Perché milioni di persone su Medicaid rischiano di perdere la copertura nei prossimi mesi: Shots


Chiquita Brooks-LaSure appare durante un’audizione della commissione per le finanze del Senato per la sua nomina a amministratore, Centers for Medicare and Medicaid Services, Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, a Washington, DC, il 15 aprile 2021.

Rod Lamkey/CNP/Sipa USA tramite Reuters


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Rod Lamkey/CNP/Sipa USA tramite Reuters


Chiquita Brooks-LaSure appare durante un’audizione della commissione per le finanze del Senato per la sua nomina a amministratore, Centers for Medicare and Medicaid Services, Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, a Washington, DC, il 15 aprile 2021.

Rod Lamkey/CNP/Sipa USA tramite Reuters

L’amministrazione Biden e i funzionari statali si stanno preparando per un grande relax: milioni di persone perdono i loro benefici Medicaid quando l’emergenza sanitaria pandemica finisce. Alcuni potrebbero sottoscrivere un’assicurazione diversa. Molti altri sono destinati a perdersi durante la transizione.

Le agenzie statali Medicaid da mesi si stanno preparando per la fine di un mandato federale secondo cui chiunque sia iscritto a Medicaid non possa perdere la copertura durante la pandemia.

Prima della crisi della salute pubblica, gli stati esaminavano regolarmente se le persone erano ancora qualificate per il programma della rete di sicurezza, in base al loro reddito o forse alla loro età o allo stato di disabilità. Sebbene queste routine siano state sospese negli ultimi due anni, le iscrizioni hanno raggiunto livelli record. A luglio, secondo i Centers for Medicare & Medicaid Services, sono state arruolate 76,7 milioni di persone, o quasi 1 americano su 4.

Al termine dell’emergenza sanitaria pubblica, i funzionari statali di Medicaid devono affrontare un enorme lavoro di rivalutazione dell’idoneità di ogni persona e di collegamento con le persone il cui lavoro, reddito e alloggio potrebbero essere stati sconvolti dalla pandemia. Le persone potrebbero perdere la copertura se guadagnano troppo o non forniscono le informazioni di cui il loro stato ha bisogno per verificare il proprio reddito o residenza.

Il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti può estendere l’emergenza sanitaria pubblica con incrementi di 90 giorni; è attualmente previsto per la fine del 16 aprile.

Medicaid fornisce copertura a una vasta popolazione, inclusi anziani, disabili, donne incinte, bambini e adulti non disabili. Tuttavia, i limiti di reddito variano a seconda dello stato e del gruppo di ammissibilità. Ad esempio, nel 2021 un adulto single senza figli in Virginia, uno stato che ha ampliato Medicaid ai sensi dell’Affordable Care Act, ha dovuto guadagnare meno di $ 1.482 al mese per qualificarsi. In Texas, che non ha ampliato il proprio programma, gli adulti senza figli non possono beneficiare di Medicaid.

Le agenzie statali Medicaid spesso inviano i documenti di rinnovo per posta e nel migliore dei casi le lettere non vengono restituite o finiscono all’indirizzo sbagliato. Con l’avvicinarsi di questo tsunami di lavoro, molti uffici statali e locali sono a corto di personale.

L’amministrazione Biden sta concedendo agli stati un anno per completare il processo, ma i funzionari affermano che le pressioni finanziarie li spingeranno ad andare più velocemente. Il Congresso ha dato agli stati miliardi di dollari per sostenere i requisiti di copertura. Ma i soldi si esauriranno subito dopo la fine dell’emergenza pubblica e molto più velocemente di quanto i funzionari possano rivedere l’idoneità di milioni di persone, affermano i funzionari statali di Medicaid.

In Colorado, i funzionari prevedono che dovranno rivedere l’idoneità di oltre 500.000 persone, con il 30% di loro a rischio di perdere i benefici perché non hanno risposto alle richieste di informazioni e il 40% non si qualifica in base al reddito.

In Medicaid, “in genere, c’è sempre stata una certa quantità di persone che perdono la copertura per motivi amministrativi per un certo periodo di tempo”, ha affermato Daniel Tsai, direttore del CMS Center for Medicaid and CHIP Services. “Vogliamo fare tutto il possibile per minimizzarlo”.

A gennaio l’idoneità di circa 120.000 persone nello Utah, inclusi 60.000 bambini, era in discussione, secondo Jeff Nelson, che sovrintende all’idoneità presso il Dipartimento della salute dello Utah. Ha affermato che dall’80% al 90% di quelle persone erano a rischio a causa di rinnovi incompleti.

“Il più delle volte, sono quelli che semplicemente non ci hanno restituito informazioni”, ha detto. “Se non hanno ricevuto un rinnovo o si sono trasferiti, non sappiamo quali siano questi motivi”.

