Presunti federali falsi avvistati mentre lasciavano la prigione di Washington un giorno dopo che il giudice aveva negato la mozione di detenzione da parte dei pubblici ministeri

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Arian Taherzadeh, 40 anni, e Haider Ali, 35 anni, sono stati entrambi arrestati in un appartamento di lusso nella zona di Navy Yard a Washington, DC, il 6 aprile durante un raid di un’agenzia governativa multifederale a diverse unità abitative. Sono stati accusati di falsa rappresentazione di un ufficiale federale in un tribunale distrettuale degli Stati Uniti il ​​7 aprile.

Gli uomini sono stati visti lasciare una prigione di Washington, DC mercoledì. Taherzadeh ha detto ai giornalisti che non poteva commentare, ma ha detto che “mi hanno trattato molto bene”, prima di tornare all’interno della prigione, quindi salire in macchina fuori dall’edificio.

Ali non ha rilasciato commenti sulle accuse contro di lui dopo che è stato visto lasciare la prigione.

IL GIUDICE DC NEGA LA PROPOSTA PER DETENERE DUE UOMINI accusati di impersonare agenti federali

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Il giudice del magistrato Michael Harvey ha negato la richiesta dei pubblici ministeri federali di trattenere i due uomini prima del loro processo, affermando che non erano riusciti a dimostrare che gli uomini creavano un rischio di fuga e ha anche sottolineato diversi problemi con le argomentazioni avanzate dal pubblici ministeri.

Harvey ha detto che gli appartamenti presumibilmente utilizzati dai due uomini, compresi quelli che erano stati dati agli agenti dei servizi segreti, non sembravano essere stati pagati e ha notato che esiste un giudizio inadempiente per gli appartamenti.

Gli avvocati di Taherzadeh e Haider hanno affermato che gli uomini non avrebbero tentato di fuggire dal paese.

Durante l’udienza di martedì, i pubblici ministeri hanno rivelato che gli uomini erano stati informati dell’indagine federale a causa di un’e-mail inviata da un investigatore dei servizi segreti che ha contattato l’e-mail aziendale di Taherzadeh, costringendo il governo ad arrestare gli uomini prima del previsto.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell'ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Gli uomini sono stati posti agli arresti domiciliari e sono monitorati dal GPS. Non possono uscire di casa se non per “necessità mediche” e altri motivi approvati dal tribunale.

A Taherzadeh e Haider è stato anche detto di “stare alla larga” da tutte le ambasciate e gli aeroporti, nonché dal complesso di appartamenti in cui è avvenuto il presunto incidente.

L’APPARTAMENTO DI DC CHE OSPITÒ PRESUNTI FED FEED AFFITTASI AZIENDA DI SICUREZZA NAZIONALE PER ‘CONTROLLO COMPLETO’

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell'ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Secondo i pubblici ministeri, il piano di Taherzadeh e Ali presumibilmente fingendosi agenti delle forze dell’ordine federali ha iniziato a crollare quando un ispettore postale degli Stati Uniti è arrivato nel loro complesso di appartamenti per indagare su una presunta aggressione che coinvolgeva un vettore del servizio postale degli Stati Uniti.

Il caso è stato infine consegnato al Ufficio federale delle indagini dopo che gli uomini si sono identificati come dipendenti del Dipartimento per la sicurezza interna che ha lavorato in una task force speciale relativa al gen. 6 Rivolta in Campidoglio. Hanno usato le loro posizioni false delle forze dell’ordine per integrarsi con agenti federali legittimi a cui hanno fatto regali, affermano i pubblici ministeri.

I pubblici ministeri federali affermano che gli uomini hanno utilizzato le loro posizioni false delle forze dell’ordine federali per integrarsi con agenti federali legittimi a cui hanno fatto regali. Affermano anche che gli uomini hanno “compromesso” il personale dei servizi segreti con l’accesso alla Casa Bianca “lavando loro doni, inclusa la vita senza affitto”.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell'ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Durante l’esecuzione di un mandato di perquisizione il 6 aprile, gli agenti hanno recuperato più armi da fuoco e munizioni. Un deposito del tribunale dei pubblici ministeri afferma che sono stati trovati anche “numerosi dispositivi elettronici”, tra cui una quantità “significativa” di apparecchiature di sorveglianza, 30 dischi rigidi, una macchina che crea e programma carte di verifica dell’identificazione personale e carte bianche con chip.

DC JUDGE VUOLE UN’INDAGINE PIÙ PROFONDA SUI POSSIBILI LEGAMI STRANIERI PER GLI UOMINI CHE PRETESO IMPERSONANO AGENTI FEDERALI

I residenti dell’appartamento di lusso hanno detto a un ispettore che i due uomini hanno installato la videosorveglianza in tutto il complesso di appartamenti e hanno affermato di ritenere di avere accesso a informazioni personali e hanno persino affermato che gli uomini affermavano di poter accedere ai cellulari dei residenti.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell'ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Un breve deposito di pubblici ministeri l’8 aprile afferma che “una scatola di documenti con i profili di singole persone” e “un raccoglitore contenente un elenco di residenti, numeri di appartamento e informazioni di contatto” sono stati trovati quando gli agenti federali hanno eseguito il mandato di perquisizione.

Fox News ha confermato che dei quattro agenti dei servizi segreti sospesi in relazione alle indagini, due di loro lavoravano per la divisione in uniforme e uno dei doveri degli agenti era nelle vicinanze della residenza del vicepresidente Harris, ma non su di lei Dettagli personali.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell'ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.

Due uomini di Washington, DC accusati di impersonare funzionari delle forze dell’ordine sono stati avvistati mentre uscivano di prigione mercoledì pomeriggio, solo un giorno dopo che un giudice federale aveva negato la mozione dei pubblici ministeri di trattenere le due persone prima del processo.
(Fox News)

Un agente separato dei servizi segreti che ora è sospeso è stato assegnato alla divisione di protezione presidenziale della first lady Jill Biden, e fonti dicono a Fox News che è possibile che questo agente abbia sostituito a volte agenti vicini al presidente Biden ma non fosse nella normale sicurezza del presidente. Al dettaglio.

Leave a Comment