Pasqua SCOTUS conferma in dubbio come delibera Biden

“Gli altri due candidati principali hanno già completato il processo o lo stanno facendo”, ha detto Durbin.

Childs è attualmente il candidato di Biden per occupare un posto vacante nella Corte d’Appello del Circuito di Washington, mentre Jackson è stato confermato in quella corte l’anno scorso. Se dovesse scegliere Jackson per la Corte Suprema, ciò aprirebbe un altro posto vacante nella potente corte d’appello, mentre l’elevazione di Childs alla Corte Suprema aprirebbe un seggio nel tribunale distrettuale e richiederebbe alla Casa Bianca di trovare un altro candidato del circuito DC.

Emily Hampsten, portavoce di Durbin, ha aggiunto che “sebbene il giudice Kruger non sia stato precedentemente processato attraverso il comitato… se il giudice Kruger fosse nominato dal presidente Biden, il suo processo di conferma sarebbe sia giusto che tempestivo”.

Al momento, la Casa Bianca sembra avere il pieno sostegno dei Democratici al Senato per tutti i candidati. Sen. Joe Manchin (DW.Va.) ha detto di non aver discusso in dettaglio del posto vacante con Biden o altri alti funzionari, ma ha aggiunto “loro conoscono praticamente la mia posizione”.

“Sono tutti buoni candidati. E chiunque sarà sarà considerato favorevolmente in una certa misura”, ha detto Manchin. Considerava l’unica scadenza come il completamento dei lavori del Senato prima che Breyer lasci il tribunale alla fine del suo mandato: “Non sto mettendo una scadenza per nulla qui”.

Mentre Biden valuta la sua decisione, la commissione giudiziaria del Senato sta iniziando a rafforzare il personale. Finora, i Democratici nel comitato hanno assunto due consulenti del personale aggiuntivi e sono previste più assunzioni, secondo il personale che ha familiarità con la questione.

Sen. John Cornyn (R-Texas), un membro di lunga data del comitato giudiziario, ha osservato che chiunque nominerà Biden dovrà sottoporsi a un controllo dei precedenti dell’FBI. Ha anche predetto che scegliere qualcuno che è già stato in commissione non avrebbe “cambiato sostanzialmente la linea temporale perché tutti vedono la Corte Suprema come un lavoro giudiziario unico”.

“Potrebbe accelerare un po’, ma tutti vorranno continuare a passare attraverso il kabuki”, ha detto Cornyn.

La stragrande maggioranza dei senatori sta adottando un approccio attendista sulla scelta SCOTUS di Biden. Ma alcuni sostengono che il passato di Kruger in un tribunale statale sia una risorsa, nonostante le preoccupazioni per la sua potenziale conferma che richieda più tempo.

“Era un tipo abbastanza comune di qualifica per essere alla Corte Suprema degli Stati Uniti per molto tempo, ma non abbiamo avuto nessuno da quando il giudice O’Connor si è dimesso”, ha affermato il senatore. Tim Kaine (D-Va.), che ha aggiunto di non avere un favorito. “Gran parte del registro della Corte Suprema si pronuncia sulla costituzionalità degli statuti statali. Avere qualcuno che è stato nel sistema della Corte Suprema statale è una buona cosa”.

Donald Verrilli, ex procuratore generale degli Stati Uniti, ha dichiarato in un’intervista che “non può immaginare” che il fatto che Kruger non sia passato attraverso la magistratura avrà “alcun effetto materiale sul processo … dato quanto è molto rispettata come giurista e quanto altamente rispettata prima era come un avvocato.

I democratici stanno cercando di soddisfare lo standard fissato dal GOP quando hanno confermato la giustizia Amy Coney Barrett nel 2020, che è passato circa un mese dal momento in cui è stata nominata quando i repubblicani hanno gareggiato per confermarla prima delle elezioni presidenziali. L’ex presidente Donald Trump ha offerto il lavoro a Barrett tre giorni dopo la morte del giudice Ruth Bader Ginsburg e ha annunciato pubblicamente la sua decisione cinque giorni dopo. E ha aiutato il fatto che il Comitato giudiziario l’abbia esaminata per un giudice presso la Corte d’Appello del Settimo Circuito nel 2017, appena tre anni prima che fosse confermata alla Corte Suprema.

Domenica il sen. Ben Ray Luján (DN.M.) ha alleviato i timori dei democratici per i lunghi ritardi. Ha pubblicato un video in cui ha affermato che tornerà al Senato 50-50 tra “poche settimane” e che voterà sulla prossima giustizia della Corte Suprema. Una volta tornato Luján, i Democratici possono confermare un candidato senza alcun voto del GOP.

Sen. Richard Blumenthal (D-Conn.), membro del Comitato giudiziario, ha affermato che una cronologia di Pasqua “è certamente fattibile, ma se è la settimana dopo Pasqua, va bene anche questo”. Ha ammesso che Kruger “potrebbe volerci un po’ più di tempo”, ma ha previsto che qualsiasi problema di tempismo sia “abbastanza marginale”.

Leave a Comment