Lo Utah segnala 896 nuovi casi di COVID-19; La contea di Salt Lake multa le linee guida sulla trasmissione

La dott.ssa Angela Dunn, direttrice esecutiva del dipartimento sanitario della contea di Salt Lake, a sinistra, parla il 18 agosto. 10, 2021. Dunn ha emesso nuove raccomandazioni COVID-19 lunedì poiché i tassi di casi diminuiscono e gli esperti federali di salute pubblica hanno cambiato le loro linee guida. (Scott G. Winterton, Deseret News)

Tempo di lettura stimato: 5-6 minuti

SOUTH SALT LAKE — Il massimo funzionario sanitario nella contea più popolata dello Utah sta scuotendo le sue raccomandazioni sulla prevenzione del COVID-19 poiché il tasso di nuovi casi continua a scendere a livelli di picco pre-micron in tutto lo stato.

La dott.ssa Angela Dunn, direttrice del dipartimento sanitario della contea di Salt Lake, ha presentato lunedì una nuova serie di raccomandazioni in seguito ai cambiamenti annunciati venerdì dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Il Dipartimento della Salute dello Utah lunedì ha segnalato 896 nuovi casi di COVID-19 in tutto lo stato da venerdì, oltre a tre nuovi decessi.

“Abbiamo sicuramente assistito a un drastico declino nella giusta direzione e ora è il momento di iniziare a ripristinare alcune di queste linee guida, almeno per il breve termine”, ha detto Dunn, durante un briefing sulla sua decisione lunedì pomeriggio.

Le raccomandazioni di Dunn si concentrano maggiormente sullo stato di vaccinazione e meno sull’uso su larga scala delle mascherine. Ad esempio, Dunn afferma che i residenti dovrebbero essere “aggiornati” sull’ottenimento del vaccino COVID-19, come ottenere un’iniezione di richiamo quando idonei.

I residenti sono inoltre incoraggiati a mantenere uno stile di vita sano, compresa una buona alimentazione e un regolare esercizio fisico. Inoltre, chiunque manifesti i sintomi del COVID-19 dovrebbe continuare a isolarsi.

“La nostra guida all’isolamento COVID non è cambiata”, ha spiegato. “Quindi se hai sintomi compatibili con COVID, resta a casa per cinque giorni e poi indossa una maschera in pubblico per altri cinque giorni”.

I nuovi casi di COVID-19 nello Utah sono tornati al punto in cui erano prima del drammatico picco di casi di varianti omicron iniziato a fine dicembre e che ha raggiunto il picco a metà gennaio. La media di sette nuovi casi nello Utah è ora di 438 casi dal picco di gennaio, che ha raggiunto quasi 11.000 casi al giorno.

Questo vale anche per la contea di Salt Lake, dove il tasso di nuovi casi di COVID-19 è sceso da quasi 4.500 nuovi casi al giorno al picco di gennaio, a 200 nuovi casi in tutta la contea questa settimana. La media di sette giorni dei nuovi ricoveri nella contea è ora di nove, rispetto ai 53 di gennaio.

La contea di Salt Lake è ora considerata a un livello di trasmissione “medio”, secondo gli standard CDC. Ciò significa che i residenti sono incoraggiati a decidere se indossare una maschera in base al proprio rischio di grave infezione da COVID-19 o al rischio di qualcuno vicino a loro.

Le maschere ad alta filtrazione sono ancora consigliate all’interno per le persone con “determinate circostanze personali”. Dunn spiega che potrebbe significare un membro della famiglia, un collega o un amico intimo che potrebbe essere a maggior rischio di malattie gravi.

Mentre i cambiamenti annunciati negli ultimi giorni sono un grande cambiamento dall’inizio della pandemia, Dunn ha avvertito che è possibile che le raccomandazioni possano essere modificate in futuro, soprattutto data l’imprevedibilità che il coronavirus ha creato negli ultimi due anni.


Non posso promettere che non ci sarà un’altra ondata, un’altra ondata, un’altra variante che ci farà cambiare ancora una volta le nostre raccomandazioni COVID.

