L’ufficiale di sanità pubblica della contea di Sacramento risponde alle proteste delle mascherine scolastiche

Con le proteste contro il continuo mandato di mascheramento della California nelle scuole che si stanno svolgendo in tutto lo stato, mercoledì l’ufficiale della sanità pubblica della contea di Sacramento ha chiesto pazienza ai genitori e ha spiegato perché era d’accordo con la decisione dello stato di astenersi dall’abbandonare il requisito per ora. Il segretario alla salute e ai servizi umani della California, il dottor Mark Ghaly, ha dichiarato questa settimana che lo stato mirava ad annunciare una data di fine per il mandato delle mascherine scolastiche il 22 febbraio. 28, a seguito di una rivalutazione di due settimane delle tendenze pandemiche. “La mia richiesta ai genitori è che vi chiediamo di essere pazienti”, ha detto Olivia Kasirye, responsabile della sanità pubblica della contea di Sacramento, durante un briefing con i giornalisti. “Stiamo rivedendo i dati, ma penso che sia importante per i genitori riconoscere che i bambini possono e sono colpiti da COVID-19”. Quest’anno ha mostrato un aumento dei ricoveri con bambini e alcuni bambini e il personale hanno condizioni che li mettono a rischio, lei disse. “Quindi voglio assicurarmi di avere misure in atto per mantenere tutti al sicuro”, ha detto. “Penso che questo sia il momento in cui dobbiamo stare attenti a come facciamo questi passi”. Kasirye ha delineato le tendenze positive nei casi di COVID-19 e nei ricoveri ospedalieri, anche se ha affermato che i decessi sono in media da 9 a 10 al giorno. La contea di Sacramento ha una media di 500-600 casi di COVID-19 al giorno per un tasso medio settimanale di 38,2 per 100.000 persone, ha detto. Questo è più del 75% in meno rispetto al tasso di picco di 250 per 100.000 del mese scorso. Anche i ricoveri e le epidemie di COVID-19 nelle carceri della contea stanno migliorando, ha detto. I ricoveri si attestano a 415 pazienti con COVID-19 e 66 in terapia intensiva. Questo è in calo rispetto al picco di 657 e più di 100 in terapia intensiva il mese scorso. La scorsa settimana, l’epidemia nella prigione principale della contea in centro è stata di 150 casi. Quel numero è ora 52. L’epidemia al centro di correzione di Rio Cosumnes è di 91, in calo rispetto ai 236 di una settimana fa, ha detto. Mercoledì, la contea di Sacramento ha seguito l’esempio dello stato e ha posto fine al proprio mandato locale per le maschere al chiuso e un ordine separato per lo svolgimento virtuale delle riunioni pubbliche. Oltre alle scuole, le mascherine sono ancora necessarie per le persone non vaccinate e per quelle sui mezzi pubblici o nelle strutture sanitarie e di congregazione, rifugi per senzatetto e strutture per l’infanzia. Le aziende possono scegliere di far autocertificare alle persone il loro stato di vaccinazione o scegliere di richiedere maschere per tutti, indipendentemente dal loro stato. La domanda di test COVID-19 sta diminuendo e, di conseguenza, a partire dal 1 marzo la contea declasserà il numero di siti di test della comunità offerti da 13 a 7. Un sito, il Robertson Community Center, offrirà test PCR gratuiti dal lunedì al sabato. | CORRELATI | Vedi l’elenco dei siti e delle ore di test COVID-19 della contea di Sacramento qui. Kasirye ha detto di essere “ottimista” sul corso della pandemia anche se ha detto di non sapere se i casi sarebbero scesi al di sotto di 5 su 100.000 persone con omicron come dominante variando. Questa era la metrica che una volta la contea offriva come il punto in cui avrebbe posto fine al suo mandato di maschera locale prima di decidere invece di seguire l’esempio dello stato. “Quando abbiamo fissato l’obiettivo di 5 per 100.000, avevamo a che fare con il delta”, ha detto Kasirye. “Quindi non sappiamo fino a che punto cadrà. Penso che ciò che fa molto sperare sia che i numeri stiano diminuendo molto rapidamente”. Con la fine del mandato statale e locale delle maschere per interni, i funzionari sanitari statali raccomandano ancora di mascherarsi nei luoghi pubblici e al chiuso. Kasirye ha affermato che le persone che sono vaccinate ora possono fare una valutazione del rischio individualizzata e per lei ciò significa ancora indossare una maschera a volte. “Ho piena fiducia nel vaccino e sono vaccinato e potenziato, ma indosserò comunque una maschera. soprattutto quando entriamo in determinati luoghi pubblici perché ogni livello di protezione che utilizziamo aumenta la nostra fiducia nel poter evitare di contrarre il COVID”, ha affermato. “Quindi continuerò a usare la maschera”.

