Phillies vs. Montagne Rocciose: Odubel Herrera, Zach Eflin guidano la vittoria di Phils

Questa era quella che chiamereste una vittoria completa.

I Phillies hanno lanciato bene martedì sera.

Hanno colpito bene.

E, sì, hanno schierato bene.

Il risultato fu una vittoria per 10-3 sulle sciatte Colorado Rockies al Citizens Bank Park.

I Phillies che si avviano lentamente stanno iniziando a scaldarsi?

Sii tu il giudice.

Hanno battuto le Montagne Rocciose due sere di seguito, ottenendo 20 colpi e segnando 18 punti.

Sette dei successi dei Phillies in queste ultime due notti sono stati per basi extra. Forse l’allenatore Joe Girardi aveva ragione quando ha predetto dopo la partita di lunedì sera: “Penso che molti di questi ragazzi inizieranno davvero a scaldarsi. Ci credo davvero nel mio cuore e vedremo sicuramente dei risultati più grandi dall’attacco”.

Odubel Herrera ha ottenuto due dei successi extra-base dei Phillies martedì sera, un doppio RBI e un homer da due punti.

“Quando il tuo battitore a nove buche sta colpendo i doppi nel divario e colpisce gli homer, è una buona notte”, ha detto Bryce Harper, che aveva un singolo e un doppio. “Pensavo che fossimo davvero bravi fino in fondo.”

C’era più di una semplice offesa in questa vittoria dei Phillies. Zach Eflin lanciò sei inning di palla da due colpi, cedendo solo un secondo inning singolo e un sesto homer solista a Charlie Blackmon, che ne aveva due nella notte, il 13 e il 14 della sua carriera contro i Phillies.

Eflin ne colpì tre e ne percorse uno. Ha fatto 28 partenze consecutive, risalenti ad agosto 2020, senza aver camminato più di due battitori.

Eflin ha registrato il suo 500esimo strikeout in carriera nel secondo inning ma non sapeva nulla del traguardo. In effetti, non voleva lanciare la palla in panchina e lo ha fatto solo quando il ricevitore JT Realmuto ha insistito per farlo.

“Ero incazzato”, ha detto Eflin con una risata dopo. “Mi dicevano di tirare fuori la palla, ma non ne avevo idea. Non volevo buttarlo via perché mi piaceva molto quella palla”.

Eflin non sapeva di aver raggiunto i 500 K fino a quando non è apparso nel programma radiofonico post-partita.

“È piuttosto bello”, ha detto.

Eflin era più entusiasta di fare il suo quarto inizio della nuova stagione prima della fine di aprile di quanto non fosse il pallone ricordo nel suo armadietto. Ha subito un intervento chirurgico al ginocchio destro a settembre e le prime stime lo hanno lasciato fuori fino a maggio.

“Mentirei se dicessi che non è gratificante”, ha detto. “Ci ho dedicato un’enorme quantità di lavoro durante la bassa stagione”.

Anche la difesa, non certo la forza dei Phillies, ha giocato un ruolo importante nella vittoria. Nick Castellanos, partendo dal campo destro al posto di Harper, che rimane incapace di giocare in difesa a causa di uno stiramento al gomito, ha effettuato una formidabile presa al muro per prendere basi extra lontano da Dom Nunez nel terzo inning, e il risorgente Alec Bohm ha continuato il suo impressionante rimbalzo da una partita a tre errori dell’11 aprile con un gioco forte in terza base.

“Sta giocando con sicurezza”, ha detto Girardi di Bohm. “E’ stato eccezionale. Sono orgoglioso di come l’ha gestito. Avrebbe potuto prendere molte direzioni diverse dopo quel giorno, ma è andato nella giusta direzione ed è davvero importante per la sua carriera e per noi”.

La difesa che ha aiutato di più i Phillies è stata la pessima marca di guanti consegnati dai Rockies per la seconda notte consecutiva.

Una notte dopo aver commesso tre errori, i Rockies ne fecero altri due. Sette delle corse dei Phillies finora in questa serie non sono state guadagnate.

I Phillies hanno beneficiato di due errori del Colorado e di un lancio selvaggio del tedesco Marquez segnando tre gol nel secondo inning. I Phils hanno effettivamente superato due run sul campo selvaggio.

“Errori, lanci selvaggi e baserunning heads-up”, ha detto Girardi. “Ne abbiamo approfittato e abbiamo preso il comando, poi abbiamo virato (corse), il che è importante.

I Phils hanno segnato altre quattro volte nel quarto inning sui successi di Bohm, Herrera, Jean Segura e Rhys Hoskins, e altre tre volte nel sesto, due su homer di Herrera.

La vittoria ha lasciato i Phillies sull’8-10 in vista della terza partita della serie di quattro partite mercoledì sera. Ranger Suarez prenderà la palla per i Phillies e cercherà di continuare un’eccellente serie di lanci iniziali da parte del club. Nelle ultime tre notti, Aaron Nola, Kyle Gibson ed Eflin si sono uniti per consentire solo tre run in 18 2/3 inning.

Leave a Comment