Jami Snyder, direttore dell’Arizona Medicaid, ha affermato che 500.000 persone rischiano di perdere Medicaid per gli stessi motivi. Ha detto che l’elaborazione di tutte le rideterminazioni di ammissibilità richiede almeno nove mesi e che la fine dell’aumento dei finanziamenti federali aggiungerà pressione per muoversi più velocemente. Tuttavia, ha detto, “non comprometteremo l’accesso delle persone alle cure per questo motivo”.

Tuttavia, i funzionari e i gruppi che lavorano con le persone che vivono in povertà temono che molti adulti e bambini a basso reddito, in genere a più alto rischio di problemi di salute, cadranno tra le crepe e non saranno assicurati.

La maggior parte potrebbe qualificarsi per l’assicurazione attraverso programmi governativi, i mercati assicurativi ACA o i loro datori di lavoro, ma il passaggio ad altre coperture non è automatico.

“Anche interruzioni a breve termine possono davvero sconvolgere una famiglia”, ha affermato Jessie Mandle, vicedirettrice di Voices for Utah Children, un gruppo di difesa.

‘Persone più emarginate’

Le persone a basso reddito potrebbero essere ancora in crisi al termine dell’emergenza sanitaria pubblica, ha affermato Stephanie Burdick, un’iscritta a Medicaid nello Utah che sostiene i pazienti con lesioni cerebrali traumatiche.

In generale, essere non assicurati può limitare l’accesso alle cure mediche. I tassi di vaccinazione COVID tra gli iscritti a Medicaid sono inferiori a quelli della popolazione generale in più stati. Ciò li espone a un rischio maggiore di malattie gravi se vengono infettati e di spese mediche esorbitanti se perdono l’assicurazione.

“Sono persone più emarginate”, ha detto Burdick. Ha detto che è preoccupata “che cadranno e che saranno più esclusi dal sistema sanitario in generale e avranno solo meno probabilità di ricevere cure”.

Burdick lo sa in prima persona come qualcuno che ha subito una lesione cerebrale traumatica. Prima della pandemia, perdeva periodicamente i suoi benefici Medicaid a causa delle regole bizantine che le richiedevano di riqualificarsi ogni mese. Le lacune nella copertura le hanno impedito di vedere alcuni specialisti e di ottenere le medicine necessarie. “Ricordo davvero di essere stata in farmacia non potendo permettermi le mie medicine e solo singhiozzando perché non sapevo cosa fare al riguardo”, ha detto. “È stato terribile.”

Il requisito di copertura continua COVID Medicaid è stato emanato ai sensi del Families First Coronavirus Response Act, che ha concesso agli stati un aumento di 6,2 punti percentuali dei fondi federali se hanno accettato di mantenere i livelli di idoneità in vigore in quel momento.

La spinta significava che decine di miliardi di dollari aggiuntivi sarebbero affluiti agli stati, secondo le stime di KFF.

I gruppi che sostengono le esigenze degli americani a basso reddito affermano che l’ondata di rinnovamento richiederà un raggio d’azione che rivaleggia con quella di quasi un decennio fa, quando l’ACA ha ampliato Medicaid e creato nuove opzioni assicurative private per milioni di persone.

Una ricerca indipendente pubblicata a settembre dall’Urban Institute, un think tank di sinistra con sede a Washington, DC, ha stimato che 15 milioni di persone di età inferiore ai 65 anni potrebbero perdere i loro benefici Medicaid una volta terminata l’emergenza sanitaria. Quasi tutti sarebbero idonei per altre opzioni assicurative, inclusi piani fortemente sovvenzionati sui mercati ACA.

Tsai ha affermato che la stima di 15 milioni fornisce un “punto di partenza utile per motivare tutti”, ma ha rifiutato di dire se l’amministrazione Biden ha le proprie stime su quante persone potrebbero perdere benefici. “Penso che nessuno sappia esattamente cosa accadrà”, ha detto.

Tsai e funzionari statali hanno affermato di aver lavorato fianco a fianco per mesi per evitare inutili perdite di copertura. Hanno cercato di garantire che le informazioni di contatto degli iscritti siano aggiornate, hanno monitorato i tassi di posta non restituita, hanno collaborato con assicuratori che coprono gli iscritti a Medicaid e condotto “controlli nascosti” per avere un’idea di chi non è idoneo, anche se possono ” t annullare l’arruolamento delle persone.

Alcuni iscritti potrebbero essere rinnovati automaticamente se gli stati verificano la loro idoneità utilizzando dati provenienti da altre fonti, come l’Internal Revenue Service e il Programma di assistenza nutrizionale supplementare.

Per altri, tuttavia, il primo passo consiste nel trovare coloro che rischiano di perdere la copertura in modo che possano iscriversi ad altri benefici per la salute.

“È un grande punto interrogativo quanti di questi sarebbero effettivamente arruolati”, ha affermato Matthew Buettgens, un ricercatore senior presso l’Health Policy Center di Urban e autore del rapporto di settembre. Un fattore è il costo; L’ACA o l’assicurazione basata sul lavoro potrebbero comportare spese vive più elevate per gli ex iscritti a Medicaid.

“Sono particolarmente preoccupato per i non anglofoni”, ha affermato Sara Cariano, specialista in politiche presso il Virginia Poverty Law Center. “Penso che quelle popolazioni vulnerabili corrono un rischio ancora maggiore di cadere in modo improprio”. Il centro legale sta pianificando eventi di iscrizione una volta iniziato lo svolgimento, ha affermato Deepak Madala, che dirige il suo Center for Healthy Communities e Enroll Virginia.

Il Missouri, già lento nell’iscrivere le persone idonee al programma Medicaid recentemente ampliato dello stato, aveva 72.697 domande Medicaid in sospeso a gennaio. 28. I gruppi di iscrizione temono che lo stato non sarà in grado di gestire in modo efficiente i rinnovi per quasi tutti i suoi iscritti quando sarà il momento.

A dicembre, i ruoli Medicaid nello stato erano aumentati a quasi 1,2 milioni di persone, il livello più alto almeno dal 2004. Lo stato, uno dei tanti con storie di rimozione di persone dal programma mentre erano ancora idonee, non ha detto quante le persone potrebbero perdere i loro benefici.

“Voglio assicurarmi che tutti coloro che hanno diritto e che sono idonei a MO HealthNet ricevano la copertura di cui hanno bisogno, dai bambini agli anziani alle persone con disabilità”, ha affermato Iva Eggert-Shepherd del Missouri Primary Care Associazione, che rappresenta i centri sanitari comunitari.

‘Nessuna fine in vista’

Alcune persone sostengono che le attuali protezioni siano in vigore da abbastanza tempo.

“Non c’è fine in vista. Per due anni, è ancora un'”emergenza’ senza virgolette”, ha affermato Stewart Whitson, un membro senior della Foundation for Government Accountability. Il think tank conservatore ha affermato che gli stati possono iniziare legalmente a tagliare le persone dai ruoli Medicaid senza compromettere i loro finanziamenti.

“Questo è il tipo di problema che peggiora ogni giorno di più”, ha detto di non rimuovere le persone non ammissibili. “All’inizio della pandemia, le persone si trovavano in una posizione diversa da quella in cui si trovano ora. E quindi i legislatori responsabili e i funzionari governativi in ​​ogni stato devono guardare ai fatti come sono ora”.

Tsai ha affermato che “ci è abbastanza chiaro” che affinché gli stati siano idonei per i finanziamenti Medicaid rafforzati del disegno di legge di soccorso COVID, devono mantenere le persone iscritte durante l’emergenza. “Queste due cose sono interconnesse”, ha detto.

Nel frattempo, gli stati non hanno ancora idea di quando inizierà il processo di rinnovo. HHS ha affermato che avrebbe dato agli stati un preavviso di 60 giorni prima della fine del periodo di emergenza. I fondi aggiuntivi di Medicaid dureranno fino alla fine del trimestre, quando l’emergenza scadrà: se si concludesse ad aprile, ad esempio, il denaro durerebbe fino al 30 giugno.

“È difficile fare un piano di comunicazione quando dici: ‘Hai 60 giorni, ecco qua'”, ha detto il Dipartimento della Salute di Nelson dello Utah.

I funzionari del Colorado avevano discusso dell’invio di lettere agli iscritti quando l’emergenza sanitaria pubblica si stava avvicinando alla fine programmata il 15 gennaio. 16 ma trattenne, aspettandosi che venisse prorogato. HHS ha annunciato un’estensione di 90 giorni solo due giorni prima della scadenza.

“Questo genere di cose è davvero fonte di confusione per i membri”, ha detto il direttore di Medicaid Tracy Johnson. “OK, la tua copertura sta per finire. Oh, sto solo scherzando. No, non lo è.”

Il corrispondente senior del Colorado Markian Hawryluk e il corrispondente del Midwest Bram Sable-Smith hanno contribuito a questo rapporto.

KHN (Kaiser Health News) è una redazione nazionale che produce giornalismo approfondito su questioni di salute. Si tratta di un programma operativo indipendente dal punto di vista editoriale del Fondazione della famiglia Kaiser.

Leave a Comment