Con le proteste contro il continuo mandato di mascheramento della California nelle scuole che si stanno svolgendo in tutto lo stato, mercoledì l’ufficiale della sanità pubblica della contea di Sacramento ha chiesto pazienza ai genitori e ha spiegato perché era d’accordo con la decisione dello stato di astenersi dall’abbandonare il requisito per ora.

Il segretario alla salute e ai servizi umani della California, il dottor Mark Ghaly, ha dichiarato questa settimana che lo stato mirava ad annunciare una data di fine per il mandato delle mascherine scolastiche il 22 febbraio. 28, a seguito di una rivalutazione di due settimane delle tendenze pandemiche.

“La mia richiesta ai genitori è che vi chiediamo di essere pazienti”, ha detto Olivia Kasirye, responsabile della sanità pubblica della contea di Sacramento, durante un briefing con i giornalisti. “Stiamo rivedendo i dati, ma penso che sia importante che i genitori riconoscano che i bambini possono e sono colpiti da COVID-19”.

Questo contenuto è importato da Facebook. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

Quest’anno ha mostrato un aumento dei ricoveri con bambini e alcuni bambini e il personale hanno condizioni che li mettono a rischio, ha detto.

“Quindi voglio assicurarmi di avere misure in atto per mantenere tutti al sicuro”, ha detto. “Penso che questo sia il momento in cui dobbiamo stare attenti a come facciamo questi passi”.

Kasirye ha delineato le tendenze positive nei casi di COVID-19 e nei ricoveri ospedalieri, anche se ha affermato che i decessi sono in media da 9 a 10 al giorno.

La contea di Sacramento ha una media di 500-600 casi di COVID-19 al giorno per un tasso medio settimanale di 38,2 per 100.000 persone, ha affermato. Questo è più del 75% in meno rispetto al tasso di picco di 250 per 100.000 del mese scorso. Anche i ricoveri e le epidemie di COVID-19 nelle carceri della contea stanno migliorando, ha detto.

I ricoveri si attestano a 415 pazienti con COVID-19 e 66 in terapia intensiva. Questo è in calo rispetto al picco di 657 e più di 100 in terapia intensiva il mese scorso. La scorsa settimana, l’epidemia nella prigione principale della contea in centro è stata di 150 casi. Quel numero è ora 52. L’epidemia al centro di correzione di Rio Cosumnes è di 91, in calo rispetto ai 236 di una settimana fa, ha detto.

Mercoledì, la contea di Sacramento ha seguito l’esempio dello stato e ha posto fine al proprio mandato locale per le maschere al chiuso e un ordine separato per lo svolgimento virtuale delle riunioni pubbliche. Oltre alle scuole, le mascherine sono ancora necessarie per le persone non vaccinate e per quelle sui mezzi pubblici o nelle strutture sanitarie e di congregazione, rifugi per senzatetto e strutture per l’infanzia. Le aziende possono scegliere di far autocertificare alle persone il loro stato di vaccinazione o scegliere di richiedere maschere per tutti, indipendentemente dal loro stato.

La domanda di test COVID-19 sta diminuendo e, di conseguenza, a partire dal 1 marzo la contea declasserà il numero di siti di test della comunità offerti da 13 a 7. Un sito, il Robertson Community Center, offrirà test PCR gratuiti dal lunedì al sabato.

| CORRELATI | Consulta l’elenco dei siti e degli orari di test COVID-19 della contea di Sacramento qui.

Kasirye ha affermato di essere “ottimista” sul corso della pandemia anche se ha affermato di non sapere se i casi sarebbero scesi al di sotto di 5 su 100.000 persone con omicron come variante dominante. Questa era la metrica che la contea una volta offriva come il punto in cui avrebbe posto fine al suo mandato di maschera locale prima di decidere invece di seguire l’esempio dello stato.

“Quando abbiamo fissato l’obiettivo di 5 per 100.000, avevamo a che fare con il delta”, ha detto Kasirye. “Quindi non sappiamo fino a che punto cadrà. Penso che ciò che fa molto sperare sia che i numeri stiano diminuendo molto rapidamente”.

Con la fine del mandato statale e locale delle maschere per interni, i funzionari sanitari statali raccomandano ancora di mascherarsi nei luoghi pubblici e al chiuso.

Kasirye ha affermato che le persone vaccinate ora possono effettuare una valutazione del rischio individualizzata e per lei ciò significa ancora indossare una maschera a volte.

“Ho piena fiducia nel vaccino e sono vaccinato e potenziato, ma indosserò comunque una maschera, soprattutto quando vado in determinati luoghi pubblici perché ogni livello di protezione che utilizziamo aumenta la nostra fiducia nel poter evitare di contrarre il COVID”, lei disse. “Quindi continuerò a usare la maschera”.

.

Leave a Comment