Prima chiamata: Vince Williams accetta un lavoro di allenatore al liceo, approva l’idea di Antonio Brown di ritirarsi come Steeler

Un ex Pittsburgh Steeler sta facendo notizia accettando un lavoro di allenatore in una scuola superiore. Sostiene anche un incontro tra gli Steelers e Antonio Brown.

Le cose non sono perfette a Cincinnati con i Bengals e un fuoriclasse. I New York Rangers sono sfavoriti nella loro prossima serie nonostante abbiano eliminato i Penguins dai playoff.

E l’inettitudine dei Pirates in casa base continua a fare la storia.

Tutto questo nella “Prima chiamata” di mercoledì.


A bordo con AB

Antonio Brown si è fatto strada da Pittsburgh alla fine della stagione 2018 a causa di un imbarazzante e prolungato capriccio d’ira. Ora vuole riparare alcune recinzioni.

“Voglio solo ritirare uno Steeler”, ha twittato Brown lunedì pomeriggio.

Per essere chiari, Brown non sembra aspirare a un ritorno in campo. Solo una specie di addio cerimoniale. Perché circa 15 minuti dopo, Brown ha chiarito che non sta cercando di riprendere la sua carriera nella NFL con la squadra.

“Non riprodurre Juice Remove in modo da cancellare”, ha scritto.

Uno dei suoi ex compagni di squadra, l’ex linebacker degli Steelers Vince Williams, sta co-firmando l’idea.

Alcuni fan degli Steelers potrebbero essere d’accordo con questo sentimento. Non lo faccio. Non credo che gli Steelers debbano a Brown quel rispetto per il modo in cui ha seguito il quarterback Ben Roethlisberger, il compagno di squadra JuJu Smith-Schuster e il direttore generale Kevin Colbert mentre usciva dalla città. Ma Williams vuole vederlo accadere.

Dubito che molti fan di Steelers saranno d’accordo con la sua logica, però.

Non sono sicuro di cosa stia cercando di ottenere Williams costruendo il caso di Brown eliminando l’eredità da Lynn Swann e John Stallworth. Nessuno a Pittsburgh dubita della grandezza di Brown come giocatore o delle sue statistiche come ricevitore. È che si è comportato come un tale clown per respingere gli Steelers… ei Raiders… ei Patriots… ei Buccaneers.

I suoi successi calcistici non richiedono un dibattito.


Passo successivo

Quando Williams non esprime le sue opinioni su Twitter, ora può occupare il suo tempo allenando il football del liceo.

Secondo l’allenatore di Pine Richland Jon LeDonne, Williams si unirà allo staff di Rams come allenatore di linebacker.

Sembra che Williams ha confermato l’assunzione su Twitter. Se twittare emoji si qualifica come tale in questi giorni.

LeDonne è diventato l’allenatore di calcio dei Rams a luglio dopo aver segnato 46-13 nelle ultime cinque stagioni alla Penn Hills, vincendo titoli WPIAL e PIAA nel 2018.

Williams si è ritirato nel luglio 2021 dopo otto stagioni con gli Steelers.


Suona familiare?

Ricordi quando Le’Veon Bell si rifiutò di giocare nel suo tag franchise nel 2018?

Qualcosa di simile potrebbe essere in fermento a Cincinnati. Star safety Jesse Bates “non ha intenzione di giocare la stagione 2022” sull’offerta di tag franchising della squadra per lui. Questo secondo Tyler Dragon di USA Today Sports+.

“Nonostante l’espresso interesse di Bates per un accordo a lungo termine, i negoziati si sono arenati. Non è previsto che partecipi alle OTA o ai campi di addestramento se le due parti non riescono a venire a patti su una proroga pluriennale”, ha scritto Dragon.

Bates è stato All-Pro di seconda squadra nel 2020. L’etichetta per una sicurezza è di $ 12,911 milioni nel 2022.


pericolo ranger

Dopo aver eliminato i Penguins in sette partite nel primo turno dei playoff della Eastern Conference, i New York Rangers affronteranno ora i Carolina Hurricanes, campioni della Metropolitan Division, al secondo turno.

I Canes avevano anche bisogno di sette partite per battere i Boston Bruins wild card della Atlantic Division.

New York arriva come +157 sfavoriti per vincere la serie. Gli uragani sono -195 favoriti. Questi numeri sono secondo BetRivers.com.

Gli Hurricanes hanno vinto tre delle quattro partite durante la serie stagionale, superando New York 14-10. Carolina (116) ha vinto il Metro di sei punti sul secondo posto dei Rangers (110).


inutilità al piatto

Dopo aver in qualche modo vinto una partita in cui non sono riusciti a ottenere un successo domenica, l’inefficienza dei Pirates al piatto è continuata fino a lunedì sera.

Una vittoria senza successo per 1-0 sui Cincinnati Reds è stata seguita da una sconfitta per 9-0 con tre vittorie contro i Chicago Cubs. I Pirates non hanno avuto successo fino a quando non ci sono stati due out nel quinto inning. Fu allora che Michael Chavis arrivò con un singolo.

Chavis lo ha fatto dopo essere apparso sotto la pelle del lanciatore Wade Miley per aver chiamato due volte il timeout quando Miley stava per consegnare.

Miley ha terminato la sua uscita con sette inning lanciati, ottenendo solo quel colpo, sei strikeout e nessuna passeggiata. I Pirates hanno ottenuto due colpi dal lanciatore di soccorso Michael Rucker, ma non hanno piatto una corsa.

Secondo a Statistiche e informazioni ESPN, i Pirates sono andati 13 inning senza un successo per la prima volta nelle ultime 45 stagioni. “La serie di Pirates si è conclusa a 42 battute consecutive senza successo, a pari merito con i Red Sox per la serie più lunga della MLB in questa stagione”.

I Pirates hanno solo una corsa nei loro ultimi 22 inning. Affrontano di nuovo i Cubs martedì sera al Wrigley Field. I Cubs inizieranno Keegan Thompson che ha affrontato i Pirates il 22 aprile. Durante una vittoria dei Pirates, Thompson non ha concesso punti e due successi in quattro inning.

Tim Benz è uno scrittore dello staff di Tribune-Review. Puoi contattare Tim all’indirizzo tbenz@triblive.com o tramite Twitter. Tutti i tweet potrebbero essere ripubblicati. Tutte le email sono soggette a pubblicazione se non diversamente specificato.

Categorie:
Pirati/MLB | Sport | Steelers/NFL | Colazione con Benz | Colonne Tim Benz

Leave a Comment