Oath Keeper è il primo a dichiararsi colpevole di cospirazione sediziosa per Jan. 6, collaborerà con i pubblici ministeri

Joshua James, 34 anni, arabo, Alabama, mercoledì si è dichiarato colpevole di accuse sediziose di cospirazione nell’ambito di un accordo con i pubblici ministeri subordinati alla sua cooperazione con il governo degli Stati Uniti nel perseguimento in corso degli imputati coinvolti nel gen. 6 attacco al Campidoglio degli Stati Uniti.

Il patteggiamento è il primo del suo genere per un gen. 6 e arriva quasi un anno dopo che James è stato accusato di aver ostacolato e ostacolato l’affermazione del Congresso del voto del Collegio elettorale alle elezioni presidenziali del 2020.

James si è dichiarato colpevole davanti alla corte di un conteggio di cospirazione sediziosa e un conteggio di ostacolo a un procedimento ufficiale in cambio di un livello di reato ridotto, che il giudice prenderà in considerazione al momento della condanna.

Il patteggiamento implica direttamente il fondatore di Oath Keeper e leader della milizia Stewart Rhodes, tra gli altri, in un complotto cospiratorio per fermare il trasferimento del potere prima dell’insediamento del presidente Joe Biden, con Rhodes che prevede “una lotta sanguinosa e disperata”.

“Hanno usato comunicazioni crittografate e private, si sono equipaggiati con una varietà di armi, hanno ricevuto equipaggiamento da combattimento e tattico, ed erano pronti a rispondere all’appello di Rhodes a prendere le armi”, si legge nell’accordo tra James e i pubblici ministeri.

James ha riconosciuto che lui e altri hanno raccolto armi da fuoco negli hotel alla periferia di Washington, DC, ed erano pronti a usarle per impedire a Biden di diventare presidente.

James ha ammesso di essere stato incaricato, insieme ad altri Osservatori del giuramento, di “essere pronto, se richiesto, a riferire al terreno della Casa Bianca per proteggere il perimetro e usare la forza letale, se necessario, contro chiunque abbia cercato di rimuovere il presidente Trump dalla Casa Bianca, compresa la Guardia Nazionale o altri attori del governo” che potrebbero essere inviati a rimuoverlo.

Un individuo, senza nome nell’accordo, ha inviato un messaggio a James a Capodanno 2020 dicendo che avevano “amici non lontani da Washington con molte armi e munizioni”.

“Potrebbe essere utile, ma ne abbiamo un sacco [quick reaction forces] in attesa di un arsenale”, ha risposto James.

James ha incontrato Rhodes nell’area di Washington, DC, nel novembre 2020. I due hanno partecipato a più incontri online per organizzare e fare piani per gennaio. 6 nelle settimane precedenti l’attacco al Campidoglio.

A dicembre, Rhodes ha inviato un messaggio a una chat di gruppo crittografata che includeva James e ha detto: “‘Sarà una lotta sanguinosa e disperata. Combatteremo. Non può essere evitato'”, secondo l’appello accordo. Una delle chat di gruppo di Signal solo su invito era intitolata “Gen 5/6 Op Intel team” e un’altra era intitolata “DC OP: Jan 6 21”.

La chat di gruppo “intel” è stata utilizzata da James e Rhodes per coordinarsi poco prima che i rivoltosi facessero breccia nel Campidoglio con un membro che chiedeva se coloro che si erano spinti all’interno fossero “in realtà patrioti”. Rhodes ha risposto, apparentemente per confermare che erano dalla stessa parte: “Patriot reali. Patrioti incazzati”.

Indossando uno zaino, una maglietta da combattimento, guanti tattici e equipaggiamento da Guardiano del Giuramento, James ha riconosciuto che lui e altri sono entrati illegalmente in Campidoglio subito dopo le 15:00, dopo di che ha aggredito un agente di polizia di Washington. Ha discusso con un altro rivoltoso se andare avanti prima di decidere di spingere nella Rotonda del Campidoglio.

DopoJan. 6, James e Rhodes hanno preso provvedimenti per nascondere le loro identità e condividere armi da fuoco aggiuntive. A un certo punto, James ha detto che Rhodes gli aveva ordinato di aiutarlo a difendersi dal suo possibile arresto.

James ha detto ai pubblici ministeri che dopo che un gruppo di Guardiani del giuramento si è incontrato in un Olive Garden in seguito alla rivolta, li ha portati a una stazione di servizio dove ha distribuito le migliaia di dollari di armi da fuoco che aveva accumulato prima del 19 gennaio. 6 a diversi membri, incluso lo stesso James.

Rhodes, improvvisamente in allerta che lui e gli altri potrebbero essere arrestati per il loro ruolo nell’attacco, avrebbe anche lasciato il telefono con una persona del gruppo e se ne sarebbe andato con un altro membro in modo che le forze dell’ordine avrebbero avuto problemi a rintracciarlo.

Rhodes avrebbe anche dato a James un telefono antifurto e gli avrebbe detto che avrebbe dovuto creare un’identità e un indirizzo di casa falsi, e gli avrebbe ordinato di spegnere il telefono ogni volta che parlavano delle “elezioni presidenziali e dei prossimi passi”.

James ha ammesso di essersi unito a Rhodes mentre andava in giro ad acquistare armi da fuoco, munizioni e altre attrezzature tattiche dopo che i due si sono incontrati in Alabama e si sono recati in Texas, con Rhodes che ha detto a James che voleva che servisse come suo dettaglio di sicurezza personale. Nel suo capannone in Alabama, James ha detto di aver conservato più armi da fuoco, cannocchiali, caricatori di apparecchiature per la visione notturna, migliaia di munizioni e telefoni con più bruciatori in attesa di istruzioni da Rhodes.

La dichiarazione di reato di James implica anche Kelly Sorelle, l’autodefinito avvocato degli Oath Keepers al momento dell’insurrezione. Anche se ha negato di aver mai chiesto ai membri di cancellare i loro messaggi, James ha rivelato ai pubblici ministeri un nuovo messaggio da “un individuo che ha capito essere un avvocato per i Guardiani del Giuramento che ha dichiarato:” STEWART: DEVI CANCELLARE QUALSIASI DEI TUOI COMMENTI SU CHI HA FATTO COSA. Non hai alcun obbligo di lasciarli.

James ha accettato di pagare $ 2.000 in base all’accordo per i danni al Campidoglio. L’accordo richiede a James di collaborare con le autorità federali, testimoniare davanti a un gran giurì, sostenere interviste e consegnare una contabilità delle sue attività finanziarie.

La pena massima per cospirazione sediziosa è di 20 anni di carcere, una multa di $ 250.000 e tre anni di libertà vigilata, insieme ad altre tasse e sanzioni. La cooperazione di James può essere utilizzata per determinare la sua condanna, ha spiegato alla corte il presidente del tribunale Amit P. Mehta.

Senza la piena collaborazione di James, come stabilito dal governo, violerà l’accordo.

Gli altri 10 presunti Oath Keepers accusati del complotto sedizioso di cospirazione, incluso Rhodes, si sono dichiarati non colpevoli di tutte le accuse contro di loro.

Gli avvocati di James non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento di ABC News.

Secondo l’accusa, James era a capo di una seconda “pila” di Guardiani del giuramento che ha fatto breccia nell’edificio del Campidoglio attraverso il lato est.

È accusato di farsi strada con la forza oltre le forze dell’ordine che stavano cercando di sorvegliare la Rotonda del Campidoglio e di farsi strada tra gli agenti che sono stati costretti a dispiegare spray chimici contro di lui.

.

Leave a Comment