Micah Hyde di Buffalo Bills devolverà parte dei proventi della partita di softball di beneficenza per sostenere le vittime della sparatoria

BUFFALO, NY — Il giorno dopo che 10 persone sono state uccise e altre tre ferite in una sparatoria in un supermercato di Buffalo, la sicurezza di Bills Micah Hyde si è impegnata a donare una parte dei proventi della sua partita di softball di beneficenza alle famiglie delle vittime.

Hyde ha detto che la partita di softball a lungo pianificata è stata quasi cancellata a causa degli eventi del fine settimana, ma che sentiva che fosse importante riunire la comunità dopo una tale tragedia e fare qualcosa di positivo.

L’attacco è avvenuto sabato pomeriggio quando un uomo bianco di 18 anni ha aperto il fuoco in un Tops Friendly Markets situato in un quartiere nero efficiente a Buffalo. Le autorità hanno descritto l’atto come “estremismo violento di matrice razziale”.

“Non riesco ancora a crederci”, ha detto Hyde. “Ma quando c’è odio nel mondo, in qualche modo lo cancelli con amore, e venendo qui oggi e mostrando alla comunità amore e amore per i giovani, amore per la comunità, amore per le fondamenta. Immagino che questo sia il modo di combattere esso.”

Un assegno di $ 200.000 è stato presentato alla fondazione ImagINe For Youth di Hyde dagli sponsor dell’evento prima della partita. Oltre a una parte degli altri proventi, il denaro raccolto dall’asta silenziosa tenutasi durante l’evento andrà alle famiglie delle vittime. Tutto ciò che è emerso dal gioco di softball sta tornando a New York occidentale.

L’evento ha attirato oltre 10.000 persone al Sahlen Field nel centro di Buffalo, dopo che meno di 2.000 hanno partecipato alla prima partita di softball di beneficenza di Hyde nel 2019. Erano presenti più di tre dozzine di giocatori di Bills, tra cui il quarterback Josh Allen, il tight end Dawson Knox, il cornerback Tre’ David White e la sicurezza Jordan Poyer.

“Pregare per e con la nostra comunità di Buffalo”, i Bills twittato Sabato sera. “I nostri cuori sono con le vittime, le loro famiglie e gli amici”.

Con le OTA volontarie che continuano questa settimana per i Bills, più giocatori hanno affermato che si aspettano che la squadra si riunisca lunedì durante le riunioni per capire l’approccio migliore per il gruppo più ampio per aiutare la comunità e le persone più direttamente colpite dalla sparatoria.

“Il mio cuore va alle vittime e alle loro famiglie”, ha detto Allen. “Davvero non abbiamo ancora parlato come una squadra. Saremo nell’edificio domani e sono sicuro che ne parleremo e troveremo un modo per aiutare la situazione, aiutare le famiglie. È qualcosa che tu non pensare mai che accadrà nella tua comunità e quando succede, colpisce a casa. Ieri ho avuto mal di pancia tutto il giorno. Stavo tornando dal diploma di mia sorella, ed è stato solo, è stato straziante. Lo è davvero.

“E ancora, domani parleremo come una squadra e capiremo cosa vogliamo fare, ma non c’è dubbio che faremo qualcosa”.

Allen ha detto di essere contento che Hyde abbia deciso di non annullare l’evento in quanto ha dato ai giocatori di Bills l’opportunità “di uscire qui, mostrare la faccia e dimostrare che ci prendiamo cura di questa comunità”.

“Il microcosmo di una squadra di football della NFL, lo spogliatoio è composto da diverse etnie, razze, personalità, tutte mescolate in una sola”, ha detto Allen. “Venire qui, divertirci e mostrare alla comunità che questo è ciò che siamo come squadra. Questo è ciò che siamo come comunità e vogliamo far parte di questa comunità”.

Mentre gli eventi della giornata includevano un derby fuoricampo e una partita di softball da sette inning tra attacco e difesa, il peso di quanto accaduto nella comunità durante il fine settimana è stato onnipresente, anche durante un momento di silenzio e l’emozionante inno nazionale cantato dell’ufficiale di polizia di Buffalo Armonde “Moe” Badger.

“Se ci fermassimo e cancellassimo tutto a causa dell’odio, non andremmo avanti”, ha detto Hyde. “Ce n’è molto, e penso che tutto ciò che puoi fare è solo, come ho detto, diffondere amore e amarsi l’un l’altro. Penso che sia stato grande negli ultimi due anni nella società, ovviamente passando attraverso il COVID e tutto quel tipo di cose da raggiungere davvero, aiutarsi a vicenda e amarsi l’un l’altro”.

L’Associated Press ha contribuito a questa storia.

.

Leave a Comment