–Dott. Angela Dunn


“Non posso promettere che non ci sarà un’altra ondata, un’altra ondata, un’altra variante che ci farà cambiare ancora una volta le nostre raccomandazioni COVID”, ha detto. “Tuttavia, posso promettere che saremo al passo con le ultime novità scientifiche e le ultime varianti in tutto il paese e nel mondo per assicurarci di poter continuare a darti le migliori informazioni e i migliori consigli per mantenere te stesso e i tuoi cari al sicuro. “

I cambiamenti arrivano anche dopo il Gov. Spencer Cox, a febbraio 18, ha affermato che lo Utah è pronto a spostare la sua risposta al COVID-19 verso uno “stato stazionario”, con meno urgenza. Il dipartimento sanitario statale trasferirà tutti i test COVID-19 ai sistemi sanitari entro la fine di marzo come parte di tale transizione.

Dunn aggiunge i test, compresi i test a domicilio, e il trattamento continuerà a essere importante per contenere qualsiasi futura diffusione di COVID-19 nella comunità. I residenti che manifestano sintomi di COVID-19 sono invitati a sottoporsi a test o comunque a rimanere a casa per ridurre il rischio di un focolaio futuro come la recente ondata di omicron.

Chiunque sia ad alto rischio di malattie gravi è anche incoraggiato a cercare un trattamento precoce se risulta positivo, ha detto Dunn. Le persone con i rischi più elevati possono beneficiare immediatamente di anticorpi monoclonali o trattamenti con farmaci antivirali.

Mentre lo Utah si avvicina al suo secondo anniversario del suo primo caso di COVID-19, Dunn ha affermato di sperare che l’esperienza della pandemia cambi il modo in cui le persone vedono la salute pubblica e il modo in cui trattano le malattie virali.

“Una delle cose che spero duri da questa pandemia è la nostra consapevolezza dei nostri sintomi e il nostro desiderio di non ammalare i nostri colleghi, colleghi e familiari, che si tratti di COVID, del comune raffreddore o dell’influenza”, ha detto.

Lo Utah riporta 896 nuovi casi, 3 nuovi decessi da venerdì

Degli 896 nuovi casi di COVID-19 segnalati lunedì, 433 sono di venerdì, 336 sono di sabato e i restanti 176 sono di domenica. I bambini in età scolare rappresentano 105 dei nuovi casi, secondo il Dipartimento della Salute dello Utah.

L’aggiornamento mostra come il numero di casi di COVID-19 continua a diminuire in tutto lo stato. La media di sette giorni dello stato per la percentuale di positività utilizzando il metodo “persone al di sopra delle persone” è ora del 15,4%, scendendo da un picco del 47,4% a gennaio. 21.

Tutti e tre i nuovi decessi segnalati lunedì erano pazienti che erano stati ricoverati in ospedale al momento della loro morte, tra cui:

  • Una donna della contea di Iron di età compresa tra i 65 e gli 84 anni.
  • Un uomo della contea di Salt Lake di età compresa tra i 65 e gli 84 anni.
  • Una donna della contea dello Utah di età compresa tra i 65 e gli 84 anni.

Nel frattempo, anche il numero di persone ricoverate in ospedale a causa del COVID-19 continua a diminuire in tutto lo stato. Attualmente ci sono 326 persone ricoverate in ospedale nello Utah con COVID-19, 46 in meno rispetto a venerdì.

La percentuale di posti letto nelle unità di terapia intensiva occupati in tutto lo stato è ora al di sotto della soglia di avviso di utilizzo del 72% poiché il numero di posti letto in terapia intensiva necessari per i pazienti COVID-19 diminuisce. Attualmente ci sono 73 pazienti nei letti di terapia intensiva a causa del COVID-19.

Lo stato ha anche segnalato 4.877 nuove vaccinazioni durante il fine settimana. Quasi il 75% di tutti gli Utahn di età pari o superiore a 5 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino COVID-19, mentre circa il 66% è considerato completamente vaccinato. Quasi un terzo di tutti gli Utahn di età pari o superiore a 12 anni ha ricevuto una dose di richiamo.

Contributo: Winston Armani

Altre storie che potrebbero interessarti

.

Leave a Comment