Nick Kristof non può funzionare per Oregon governatore, le regole della Corte Suprema

Giovedì la corsa alle primarie democratiche dell’Oregon per il governatore si è ridotta in modo significativo, con la sentenza della Corte Suprema dello stato che l’ex editorialista del New York Times Nick Kristof non può candidarsi perché non soddisfa i requisiti di residenza di tre anni dello stato.

unanime foglie sentenza del tribunale l’ex presidente della Camera Tina Kotek e lo stato tesoriere Tobias letta come apripista per Maggio Democratico primario, che conterrà anche una lunga lista di candidati meno noti.

L’alta corte ha confermato una decisione gennaio dal Segretario di Stato Shemia Fagan che Kristof non soddisfaceva il requisito di Oregon che hanno vissuto nello stato dal novembre 2019.

Tuttavia, la corte alla fine non ha emesso la propria decisione sul fatto che Kristof sia più propriamente considerato un residente di New York o dell’Oregon. Piuttosto, afferma l’opinione della corte, i giudici hanno esaminato i fatti come esposti da Fagan e dai documenti di Kristof presso il suo ufficio per vedere se avrebbero “costretto” Fagan a decidere che Kristof soddisfaceva gli standard di residenza della costituzione. Quei fatti no, hanno concluso i giudici.

Fagan si appoggiò pesantemente sul record di voto di Kristof, i giudici hanno scritto, ma lei ha fatto in modo così ampio, notando che “registrato per votare in uno stato diverso e schede gettato nelle elezioni che altro Stato per un periodo di due decenni”, i loro stati d’opinione.

Kristof ha scritto su twitter Giovedi ‘mattina che “la Corte Suprema di oggi al potere mi ha escluso dal ballottaggio è, ovviamente, molto deludente. Ma anche se non sarò nerd, non rinuncerò al nostro stato. So che possiamo essere migliori. Io continuerò a lavorare per aiutare le persone che stanno lottando, che mancano di opportunità e di speranza “.

Kristof è cresciuto in Oregon, ha posseduto per decenni una proprietà nella contea rurale di Yamhill e ha detto di aver sempre considerato la sede dello stato. Ma possiede anche una casa a New York, ha depositato New York e le tasse sul reddito dell’Oregon e ha votato a New York solo nel novembre 2020.

La Costituzione Oregon afferma che nessuno “chi non abbia avuto tre anni immediatamente precedente la sua elezione, un residente di questo stato” può funzionare per il regolatore. Nelle memorie presentate alla corte, gli avvocati di Kristof e Fagan hanno presentato le loro interpretazioni sul fatto che gli autori della Costituzione dello stato e gli elettori che l’hanno adottata intendessero per “residenti” includere solo le persone che hanno vissuto principalmente nello stato per tre anni o estendere che a copertura di una persona che aveva legami chiari allo stato, ma era presente qui a intermittenza. La Corte ha concluso che l’uso di “residente” della Costituzione Oregon è correttamente interpretata nel senso “una persona può avere una sola residenza in un momento.”

Nella loro decisione, i sette giudici hanno anche appoggiato pesantemente una decisione della Corte Suprema dell’Oregon del 1906 in merito alla volontà di Amanda Reed, fondatrice del Reed College, e se risiedeva in Oregon o in California al momento della sua morte.

OPB ha segnalato per la prima volta la sentenza.

Gli ex segretari di stato Bill Bradbury e Jeanne Atkins, entrambi democratici, hanno affermato in documenti a sostegno di Kristof che potrebbe interferire con il ruolo degli elettori nella selezione dei candidati se i funzionari elettorali dovevano far rispettare troppo rigorosamente i requisiti di ammissibilità per candidarsi alle elezioni. Ma gli avvocati del Dipartimento di Giustizia che hanno rappresentato Fagan hanno risposto che un’interpretazione approssimata del requisito della residenza “minaccerebbe i diritti degli elettori di scegliere candidati qualificati. Eleggere un candidato qualificato creerebbe una crisi ancora maggiore da invalidare una maggioranza o maggioranza dei voti espressi.”

Kristof ha raccolto almeno 2,7 milioni di dollari per finanziare la sua ormai defunta campagna per la carica di governatore, denaro che ora può donare ad altri candidati e campagne, restituire ai donatori o risparmiare per un’altra futura corsa alla carica.

Kotek, di North Portland, e Read, che vive in un sobborgo della contea di Washington appena fuori Portland, hanno raccolto rispettivamente $ 1,1 milioni e $ 900.000, cifre che non illustrano il loro vero potenziale di raccolta fondi. Ad esempio, Kotek non ha ancora ricevuto contributi significativi da due gruppi che l’hanno appoggiata e tendono a spendere ingenti somme per le gare del governatore dell’Oregon, EMILY’s List e SEIU.

-Hillary Borrud

Leave a Comment