Nick Saban accusa Texas A&M di aver comprato “ogni giocatore”

A Nick Saban non è stato chiesto del reclutamento di football del Texas A&M mercoledì. Ma di sicuro era felice di parlarne.

In quello che può essere giustamente descritto come un colpo sparato attraverso la prua del suo rivale della SEC, Saban ha accusato la Texas A&M di aver manipolato le regole dell’immagine e della somiglianza dei nomi per pagare i giocatori e ottenere la classe di reclutamento n. 1 della nazione sotto la guida dell’allenatore Jimbo Fisher. Riuscì anche ad arrotolare Deion Sanders.

Saban stava parlando di fronte ai leader aziendali locali a Birmingham per un evento che promuoveva i Giochi Mondiali che si terranno in Alabama a luglio. Durante una dichiarazione di quasi sette minuti, Saban ha parlato del NIL, dichiarando di credere nella pratica in teoria ma che è manipolata da alcuni dei suoi rivali in un modo che minaccia l’esistenza stessa degli sport universitari.

Saban crede che il NIL sia fatto “nel modo giusto”

Saban ha chiarito che non è contrario alla NIL quando ha fatto “nel modo giusto” e che ha incoraggiato i suoi giocatori ad assumere agenti per creare opportunità per se stessi.

“I nostri giocatori l’anno scorso hanno creato opportunità per 3 milioni di dollari facendolo nel modo giusto”, ha detto Saban. “Non ho problemi con questo, e nessuno ha avuto problemi nella nostra squadra perché i ragazzi che hanno ottenuto i soldi se li sono guadagnati. … Il problema e il problema con nome, immagine e somiglianza sono gli allenatori che cercano di creare un vantaggio per loro stessi.”

Ciò in cui Saban non crede

Ha poi continuato descrivendo uno scenario in cui i programmi assumono agenzie esterne finanziate da booster che poi “incanalano” denaro ai giocatori in base a ciò che un allenatore ha promesso loro come reclute. Ha detto che l’Alabama non lo fa. Crede che altri programmi lo facciano e che crei una situazione in cui le reclute richiedono programmi come l’Alabama che soddisfano quelle offerte o perdono i loro servizi.

E questo, secondo lui, rappresenta l’inizio della fine degli sport universitari.

“Se iniziamo a pagare i giocatori, dovremo eliminare gli sport”, ha detto Saban.

Per riferimento, i programmi atletici della SEC hanno generato 777,8 milioni di dollari nell’anno fiscale 2020-21. Quella cifra non include le entrate della ciotola.

Saban: “A&M ha comprato tutti i giocatori della sua squadra”

Quindi, senza chiedere conferma, Saban iniziò a fare nomi. Il primo nome era Texas A&M, che ha battuto l’Alabama per la classe di reclutamento n. 1 della nazione nel 2022, il primo anno in cui NIL era in gioco durante il reclutamento.

“Siamo stati i secondi nel reclutamento l’anno scorso, A&M è stato il primo”, ha detto Saban. “A&M ha comprato tutti i giocatori della sua squadra. Ha fatto un accordo per nome, immagine e somiglianza. Non abbiamo comprato un giocatore. Non so se saremo in grado di sostenerlo in futuro perché sempre di più la gente lo fa”.

Il prossimo incontro di Jimbo Fisher e Nick Saban potrebbe essere un po’ imbarazzante. (Foto di Wesley Hitt/Getty Images)

Saban ha poi chiamato Jackson State e Miami basket.

“Leggilo sul giornale”, disse Saban. “Jackson State ha pagato un milione di dollari a un ragazzo l’anno scorso che è stato davvero un buon giocatore di Divisione I per venire a scuola. E se ne sono vantati. Nessuno ha fatto nulla al riguardo. Questi ragazzi a Miami che giocheranno a basket per $ 400.000, è sul giornale. Il ragazzo ti dice come sta facendo. Ma la NCAA non può far rispettare le proprie regole perché non è contro la legge”.

Deion Sanders risponde

Lo stato di Jackson ha sbalordito il football del college a dicembre lanciando la recluta n. 1 in assoluto I rivali Travis Hunter dallo stato della Florida per firmare con l’HBCU. Sanders allena Jackson State. Non era contento del commento di Saban.

Resta sintonizzato per ulteriori commenti da Coach Prime.

Fisher, nel frattempo, non ha emesso una confutazione mercoledì sera. Ma ha già sentito queste accuse. Li ha derisi mentre parlava con CBS Sports a febbraio.

“Questo accordo da 30 milioni di dollari è uno scherzo”, ha detto Fisher. “Questa cosa che c’è qualche fondo là fuori e tutte queste cose che sono successe ed è stata scritta su BroBible da un tizio di nome Sliced ​​Bread e all’improvviso il paese ci crede, è uno scherzo. Non ha influito sul reclutamento affatto… Le persone che vogliono commentare non hanno idea di cosa stia succedendo. È un insulto ai giocatori che vengono qui e alle persone intorno a noi”.

Questo non è sicuramente l’ultimo che abbiamo sentito da Fisher.

Leave a Comment