Morte di George Floyd: la condotta degli agenti di polizia di Minneapolis è “incoerente” con la politica del dipartimento, afferma l’esperto

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Un esperto sull’uso della forza ha verificato lunedì in un tribunale federale che la condotta di tre ex agenti di polizia di Minneapolis accusati di aver violato i diritti civili di George Floyd era “incoerente” con le pratiche di polizia generalmente accettate, ma un avvocato difensore ha messo in dubbio la qualità della sua analisi.

Tim Longo, il capo della polizia dell’Università della Virginia a Charlottesville, è stato testato in un tribunale di St. Paul, Minnesota, nel processo contro J. Alexander Kueng, Thomas Lane e Tou Thao e ha affermato di aver esaminato video, politiche del dipartimento di polizia di Minneapolis, formazione materiali e altri elementi per valutare la condotta.

PROCESSO DI POLIZIA DI MINNEAPOLIS: UN TEEN BYSTANDER POTREBBE DIRE IMMEDIATAMENTE GEORGE FLOYD ERA “IN DISTRESS”, HA TESTIMOLATO

Gli ufficiali sono accusati di aver violato i diritti costituzionali di Floyd mentre agivano sotto l’autorità del governo. Tutti e tre sono accusati di aver privato Floyd, un uomo di colore di 46 anni, delle cure mediche mentre era ammanettato, a faccia in giù mentre l’agente Derek Chauvin premeva il ginocchio sul collo di Floyd per 9 minuti e mezzo. Kueng si inginocchiò sulla schiena di Floyd e Lane tenne giù le sue gambe mentre Thao teneva indietro gli astanti.

Questa combinazione di foto fornita dall’ufficio dello sceriffo della contea di Hennepin in Minnesota il 3 giugno 2020 mostra, da sinistra, gli ex agenti di polizia di Minneapolis J. Alexander Kueng, Thomas Lane e Tou Thao.
(Ufficio dello sceriffo della contea di Hennepin tramite AP, file)

Kueng e Thao sono anche accusati di non essere intervenuti per fermare l’omicidio del 25 maggio 2020, che ha innescato proteste in tutto il mondo e un riesame del razzismo e della polizia.

Le accuse affermano che le azioni degli ufficiali hanno portato alla morte di Floyd.

GLI UFFICIALI DI POLIZIA DI MINNEAPOLIS ALL’ARRESTO DI GEORGE FLOYD DOVREBBERO INTERVENIRE, HA TESTIMOLATO IL POL DI LUNGA DURATA

Lane, che è bianco; Kueng, che è nero; e Thao, che è americano Hmong, ha anche affrontato un processo statale separato a giugno con l’accusa di aver aiutato e favorito l’omicidio e l’omicidio colposo.

Longo ha testato che gli ufficiali possono usare solo la forza proporzionata al livello di resistenza che stanno incontrando e sono tenuti a smettere di usare la forza quando la resistenza si interrompe. Sono inoltre tenuti a cercare di ridurre le situazioni. Longo ha detto di non aver trovato alcun motivo per mettere Floyd a terra e che una volta che Floyd era lì, non stava resistendo e non era una minaccia.

In questa immagine dal video della telecamera del corpo della polizia mostrato come prova in tribunale, i paramedici arrivano mentre gli agenti di polizia di Minneapolis, tra cui Derick Chauvin, il secondo da sinistra, e J. Alexander Kueng trattengono George Floyd a Minneapolis, il 25 maggio 2020.

In questa immagine dal video della telecamera del corpo della polizia mostrato come prova in tribunale, i paramedici arrivano mentre gli agenti di polizia di Minneapolis, tra cui Derick Chauvin, il secondo da sinistra, e J. Alexander Kueng trattengono George Floyd a Minneapolis, il 25 maggio 2020.
(Dipartimento di Polizia di Minneapolis tramite AP, File)

Longo ha affermato che il “dovere di cura” di un agente per le persone in custodia “è assoluto” perché sono trattenute e non possono prendersi cura di se stesse. Ha anche affermato che un ufficiale ha il dovere di adottare “misure affermative” per impedire a un altro agente di usare la forza eccessiva.

PROCESSO DI POLIZIA DI MINNEAPOLIS: LA MORTE DI GEORGE FLOYD NON È STATA CAUSATA DA DROGA, ‘EXCITED DELIRIUM’, DICE IL TOSSICOLOGO

“Il termine intervenire è un verbo, è una parola d’azione. E richiede un atto. E quello che fai è fermare il comportamento”, ha detto.

Longo ha verificato che quando si tratta di un dovere di fornire assistenza medica, le azioni di Thao e Kueng non erano coerenti con le pratiche di polizia generalmente accettate. Ha detto che Thao “non ha fatto nulla” e Kueng non ha intrapreso ulteriori azioni dopo aver controllato il polso di Floyd e non averne trovato.

Longo ha detto che quando Lane ha eseguito le compressioni toraciche a Floyd in ambulanza, stava adempiendo al suo dovere di fornire assistenza medica. Ma, ha detto, ciò non si applica a ciò che è accaduto prima di quel momento, quando non è stato dato alcun aiuto.

In questa immagine dal video di sorveglianza, gli agenti di polizia di Minneapolis da sinistra, Tou Thao, Derek Chauvin, J. Alexander Kueng e Thomas Lane sono visti mentre tentano di prendere in custodia George Floyd a Minneapolis, Minn, il 25 maggio 2020.

In questa immagine dal video di sorveglianza, gli agenti di polizia di Minneapolis da sinistra, Tou Thao, Derek Chauvin, J. Alexander Kueng e Thomas Lane sono visti mentre tentano di prendere in custodia George Floyd a Minneapolis, Minn, il 25 maggio 2020.
(breve TV tramite AP, Pool, File)

L’avvocato di Thao, Thomas Plunkett, suggerisce che Longo abbia esaminato solo i materiali che i pubblici ministeri “hanno scelto” per lui e non ha guardato oltre. Ha insistito sul tema della difesa secondo cui il dipartimento di polizia di Minneapolis è responsabile dell’omicidio di Floyd per aver addestrato male i suoi ufficiali.

Plunkett ha recitato parte di una presentazione dell’allenamento che ha mostrato violenti confronti tra ufficiali e sudditi, con l’audio di un discorso negli spogliatoi pronunciato dall’attore Al Pacino, nel ruolo di un allenatore nel film sul calcio del 1999 “Any Given Sunday”, esortando i suoi giocatori a combattere “pollici per pollice” perché farà la differenza tra vincere e perdere, e vivere e morire.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

Plunkett ha detto che il video è l’ultima cosa che le reclute vedono nella loro formazione sull’uso della forza e ha chiesto se fosse coerente con le politiche e le pratiche accettate dalla polizia. Longo ha risposto di aver trovato il video “molto inquietante”, a causa delle immagini di persone che muoiono e si fanno male, ma che non conosceva il contesto in cui è stato presentato.

I pubblici ministeri hanno iniziato a presentare il loro caso a gennaio. 24 e venerdì in ritardo hanno detto che si aspettavano di riposare lunedì. Gli avvocati difensori inizieranno quindi a presentare i testimoni. L’avvocato di Lane ha detto che il suo cliente testimonierà. Gli avvocati di Thao e Kueng non hanno detto se lo faranno.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment