Morte di George Floyd: il primo degli ufficiali coinvolti nella morte di Floyd testimonierà durante il processo federale per i diritti civili

Thao ha testimoniato che un agente che usava il ginocchio per trattenere un sospetto era stato insegnato nell’accademia di polizia. Ha anche detto che presumeva che altri ufficiali si stessero “prendendo cura” di Floyd mentre lui aiutava a controllare la folla.

Anche gli ex ufficiali J. Alexander Kueng e Thomas Lane hanno detto che prenderanno posizione.

Lunedi Kueng e Thao hanno detto al giudice distrettuale degli Stati Uniti Paul Magnuson che avevano in programma di testimoniare in propria difesa.

Lane, l’ufficiale inesperto che ha trattenuto le gambe di Floyd durante la fatale contenzione, ha detto al giudice martedì che aveva anche intenzione di prendere posizione. Il giorno prima, il suo avvocato Earl Grey aveva detto a Magnuson che voleva parlarne con Lane prima di prendere una decisione definitiva.

La testimonianza di Thao martedì è iniziata con lui che ha spiegato la sua educazione e la decisione di diventare un agente di polizia. Figlio di immigrati laotiani, Thao ha detto che vedere la polizia arrestare suo padre dopo un incidente violento gli ha fatto pensare di unirsi alle forze dell’ordine.

L’avvocato difensore Robert Paule ha mostrato alla giuria diverse fotografie del tempo di Thao nell’accademia di polizia che ritraevano gli istruttori che usavano le ginocchia per sottomettere e arrestare i soggetti durante gli esercizi di addestramento.

Definendo una di queste foto un “esercizio per ammanettare”, Thao ha detto che era pratica comune insegnare come sottomettere le persone in posizione prona mentre si usa un ginocchio per controllare la persona.

“Vedi se quei due agenti usano le ginocchia?” chiese Paule a Thao.

“Lo sono”, rispose Thao.

Una foto mostrava un istruttore di uso della forza sorridente mentre il suo ginocchio era sul collo del soggetto nell’esercizio.

L'esperto di uso della forza per la difesa afferma che Derek Chauvin era giustificato a inginocchiarsi su George Floyd

“È qualcosa che veniva insegnato in genere all’accademia mentre eri lì?” Paolo ha continuato.

“Sì,” rispose Thao.

Quando è stato chiesto perché un ginocchio sarebbe stato utilizzato negli esercizi, Thao ha detto che era “per impedire loro di rotolarsi o alzarsi”.

Lane, Kueng e Thao sono entrambi accusati di privazione dei diritti ai sensi della legge poiché Chauvin ha trattenuto Floyd, e Thao e Kueng sono anche accusati di non essere intervenuti intenzionalmente nell’uso irragionevole della forza da parte di Chauvin, provocando la morte di Floyd.

I tre si sono dichiarati non colpevoli delle accuse federali e sono stati processati insieme. Chauvin ha ammesso la colpa a dicembre come parte di un patteggiamento.

Tutti e tre gli ex ufficiali dovranno affrontare un processo statale entro la fine dell’anno con l’accusa di favoreggiamento nell’omicidio di Floyd.

Martedì, gli avvocati difensori dei tre ex ufficiali hanno iniziato a presentare il loro caso. I pubblici ministeri dovrebbero riprendere l’esame incrociato di Thao mercoledì alle 22:30 ET.

Thao pensava che Floyd fosse drogato durante l’incontro

Paule ha interrogato Thao sugli eventi il ​​25 maggio 2020, quando lui e altri ufficiali hanno risposto al Cup Foods a Minneapolis. Thao ha testimoniato di essere a conoscenza che gli ufficiali Lane e Keung erano ufficiali solo da pochi giorni.

Thao ha detto che anche se gli era stato impedito di rispondere alla scena dopo l’arrivo di altri agenti, ha deciso di continuare ad assistere.

“In base alla mia esperienza, Cup Foods è ostile alla polizia”, ​​ha detto alla giuria. “È un noto ritrovo di gang di Bloods.”

Thao ha detto che pensava che “era ovvio” Floyd fosse sotto l’effetto di droghe o alcol, in parte perché era “molto sudato”.

Ha aggiunto che Floyd ha usato la sua gamba per “lanciarsi” mentre resisteva all’essere messo in un’auto della polizia.

La polizia di Minneapolis usa ancora la forza sui neri a un ritmo sproporzionato

Non era raro vedere altri agenti di polizia di Minneapolis usare il ginocchio mentre arrestavano qualcuno, ha detto Thao, e il suo ruolo sulla scena è passato alla folla e al controllo del traffico.

“Sapevo che la folla stava iniziando a radunarsi e a causare problemi”, ha detto Thao. “A quel punto ho un ruolo diverso, che è quello di controllare la folla per consentire loro di occuparsi del signor Floyd”.

Thao ha definito il suo ruolo cambiato come quello di diventare un “cono di traffico umano”, assicurandosi che le auto non colpissero gli ufficiali e l’ambulanza che era stata chiamata potesse individuarli facilmente.

Durante il controinterrogatorio, il pubblico ministero LeeAnn Bell ha continuamente chiesto a Thao la sua visione momento per momento dei suoi colleghi ufficiali che tenevano Floyd a terra.

Thao ha testimoniato di aver visto il ginocchio di Chauvin sul collo di Floyd e che era in grado di sentire Floyd smettere di parlare. Thao ha anche detto che era in grado di vedere i suoi partner e cosa stava succedendo intorno a loro.

Paule si è opposto numerose volte alla linea di interrogatorio di Bell, in particolare quando il pubblico ministero ha tentato di accompagnare Thao attraverso l’incidente minuto per minuto utilizzando il video. Paule ha detto alla corte che la continua proiezione dei video sarebbe stata pregiudizievole.

Quando Bell ha insistito ulteriormente sulla sua capacità di mostrare estratti video, il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Paul Magnuson ha detto al pubblico ministero: “Abbiamo visto questa cosa più e più volte”.

Bell ha quindi iniziato a mostrare più fotografie della posizione di Thao e della direzione che stava affrontando mentre lavorava per controllare il gruppo di astanti che urlavano contro gli ufficiali.

Bell ha anche insistito su Thao su ciò che ha sentito dire dal testimone Charles McMillian agli ufficiali mentre osservava dal marciapiede. Ha chiesto a Thao se ricordava che McMillian aveva detto: “Uno dei miei amici è morto allo stesso modo”.

A seguito di un’altra obiezione da parte degli avvocati difensori, Bell ha chiesto a Thao se si ricordava che McMillian aveva detto agli ufficiali di rimuovere il ginocchio di Chauvin dal collo di Floyd.

“Ti credo sulla parola”, rispose Thao.

L’accusa dice che Floyd potrebbe essere sopravvissuto

I pubblici ministeri hanno chiamato più di 20 testimoni nel corso dei 13 giorni di testimonianza. L’accusa ha spinto sia gli alti ufficiali di polizia di Minneapolis che i testimoni esperti a testimoniare che gli imputati avevano il dovere di intervenire e prestare il primo soccorso, secondo le politiche del dipartimento.

Testimoni multipli hanno anche testato i tre ex ufficiali non hanno fatto alcun tentativo di togliere Chauvin dal collo di Floyd o di prestare assistenza medica. Diversi esperti medici hanno testato che si trattava di un evento “sopravvissuto” e che la RCP avrebbe salvato la vita di Floyd.

Derek Chauvin si è dichiarato colpevole in tribunale federale di aver violato i diritti civili di George Floyd
Molti dei testimoni chiamati dai pubblici ministeri sono stati anche messi alla prova lo scorso anno al processo di stato di Chauvin, dove è stato ritenuto colpevole di omicidio non intenzionale di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado.

La testimonianza è stata bloccata per tre giorni all’inizio di questo mese dopo che un imputato è risultato positivo al Covid-19. Un giurato è stato anche licenziato dopo aver rivelato che suo figlio aveva a che fare con un grave problema di salute mentale.

Il giurato maschio è stato sostituito da un giurato maschio supplente, secondo un giornalista del pool in tribunale. La giuria composta da 12 giurati comprende ancora cinque uomini e sette donne. Ora ci sono cinque supplenti: due uomini e tre donne.

Eric Levenson e Paul Vercammen della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment