Pentagono: la Russia ha perso il controllo parziale della prima città ucraina conquistata

Le forze russe non hanno più il pieno controllo di Kherson, la prima città ucraina che le truppe del Cremlino sono state catturate durante la sua invasione nel paese, ha detto venerdì un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti.

“Abbiamo visto rapporti di resistenza lì in aree che in precedenza erano state segnalate come sotto il controllo russo”, ha detto il funzionario ai giornalisti. “Non possiamo confermare esattamente chi ha il controllo di Kherson, ma il punto è che non sembra essere così saldamente sotto il controllo russo come lo era prima … vorremmo sostenere che Kherson è effettivamente di nuovo territorio conteso”.

Il funzionario ha affermato che le forze ucraine stanno combattendo per riprendere il controllo della vitale città portuale situata a nord-ovest della Crimea.

Tuttavia, tale valutazione degli Stati Uniti è stata contestata da funzionari sia russi che ucraini.

Collare. gen. Sergei Rudskoy, vice capo di stato maggiore del ministero della Difesa russo, venerdì ha affermato che la regione di Kherson era “sotto il pieno controllo”.

E i funzionari ucraini hanno anche affermato che la città sembrava ancora sotto il controllo russo, ma che ci sono state battaglie in tutta l’area più ampia, ha riferito il New York Times.

Le forze ucraine sono state in grado di impantanare le truppe russe nella maggior parte dei principali punti caldi di combattimento del paese, frustrando i russi e infliggendo duri colpi al presidente Vladimir PutinVladimir Vladimirovich PutinPentagono: la Russia ha perso il controllo parziale della prima città ucraina conquistata Ucraina, Taiwan, le Coree: il mondo sta inclinando verso grandi guerre? L’ambasciatore russo intenta una causa contro il quotidiano italiano per un articolo che suggerisce la morte di Putin MORELa mossa di prendere l’ex stato sovietico.

Se Kherson dovesse essere effettivamente contestato o eventualmente ripreso, sarebbe difficile per Mosca muoversi per prendere il controllo di altri importanti porti ucraini, inclusa Odessa.

“Sarebbe significativo se gli ucraini riuscissero a riprendersi Kherson. È una città strategicamente posizionata”, ha detto il funzionario.

Perdere Kherson metterebbe a rischio anche le truppe russe che combattono nella vicina Mykolayiv, ha aggiunto il funzionario.

Le forze russe intorno a Kiev, nel frattempo, sono ora in posizioni difensive e hanno interrotto “ogni interesse in termini di movimento di terra” verso la capitale.

“Non hanno fatto progressi verso la città, né da nord né da nord-ovest, e ad est di Kiev, li teniamo ancora dove si trovavano prima”, secondo il funzionario

“Stanno scavando, stanno stabilendo posizioni difensive, non mostrano alcun segno di volersi muovere su Kiev da terra”, hanno detto.

Il funzionario ha aggiunto che la valutazione è in linea con l’opinione degli Stati Uniti secondo cui la Russia sta ora “dando priorità” ai combattimenti nell’Ucraina orientale, in particolare nella regione contesa del Donbas dove si sono verificati combattimenti dal 2014.

“Chiaramente, hanno sopravvalutato la loro capacità di prendere Kiev e, francamente, hanno sopravvalutato la loro capacità di prendere qualsiasi centro abitato”, hanno detto.

Rudskoy lo ha confermato nei suoi commenti all’inizio di venerdì.

“In generale, i compiti principali della prima fase dell’operazione sono stati completati”, ha affermato. “Il potenziale di combattimento delle forze armate dell’Ucraina è stato notevolmente ridotto, consentendoci, sottolineo ancora una volta, di concentrare gli sforzi principali sul raggiungimento dell’obiettivo principale: la liberazione del Donbas”.

I russi, tuttavia, stanno continuando a bombardare le città, con circa 1.250 missili lanciati contro obiettivi ucraini dall’inizio dell’attacco. 24.

L’intelligence statunitense ha anche raccolto indicazioni secondo cui Mosca ha iniziato a ritirare le sue forze in Georgia per inviare in Ucraina, ha osservato il funzionario.

Washington ha assistito al “movimento di un certo numero di truppe dalla Georgia”, dove le truppe del Cremlino sono state di stanza da quando hanno invaso nel 2008, ma l’ufficiale della difesa non è stato in grado di fornire un numero.

.

Leave a Comment