Nets eliminati dai Celtics nei playoff NBA

Il basket passa da giocatore a giocatore quando i Celtics eseguono il loro attacco, e ha trovato Grant Williams mentre il primo tempo stava finendo nella partita 4 della serie di playoff del primo turno di Boston contro i Nets lunedì sera al Barclays Center.

Williams aveva una gran quantità di spazio per allineare la sua 3 punti, che ha frugato. I Nets avevano ancora tempo per un ultimo tiro prima dell’intervallo e il passaggio in entrata è andato a Kyrie Irving a 2,1 secondi dalla fine. Ma invece di lanciare un tiro da oltre metà campo, ha semplicemente lasciato cadere la palla per essere recuperata da un arbitro con il passare del tempo.

È stato un piccolo momento – insignificante, forse – ma anche rivelatore a modo suo. Dov’era la disperazione? Perché non sedici ogni opportunità? Abbastanza sicuro, mentre il secondo tempo si è svolto, i Nets hanno esaurito le occasioni.

I Nets si aspettavano di vivere per i campionati NBA, e forse un giorno lo faranno. Ma quel giorno non è adesso. Un’altra apparizione post-stagione abbreviata si è conclusa lunedì quando i Celtics hanno sconfitto i Nets, 116-112, per completare una spazzata di quattro partite. È stato il finale appropriato per una stagione sconnessa per la settima testa di serie Nets, che ha trascorso mesi a pedalare attraverso un cast eterogeneo di personaggi. Sono stati disfatti da infortuni e assenze, da un roster miscuglio che non riusciva a portare alla luce un marchio coerente di basket e, infine, da un avversario superiore che ha messo le sue pinze soffocanti su due dei migliori giocatori del pianeta.

I Celtics hanno prodotto la difesa più alta del campionato nella stagione regolare e hanno dimostrato che non è stato un colpo di fortuna contro Irving e Kevin Durant. Ime Udoka, l’allenatore del primo anno dei Celtics, è stato uno degli assistenti dell’allenatore dei Nets Steve Nash a Brooklyn la scorsa stagione e ha applicato la sua conoscenza istituzionale per tutta la serie.

“Sono una squadra incredibile”, ha detto Durant dei Celtics. “Hanno la possibilità di fare grandi cose”.

Il prossimo per la seconda testa di serie Celtics è il vincitore della serie al primo turno tra i Chicago Bulls e i Milwaukee Bucks. I campioni in carica Bucks hanno un vantaggio di tre partite a uno entrando in gara 5 della loro serie mercoledì.

I Nets, che hanno avuto il secondo stipendio più alto del campionato in questa stagione, cercheranno di ricalibrare. Nash è stato ingaggiato dai Nets nel 2020 senza alcuna esperienza di capo allenatore e ora ha presieduto due uscite all’inizio della stagione. (I Nets hanno perso contro i Bucks nelle semifinali della Eastern Conference la scorsa stagione.) Irving, che può diventare un free agent illimitato, ha detto che intende firmare di nuovo con la squadra. Ma è apparso in sole 29 partite di stagione regolare in questa stagione a causa del suo rifiuto di essere vaccinato contro il coronavirus.

“So che così tante persone volevano vederci fallire in questo frangente, ci hanno scelto come contendenti e hanno così tanto da dire a questo punto”, ha detto Irving, “quindi lo sto usando solo come carburante per l’estate”.

Irving ha aggiunto che voleva restare con Durant, il cui contratto con i Nets durerà per tutta la stagione 2025-26.

“Quando dico che sono qui con Kev, penso che ciò implichi davvero la gestione di questo franchise insieme a Joe e Sean”, ha detto Irving, riferendosi a Joe Tsai, il proprietario della squadra, e Sean Marks, il direttore generale.

La fiducia del cervello dei Nets ha del lavoro da fare sulla scia di una stagione turbolenta che è stata interrotta anche da uno scambio di mezza stagione con i Philadelphia 76ers, che hanno acquisito James Harden in cambio di un pacchetto che includeva Ben Simmons, Seth Curry e scelte al draft. Simmons è arrivato a Brooklyn con la schiena tesa e ha detto che aveva a che fare con problemi di salute mentale da mesi. Non è mai apparso in uniforme.

Per quanto riguarda l’esperimento Harden, è stato un fallimento. Harden, Durant e Irving hanno giocato insieme in sole 16 partite in due stagioni, compresi i playoff.

“La parte difficile è che penso che siamo cresciuti tutti moltissimo a causa delle avversità di quest’anno”, ha detto Nash. “Semplicemente non siamo stati in grado di trarne vantaggio in questa serie o in questa fase della stagione”.

Durant ha saltato 21 partite dopo essersi slogato il ginocchio a gennaio, poi ha giocato pesanti minuti alla fine della stagione regolare mentre la squadra si arrampicava per un posto nel torneo di play-in.

“Penso che i nostri ragazzi si siano logorati”, ha detto Nash. “Sono stanchi.”

E ci sono state le assenze molto pubblicizzate della squadra. Simmons ha guardato le prime tre partite della serie dalla panchina in abiti urbani. Harden ora gioca a Filadelfia. E Joe Harris, uno dei migliori tiratori della squadra, si è fatto rimuovere una particella ossea dalla caviglia sinistra a novembre. Quando la sua riabilitazione ha avuto una battuta d’arresto, a marzo ha subito un altro intervento chirurgico che ha concluso la sua stagione.

Contro i Celtics, i Nets hanno mancato la lunghezza di Harris in difesa insieme alla sua capacità di allungare il pavimento come minaccia da 3 punti. Di conseguenza, i Celtics potrebbero essere ancora più aggressivi nel mettere più difensori su Durant ogni volta che toccava la palla.

“Solo più grande e più forte in ogni posizione”, ha detto Nash.

La serie stessa è stata una rapida discesa nell’inutilità. Dopo che Jayson Tatum dei Celtics ha vinto Gara 1 con un layup da cicalino, Irving ha usato diverse parolacce per descrivere le sue interazioni con i fan che erano seduti a bordo campo a Boston. (L’NBA ha successivamente multato Irving $ 50.000 per aver fatto gesti osceni.) Dopo che i Nets sono stati battuti in Gara 2, Irving ha elogiato il giovane nucleo dei Celtics, dicendo ai giornalisti che “il loro momento è ora”. E dopo che Durant ha lottato in Gara 3, sembrava sconcertato alla sua conferenza stampa post-partita. Cosa potrebbe mai fare per mantenere viva la serie? Non aveva soluzioni immediate.

Lunedì, Durant ha cercato di essere più aggressivo, finendo con un record di 39 punti mentre tirava 13 su 31 dal campo. Ma Tatum aveva 29 punti per guidare i Celtics e Jaylen Brown ne ha aggiunti 22.

“Avevamo grandi aspettative”, ha detto Durant. “Tutti avevano grandi aspettative per noi. Ma durante la stagione sono successe molte cose che ci hanno fatto deragliare”.

Leave a Comment