Marjorie Taylor Greene e Paul Gosar

Rappresentanti di estrema destra. Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) e Paul Gosar (R-Ariz.) sono intoccabili all’interno della conferenza repubblicana della Camera.

Perchè importa: Greene e Gosar possono partecipare a tutte le conferenze dei suprematisti bianchi che desiderano, con la certezza che non c’è nulla di cui hanno bisogno dalla leadership e non è rimasto nulla che la leadership possa prendere da loro.

  • Sono già stati spogliati dei loro comitati. Non hanno bisogno o interesse per l’approvazione o il denaro della leadership. E il loro potere deriva in realtà dall’offesa alla leadership repubblicana a Washington.
  • “Non hanno letteralmente nulla di tangibile [to punish them] in termini di leve congressuali tradizionali”, ha detto ad Axios una fonte della leadership del GOP.

Dietro le quinte: Greene ha a lungo gongolato di essere immune alle punizioni Il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy. Questo è vero anche dopo che lei e Gosar sono apparse a un raduno di nazionalisti bianchi ospitato dallo schietto negazionista dell’Olocausto, antisemita, omofobia e razzistA attivista Nick Fuentes.

  • Quando Donald Trump era in corsa per la presidenza nel 2016, si vantava notoriamente che “poteva stare nel mezzo della Fifth Avenue e sparare a qualcuno e non avrebbe perso nessun elettore”.
  • Greene ha fatto la sua versione di quella dichiarazione, vantandosi durante una manifestazione in Texas il mese scorso che “Kevin non può fare niente per me.”

Lei ha ragione. McCarthy non può fare niente punirla, anche se lo volesse (cosa che, ci è stato detto, non fa).

  • Greene non può essere privato di alcun incarico di commissione del Congresso perché i Democratici hanno già rimosso lei e Gosar da tutte le loro commissioni.
  • “In un certo senso, i Democratici hanno aiutato”, ha detto ad Axios la fonte della leadership del GOP. “Sarebbe molto più difficile per la leadership in questo momento se lei e lui fossero ancora entrambi seduti in un comitato”.
  • E non c’è alcuna possibilità che Greene e Gosar vengano espulsi dalla conferenza repubblicana. Ciò richiederebbe un voto di due terzi, che è difficile immaginare che possa accadere anche se McCarthy stesse frustando i voti come se la sua vita dipendesse da questo.

Greene non ha bisogno di soldi o connessioni con grandi donatori che la leadership del GOP potrebbe offrirle in cambio di un buon comportamento.

È ricca in modo indipendente e una centrale di raccolta fondi di base, semplicemente grazie al suo intenso appello tra i donatori repubblicani impegnati.

  • Greene ha raccolto quasi 7,5 milioni di dollari nel 2021, secondo i registri della Commissione elettorale federale.
  • Tra i repubblicani della Camera, solo McCarthy, Minority Whip Steve Scalise (R-La.) e Rep. Dan Crenshaw (R-Texas) ha rilanciato di più.
  • Quasi tutta la raccolta fondi di Greene proveniva da singoli donatori; solo un singolo PAC aziendale ha donato alla sua campagna l’anno scorso, donando un misero $ 2.500.
  • Il quadro della raccolta fondi di Gosar è più cupo. Ha guadagnato meno di $ 350.000 l’anno scorso, mostrano i record della FEC. Ma dato che è impossibile aggirare l’estrema destra, Gosar ha pochi problemi a respingere gli sfidanti primari repubblicani.
  • Nessuno dei due è particolarmente vulnerabile nemmeno in un’elezione generale; il Cook Political Report valuta entrambi i loro distretti come solidamente repubblicani.

Nel 2019, la leadership del GOP ha spogliato l’allora Rep. Steve King dell’Iowa dei suoi incarichi di comitato per aver fatto commenti comprensivi ai nazionalisti bianchi. Ora, però, non c’è niente da togliere a Greene o Gosar.

  • “MTG [Marjorie Taylor Greene] è peggio di Steve King”, ha detto un anziano aiutante repubblicano.
  • “Con King, c’era un modo per farlo uscire dalla Camera, ma Greene è una macchina per la raccolta fondi con un seguito che ama i riflettori”, ha aggiunto l’aiutante.
  • “Il meglio [House] I repubblicani possono sperare che un giorno si candidi al Senato”.

Cosa stanno dicendo: Rappresentante. Tom Rice (RSC) ha detto che la loro partecipazione all’evento nazionalista bianco è stato un “enorme errore” che “conferma ciò che la gente ama dire di noi, che credo sia generalmente falso”.

Alla domanda se dovessero esserci delle conseguenze, però, ha ripetuto: “E’ stato un grosso errore”.

  • Crenshaw ha definito Fuentes, l’organizzatore dell’evento, uno “psicopatico e un antisemita” e ha detto: “Nessuno dovrebbe mai parlare a nessuno dei suoi eventi”.
  • Tuttavia, Crenshaw ha affermato che le punizioni sono “sempre per spettacolo” e si è opposto all’idea di sostenere i principali oppositori di uno dei due legislatori.
  • Rappresentante. Don Bacon (R-Neb.) ha detto che il suo partito deve “chiarire molto chiaramente” che è “al 100%, fermo contro il nazionalismo bianco”.
  • Ma Bacon ha detto che tutto ciò che il partito può fare in risposta è “chiarire che non ci piace” e “dargli il braccio rigido e dire che è ripugnante”.
  • “Spererai che i loro distretti lo vedano e facciano una scelta migliore”, ha aggiunto Bacon. “Lascio fare ai loro distretti.”

La linea di fondo: McCarthy ha detto lunedì che le apparizioni di Greene e Gosar alla conferenza dei nazionalisti bianchi sono state “spaventose e sbagliate”, ma ha chiarito che non dirà pubblicamente nulla di più sull’argomento.

McCarthy ha detto ai colleghi di aver affrontato la questione con Greene in una conversazione privata.

  • Una fonte che conosce il pensiero di McCarthy ha detto che è “frustrato dalle continue distrazioni” di Greene e Gosar.
  • “Abbiamo una grande opportunità per riprenderci la Camera; abbiamo una grande opportunità per prepararci per il ’24”, ha aggiunto la fonte. “E hai… gente che non sembra voler mantenere la squadra in prima linea.
  • Un portavoce di McCarthy ha rifiutato di commentare.

Incalzata dalla sua partecipazione all’evento, Verde ha detto che non sapeva nulla di Fuentes e le sue opinioni.

  • Ha detto che non sosteneva il nazionalismo bianco.
  • Herally, Rep. Matt Gaetz (R-Fla.), L’ha difesa citando il suo discorso al gruppo, durante il quale ha detto “non importa quale sia il colore della tua pelle … importa chi sei come persona”.

.

Leave a Comment