celtics saranno troppo su entrambe le estremità.

La scelta di Herbert: Celtics in 6. Heat può segnare contro questa incredibile difesa? Per quanto fantastici e adattabili siano stati in questa stagione, mi preoccupo per questi incontri individuali e sospetto che non abbiano abbastanza potenza di fuoco. Cercheranno di rovinare tutto, ma, soprattutto dato che Miami non ha un Kyle Lowry sano, devo restare con Boston, la squadra che ho scelto per vincere tutto arrivando ai playoff.

La scelta di Kaskey-Blomain: Celtics in 6. Questa serie promette di essere una battaglia dura e difensiva, poiché entrambe le squadre si impegnano a giocare a muso duro, in difesa del blocco. Detto questo, però, i Celtics hanno più potenza di fuoco in attacco e il miglior giocatore dell’intera serie è Jayson Tatum. Dopo aver rallentato la coppia di Kevin Durant e Kyrie Irving al primo turno, ed aver eliminato i campioni in carica e probabilmente il miglior giocatore del mondo in questo momento Giannis Antetokounmpo al secondo turno, i Celtics non dovrebbero avere problemi a rallentare Jimmy Butler , Bam Adebayo e Co.

Finali della Western Conference: Warriors vs. Anticonformisti

di Reiter scegliere: Guerrieri in 5. L’eroismo di Luka Doncic nel guidare i Dallas Mavericks oltre i Phoenix Suns non può essere sopravvalutato. Ma i Golden State Warriors si riveleranno uno sfidante completamente diverso: uno, a differenza di Phoenix, che non si piega di fronte a una robusta D e una straordinaria superstar. L’esperienza passata dei Warriors – con titoli vincenti e perdendoli – li aiuterà a superare Luka & Co. I Warriors hanno la migliore difesa della NBA. Hanno il miglior tiratore nella storia della NBA. Hanno più profondità rispetto agli anni Durant, titolati ma non limitati all’emergere di Jordan Poole. Hanno di nuovo Clay e Dray. E non sprecheranno un’altra possibilità per un altro titolo come ha appena fatto Phoenix.

La scelta di Quinn: Warriors in 7. Penso che in questo momento stiamo sopravvalutando leggermente i Mavericks sulla base di alcuni fattori che difficilmente potranno essere sostenuti. L’offesa di Phoenix è così vincolante per due creatori da generare offesa che uno apparentemente ferito li ha completamente neutralizzati. Il sistema più egualitario di Golden State non sarà così vulnerabile. I Warriors possono punire atleticamente Dallas in modi che i Suns semplicemente non potrebbero. Diversi Maverick stanno tirando molto sopra la loro testa nei playoff, e se Maxi Kleber continua a fare il 48 percento dei suoi 3? Più potere a lui, inizia a pianificare la parata. Penso solo che il comfort di Golden State nel passare alla difesa costringerà Dallas a cercare alternative in attacco, per quanto incredibile sia Luka Doncic, penso che valga la pena notare che questo stesso nucleo ha battuto LeBron James nelle finali tre volte. Non sono estranei a questo tipo di matchup. Doncic arriverà alle finali un giorno, ma questo è ancora il momento di Golden State.

La scelta di Ward-Henninger: Warriors in 7. I Warriors hanno mostrato molti difetti in questa post-stagione, ma possiedono l’adattabilità e il coraggio per il campionato per tornare alle finali per la prima volta dal 2019. Non c’è risposta per Luka Doncic, ma tra Andrew Wiggins e Draymond Green possono almeno cerca di complicargli la vita. I Warriors hanno anche il personale per eguagliare i Mavs quando escono cinque, che è stata una delle loro armi più grandi. Sarà vicino, ma mi fido di Draymond, Steph e Klay più delle coorti di Luka. Dammi Golden State.

La scelta di Maloney: Warriors in 7. Questo dovrebbe essere un incontro affascinante, poiché entrambe le squadre amano andare in piccolo e vivere e morire per la tripla. È difficile scegliere contro Luka Doncic e i Mavs dopo il modo in cui hanno appena smantellato i Suns in Gara 7, ma mi orienterò leggermente verso i Warriors grazie al loro talento collettivo, all’esperienza in campionato e al vantaggio sul campo di casa.

La scelta di Wimbish: Mavericks in 7. Se non credi che queste due squadre siano quasi degli specchi l’una dell’altra, ecco alcune statistiche a cui pensare. I Warriors e i Mavericks hanno entrambi un punteggio difensivo di 110,5 nei playoff e il punteggio offensivo di 114,5 di Dallas è solo 0,2 migliore del Golden State. Queste sono due squadre che si abbinano incredibilmente bene l’una contro l’altra in quanto entrambe possono andare in formazioni di palla piccola per costringere i loro avversari alla sottomissione e fare molto affidamento sui 3 per cadere. Mentre i Warriors sono i favoriti per vincere questa serie – e vincere il titolo – in base alla loro storia di campionato, Golden State non è sembrato quella squadra temibile e batti il ​​mondo che abbiamo visto nel 2016. Sono inclini a giocando a basket sciatto e Stephen Curry non ha segnato quei folli 3 che ci siamo abituati a vedere da lui. Nel frattempo, i Mavericks entrano in questa serie giocando il loro miglior basket, ed è difficile scommettere contro Luka Doncic in questo momento che sembra il miglior giocatore rimasto nei playoff.

di Botkin scegliere: Guerrieri in 7. Golden State ha preso una pausa con Phoenix che ha perso. Luka Doncic è un pazzo certificato, ma Mikal Bridges non perseguitare Stephen Curry in tutto il campo è un grosso problema, così come il fatto che Dallas giochi in modo più piccolo, il che dovrebbe consentire a Golden State di contrastare con le loro formazioni più potenti senza altrettanta preoccupazione. Aggiungi il fatto che i Warriors ora avranno un vantaggio sul campo di casa, e questo fa la differenza in Gara 7 in una serie che dovrebbe essere un vero spasso da guardare.

La scelta di Herbert: Mavericks in 7. Nella preseason ho scelto i Warriors per vincere il titolo, e alla fine della stagione regolare li ho scelti per fare le finali. Perché scegliere ora l’avversario delle finali della conferenza? Perché ho più domande su Golden State in questa serie che su Dallas. Gli infortuni a Gary Payton II, Otto Porter e Andre Iguodala hanno incasinato la rotazione dei Warriors e alcune delle formazioni che hanno lanciato contro Memphis non saranno praticabili contro i Mavs. Questo mi sembra un rovescio della medaglia, ma presumo che la squadra sembri migliorare praticamente in ogni partita.

La scelta di Kaskey-Blomain: Warriors in 7. I Warriors hanno il vantaggio in esperienza in questa serie, e questo alla fine potrebbe rivelarsi il fattore che fa la differenza, poiché le due squadre sono alla pari sulla carta. La più grande preoccupazione che deve affrontare Golden State è come rallenteranno Luka Doncic, che ha dominato decisamente questa stagione. I Warriors non hanno un difensore individuale che possano sentirsi bene nell’abbinare Doncic, specialmente con Gary Payton II ancora in disparte, quindi dovrà essere una cosa da schema. Inoltre, andare piccoli è stato un vantaggio per Dallas in questi playoff, ma non sarà contro Golden State, che ha anche una formazione di palline piccole estremamente efficace.

Leave a Comment