Phillies più vicino Corey Knebel inserito nella lista degli infortunati COVID, il ragazzo della città natale Jeff Singer ha chiamato

I Phillies hanno messo più vicino Corey Knebel nella lista degli infortunati legati al COVID martedì, un giorno dopo che Knebel non era disponibile nella loro vittoria in rimonta per 5-4 a causa di quelli che l’allenatore Joe Girardi ha descritto come sintomi simil-influenzali.

Knebel, che non era nel bullpen lunedì sera, si sente meglio martedì di lunedì, ha detto Girardi, e la squadra ancora martedì pomeriggio pensava che avesse l’influenza. Un primo test COVID non ha dato un risultato positivo, ma i Phillies sono in attesa dei risultati di un secondo test della saliva che Knebel ha fatto lunedì.

“Ha solo l’influenza, pensiamo”, ha detto Girardi martedì pomeriggio. “Stiamo aspettando un paio di test. Si sente meglio oggi rispetto a ieri, ma dovremo aspettare quest’ultimo test. È il test della saliva che dobbiamo cancellare, che va in laboratorio”.

Se quel test risulta negativo, Knebel sarebbe idoneo a tornare immediatamente. In sua assenza lunedì, i Phillies si sono rivolti al mancino Brad Hand, uno dei loro tanti mitigatori con esperienza di chiusura. Anche Jeurys Familia, Jose Alvarado e Seranthony Dominguez hanno svolto il lavoro a punti. Hand ha lanciato un 1-2-3 nono inning e sembrava a posto, individuando la sua palla veloce sull’angolo esterno e lanciando il suo slider per i colpi.

Se Knebel dovesse saltare più di un paio di giorni, Girardi ha detto che i Phillies si sarebbero mescolati e abbinati più vicini in base a chi sarebbe dovuto. Due mancini – Dom Smith e Brandon Nimmo – hanno battuto nel nono inning lunedì. Se fossero stati tre destri consecutivi, i Phil avrebbero potuto usare Familia.

A prendere il posto di Knebel nel roster attivo dei Phillies c’è Jeff Singer, nativo del South Jersey, che martedì mattina ha ricevuto la chiamata che aveva aspettato per tutta la vita: è stato chiamato nelle big league dalla squadra per cui è cresciuto facendo il tifo.

Il cantante, che martedì sera aveva “40 o 50 o più” familiari e amici presenti, ha usato la parola surreale per descrivere la sua giornata.

“Un po’ mi ha colto alla sprovvista, è molto presto nella stagione”, ha detto. “Per me non è ancora affondato. Sai che ci saranno dei traslochi durante tutto l’anno, ma non pensavo che sarebbe stato così presto, soprattutto per me. Non so davvero cosa dire. Ho molti amici e familiari qui e siamo tutti davvero entusiasti. Sarà un’esperienza divertente. In questo momento sto solo pensando davvero al momento”.

Il soccorritore mancino, che si è laureato alla Holy Cross Academy di Delran prima di lanciare a Monmouth e Rutgers-Camden, aveva lanciato quattro inning senza reti a Triple A in due apparizioni in questa stagione.

I mancini Cristopher Sanchez e Bailey Falter sono in gioco per seguire Zack Wheeler martedì dopo quello che dovrebbe essere un inizio abbreviato, e Hand potrebbe essere obbligato a chiudere, quindi non fa male avere un altro mancino nella “penna”. Singer è il sesto soccorritore mancino nel roster attivo dei Phillies, insieme a Hand, Sanchez, Falter, Alvarado e Damon Jones. Poiché Singer sta sostituendo un giocatore che i Phillies hanno inserito nel COVID IL, sono in grado di allevarlo anche se non è nel roster di 40 uomini.

“Devo solo mantenere i miei punti di forza e prendermela un momento alla volta se entro lì”, ha detto.

Il cantante 28enne ha una storia interessante. Non ha mai rinunciato al suo sogno e ha continuato a lanciare nella lega di baseball maschile di Rancocas Valley nella contea di Burlington mentre sbarcava il lunario lavorando in una concessionaria di automobili nel nord-est di Philadelphia. Ha lanciato abbastanza bene nella lega di Rancocas Valley per ottenere un posto con i Camden Riversharks, poi alla fine un accordo di lega minore con i Phillies nel 2015.

Il cantante ha scalato la scala della lega minore con stagioni eccellenti al Class A Lakewood nel 2016 e High A Clearwater nel 2017. È stato ancora meglio nel 2019 al Double A Reading, dove è andato 7-0 con un’ERA di 2,34 e ha segnato 74 in 61⅔ inning.

“Pensiamo che gestirà la situazione. È stato in allenamento primaverile con noi diverse volte, può darci più inning se ne abbiamo bisogno”, ha detto Girardi. “È una bella storia, è di qui. Sono sicuro che stasera sarà in testa alla lista dei pass. Buon per lui.”

Scopri di più sulla storia di Singer qui.

Leave a Comment