Manuel Oliver, padre della vittima di Parkland Joaquin Oliver, protesta dalla gru vicino alla Casa Bianca

“Il mondo intero ascolterà Joaquin oggi. Ha un messaggio molto importante”, ha detto il padre, Manuel Oliver, in un video twittato alle 6:54, riferendosi a suo figlio Joaquin “Guac” Oliver. “Ho chiesto un incontro con Joe Biden un mese fa, ma non ho mai avuto quell’incontro.”

Oliver ha twittato lunedì mattina di essere salito su una gru di 150 piedi vicino alla Casa Bianca “in modo che l’intera nazione possa giudicare la nostra realtà”.

Lui e sua moglie, Patricia Oliver, speravano di attirare l’attenzione sull’iniziativa lanciata lunedì con March for Our Lives e Guns Down America, chiamata “shockmarket.org”, un sito web che tracciava la violenza armata durante il mandato di Biden come presidente.

“Abbiamo deciso di attirare l’attenzione del signor Biden e quella gru era esattamente di fronte alla Casa Bianca”, ha detto Patricia Oliver. In questo modo, ha detto, “non c’è modo di dire ‘Non me ne sono accorto'”.

L’iniziativa chiede a Biden di impegnarsi ad apportare modifiche sostanziali per ridurre la violenza armata durante il suo discorso del 1° marzo sullo stato dell’Unione. Stanno chiedendo a Biden di istituire un Ufficio nazionale per la prevenzione della violenza armata, investire in programmi di intervento sulla violenza nella comunità, nominare un nuovo direttore per l’Ufficio per l’alcol, il tabacco, le armi da fuoco e gli esplosivi e “Usa il pulpito presidenziale del bullo” per coordinare una risposta nazionale alle armi violenza.

“Il cuore del presidente Biden va al signor Oliver, alle altre famiglie delle vittime della sparatoria di Parkland e a tutti gli americani che sono stati colpiti dalla violenza armata”, ha affermato il portavoce della Casa Bianca Michael Gwin in una nota. “Il presidente ha fatto di più per combattere la violenza armata attraverso l’azione esecutiva nel suo primo anno di qualsiasi presidente nella storia, e si è impegnato a mantenere quel lavoro ogni giorno che è alla Casa Bianca”.

Patricia Oliver ha detto che lunedì mattina si è avvicinata alla gru, ha guardato suo marito e si è sentita orgogliosa. Stavano lottando per il cambiamento nell’anniversario della morte del figlio.

“Non smetteremo mai di essere i suoi genitori”, ha detto Patricia Oliver, 55 anni. “Rappresentiamo Joaquin. Stiamo solo continuando il suo modo di gestire la vita”.

Per lei, Joaquin rappresenta potere, determinazione, giustizia e amore. Era un’anima vecchia con “grandi pensieri”, ma amava anche essere sciocco, disse con un sorriso mentre pensava a lui.

Mentre sua madre cucinava, la prendeva in giro, fingendo di essere nella scena del pattinaggio a rotelle del film “Xanadu” mentre ballava sul pavimento della cucina. Amava tifare per i Miami Heat, la sua squadra NBA preferita, scriveva poesie e battute e gli piaceva cantare in giro per casa, in particolare la canzone “The Girl From Ipanema”.

“Era davvero pessimo nel cantare, ma non gli importava”, ha detto.

I sostenitori hanno anche in programma di radunarsi fuori dalla Casa Bianca questo pomeriggio per premere per la riforma della violenza armata, ha affermato Igor Volsky, co-fondatore e direttore esecutivo di Guns Down America.

La polizia di DC ha detto di aver ricevuto una telefonata intorno alle 5:40 per la segnalazione di due persone nella gru al 700 15th Street NW. Una persona è stata arrestata verso l’inizio della manifestazione. Un portavoce della polizia della DC ha detto che i restanti due manifestanti in seguito sono caduti da soli. La polizia non ha potuto confermare immediatamente che Oliver fosse tra loro; le identità saranno rilasciate al momento della presentazione delle accuse.

La polizia ha detto che un lucchetto e una catena erano stati tagliati per accedere alla gru, che veniva utilizzata dalla società di costruzioni Grunley.

Un portavoce di Grunley, con sede a Rockville, Maryland, ha detto che i loro funzionari erano a conoscenza della manifestazione. Ha rifiutato di commentare ulteriormente o descrivere la natura del progetto di costruzione in quel luogo.

Secondo il suo sito web, Grunley ha restaurato e modernizzato dozzine di importanti edifici all’interno e intorno al distretto, da condomini di lusso ad ambasciate e uffici governativi.

Nel 2017, gli attivisti affiliati a Greenpeace sono saliti su una gru da cantiere di 270 piedi nel centro di Washington e hanno srotolato un grande striscione con un messaggio al presidente Donald Trump. Ci sono volute 18 ore prima che la polizia parlasse dei sette attivisti, infastidendo il traffico della giornata.

Questa storia verrà aggiornata.

John Wagner ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment