Luis Severino degli Yankees si riprende con la vittoria per 6-2 sugli Orioles

È stato bello riavere Luis Severino e iniziare le partite da quando è tornato in rotazione all’inizio del 2022. È elettrico quando è acceso, e anche se probabilmente non raggiungerà le centinaia di inning lanciati dopo tutti gli infortuni, vale la pena dare la palla ogni cinque giorni.

Tuttavia nei suoi ultimi inizi di coppia, Severino sembrava proprio un ragazzo che non ha lanciato molto in tre anni. Aveva concesso 10 punti guadagnati in 15,2 inning nelle sue ultime 3 partenze, anche se uno di questi includeva 5,1 inning senza successo. In base ai numeri, è stato il peggior lanciatore titolare degli Yankees.

Lunedì sera ha mostrato segni di ripresa. Contro gli Orioles, Severino ha giocato sei inning, concedendo una corsa su un colpo, mentre ne ha segnati sette. Per lo più ha attraversato la formazione di Baltimora, preparando gli Yankees per un’altra vittoria. Anche la formazione ha fatto il suo lavoro, dato che gli Yankees hanno vinto 6-2, ottenendo la settima vittoria nelle ultime otto partite.

Le squadre si sono scambiate le occasioni perse (quella degli Orioles in arrivo tramite gioco pazzesco) nel primo e veloci inning nel secondo prima che gli Yankees aprissero le marcature nel terzo. Con due eliminati e Anthony Rizzo primo, Giancarlo Stanton ne ha schierato uno sul campo destro. È caduto, permettendo a Rizzo di correre tutto intorno e segnare.

Stanton è stato espulso dopo aver vagato troppo oltre il secondo, supponendo che il tiro sarebbe andato a casa. Da notare anche sul gioco che quasi certamente sarebbe stato un fuoricampo di due punti se le recinzioni di Camden Yards fossero state dove erano prima di quest’anno.

Un inning dopo, gli Yankees si sono aggiunti al loro vantaggio. Con Gleyber Torres e Isiah Kiner-Falefa entrambi in campo dopo i singoli, Jose Trevino è andato sul campo opposto e ne ha tirato uno sul palo del fallo per un fuoricampo di tre punti, il primo per un ricevitore degli Yankee per tutta la stagione. È stato strano, con il tono piuttosto alto e con un xBA di appena .110, ma contava lo stesso.

Gli Orioles sono saliti sul tabellone nella parte inferiore del quarto quando Anthony Santander ha condotto l’inning con una palla lunga. Era uno dei pochi difetti dell’uscita altrimenti sterlina di Sevy.

Dopo aver eliminato Ramón Urías per terminare un 1-2-3 sesto inning, la giornata di Severino sarebbe finita quando Jonathan Loáisiga è uscito per iniziare il settimo. Ha permesso a un singolo di iniziare l’inning, ma ha indotto un doppio gioco e ha ottenuto uno strikeout per superarlo in modo pulito. In una giornata in cui Severino sembrava migliore, anche per la Loáisiga è stato un passo nella giusta direzione.

Chad Green ha lanciato un ottavo inning senza reti prima che gli Yankees virassero una certa assicurazione nel nono. Josh Donaldson e Anthony Rizzo sono tornati uno dopo l’altro, tornando a casa per dare agli Yankees un po’ più di respiro.

Aroldis Chapman è arrivato al nono posto, cercando di riprendersi dopo aver subito la sconfitta di sabato contro i White Sox. Alla fine ha concluso la partita, ma ha concesso un secondo fuoricampo di consolazione a Santander.

Gli Yankees hanno già molto da offrire; non ottieni il miglior record della lega per caso. Tuttavia, Severino era stato una delle cose un po’ preoccupanti della stagione fino a quel momento. Sebbene fosse solo gli Orioles, lunedì sera ha mostrato alcuni segnali molto positivi. Andranno per un’altra vittoria domani sera con Jameson Taillon che affronterà Spenser Watkins alle 19:05 ET.

Punteggio casella

Leave a Comment