Morant fa pagare ai Wolves una moltitudine di errori con il vincitore del gioco dell’ultimo secondo

MEMPHIS – Dopo che il layup vincente di Ja Morant è fallito con un secondo rimanente nella sconfitta per 111-109 dei Timberwolves in Gara 5, un allenatore pacato Chris Finch non ha bloccato la sconfitta della sua squadra sulla sua difesa in quella giocata.

Non lo ha appuntato sull’incoerente esecuzione a metà campo dei Wolves in attacco, che ha portato all’ennesima vittoria in rimonta di Memphis in questa serie nonostante un vantaggio di 13 punti dei Wolves nel quarto quarto.

“Onestamente, non aveva nulla a che fare con questo”, ha detto Finch. “Avevano tipo, non so, quanti rimbalzi offensivi nel quarto?”

I media davanti a Finch gli hanno detto che Brandon Clarke ha avuto sette rimbalzi offensivi per i Grizzlies – nel quarto quarto.

“Clarke ne aveva sette da solo?” disse Finch. “Questo è il gioco. Ne avevano 18 [offensive rebounds] per il gioco. Avevano 12 punti di seconda possibilità nel quarto trimestre. Questo era tutto. Questo è il gioco”.

Ancora una volta, i Lupi sono stati lasciati a raccogliere i pezzi di una partita che hanno condotto per gran parte della notte, di una partita che avrebbero dovuto vincere e di una partita che non hanno nessuno da incolpare se non loro stessi per aver perso. Ora seguono il meglio delle sette serie di playoff della Western Conference al primo turno da tre partite a due.

Il gioco sciatto ha permeato la notte. Grizzlies e Wolves si sono combinati per 39 palle perse, con i Wolves che ne hanno commesse 23. Memphis ha tirato il 67% dalla linea di tiro libero e il 25% da tre punti.

Gara 5 sarebbe stata vinta non dalla squadra che ha fatto di più per vincerla, ma dalla squadra che ha fatto di meno per perderla. I Wolves hanno battuto Memphis lì.

“I loro giocatori stavano parlando, ‘Oh, stanno per foldare, stanno per foldare'”, ha detto ai giornalisti la guardia di Memphis Desmond Bane. “Sapevo che non era così.”

I Wolves erano in vantaggio di 13 con 9:38 da giocare dopo che Karl-Anthony Towns ha segnato una tripla e poi ha messo a tacere la folla con un dito in bocca.

Non avrebbero mai potuto far tacere Memphis del tutto. Mentre si avvicinava al podio post-partita, Towns, che aveva 28 punti e 12 rimbalzi, ha emesso due profondi sospiri.

“È deludente. Siamo così vicini, eppure così lontani”, ha detto Towns. “Devo solo tirarci su, rispolverarci su questo volo, parlare di ciò di cui dobbiamo parlare, stare insieme e prepararci per [Game 6] Venerdì.”

Memphis è andato in fuga per rientrare in uno prima che Morant li portasse in vantaggio per la prima volta dal primo quarto, 107-106 con 1:03 da giocare. Memphis ha guidato l’attaccante Anthony Edwards (22 punti) e ha pareggiato la partita con un angolo tre a 3,7 secondi dalla fine.

Sul possesso finale di Memphis, Edwards ha giocato d’azzardo per cercare di rubare il passaggio in entrata a Morant, che ha poi sparato a Jarred Vanderbilt per la vittoria.

“Avevo già deciso che avrei provato a rubarlo. Stupido errore”, ha detto Edwards. “Però è finita. Non posso farci niente.”

Morant ha superato un inizio lento ottenendo 30 punti, 13 rimbalzi e nove assist. È stata la sua attività a entrare nella vernice che ha spostato la difesa dei Wolves e ha permesso a Clarke di dominare il vetro sulla sua strada verso 21 punti, 15 rimbalzi, nove dei quali sono arrivati ​​​​all’estremità offensiva.

“Non puoi tirarlo fuori e provare a rimbalzare perché salterà, toccalo”, ha detto Edwards. “Devo solo tirarlo fuori. Era solo un mostro oggi, amico. Non lo so. Era un mostro oggi.”

Aggiunto Finch: “I nostri piccoli [guards] devono rientrare e loro devono colpire. Devono incastrarlo e mettergli il corpo addosso laggiù”.

I Wolves non hanno fatto alcun favore con la loro esecuzione a fine partita, soprattutto quando D’Angelo Russell ha cercato di portare in vantaggio i Wolves con un tiro dalla media distanza contestato e hanno girato la palla sul loro possesso precedente, con Towns che ha detto che la palla in realtà è andato fuori dai piedi di Bane (25 punti).

“Tutto deve migliorare”, ha detto Towns. “Tutto deve migliorare da tutti noi. Sarà un lavoro di squadra”.

È un triste lato positivo per i Lupi che almeno abbiano esperienza nel riprendersi dalle sconfitte schiaccianti di loro stessi, dal momento che l’hanno fatto per vincere Gara 4 dopo aver sperperato Gara 3.

“Tutti sanno che venerdì dovremo affrontare una partita di eliminazione, quindi non penso che nessuno sia a terra”, ha detto Edwards. “Penso che tutti siano semplicemente delusi per la perdita di oggi. Ma non vedo l’ora che arrivi venerdì perché tutta la pressione è alta… È ora di presentarsi. Penso che tutti siano pronti”.

Avranno bisogno di attingere di nuovo a quella positività, qualunque cosa ne sia rimasta.

“Sarà un gioco completamente nuovo”, ha detto Edwards. “Potremmo ottenere un vantaggio ed essere in grado di mantenerlo. Sai? È sicuramente divertente, ma speriamo di poter ottenere un vantaggio e mantenerlo”.

Leave a Comment