Lo strappo dei playoff di Brandon Ingram continua con 30 punti in Gara 4 per aiutare i New Orleans Pelicans a pareggiare la serie con i Phoenix Suns

NEW ORLEANS – L’attaccante dei Pelicans Brandon Ingram è a quattro partite dalla prima apparizione ai playoff della sua carriera di sei anni – un fatto che il suo compagno di squadra esordiente Jose Alvarado non riesce ancora a credere.

“Non sembra”, ha detto Alvarado quando l’argomento è stato sollevato dopo la gara 4 di domenica sera. “Vuole vincere”.

È stata un’altra prestazione straordinaria per Ingram, che ha concluso con 30 punti quando i Pelicans hanno sconfitto la testa di serie Phoenix Suns 118-103 per pareggiare la serie di playoff del primo turno della Western Conference sul 2-2.

Ingram è diventato il primo giocatore nella storia del franchise dei Pelicans a segnare 30 punti in tre partite consecutive, e si è unito ad Allen Iverson e LeBron James come gli unici giocatori con tre partite da 30 punti nelle prime quattro partite di playoff in carriera dalla fusione NBA-ABA ( 1976-77).

Inoltre, i 119 punti di Ingram nelle sue prime quattro partite di playoff sono i quinti in più da qualsiasi giocatore dalla fusione, dietro solo a James (137), Anthony Davis (126), Luka Doncic (126) e Ja Morant (124).

“Brandon sta giocando il suo miglior basket della stagione”, ha detto l’allenatore dei Pelicans Willie Green. “Lo sta facendo sul palco più grande. È fantastico da vedere. È capace. L’ho già detto: è un vero affare. E va sul pavimento e mette in pratica il lavoro, e lo stiamo vedendo sullo schermo.”

Come ha fatto in Gara 2, durante l’altra vittoria dei Pelicans nella serie, Ingram ha iniziato con 11 punti nel primo quarto. Nel terzo quarto di domenica, è uscito di nuovo in fiamme, abbattendo 7 degli 11 colpi e arrivando a 16 punti.

Non ha segnato nel quarto quarto, ma i Pelicans non avevano bisogno di lui. Dopo che Phoenix ha tagliato il vantaggio di New Orleans sull’88-83 a 9:02 dalla fine, i Pelicans hanno risposto con un parziale di 12-0 per prendere il controllo.

“Sento che è il nostro momento”, ha detto Ingram. “Lavoriamo così duramente durante tutto l’anno per diventare una squadra migliore. Finalmente abbiamo la possibilità di essere su un palcoscenico davvero, davvero grande e continuare a giocare bene.

“I miei compagni di squadra mi hanno aiutato molto, solo mettendomi nei punti giusti, passandomi la palla nelle aree giuste. Mi hanno solo fatto fare bella figura. È stato un lavoro di squadra e adoro giocare con i ragazzi”.

Il grande terzo trimestre di Ingram faceva parte di una tendenza per New Orleans. Per la serie, i Pelicans hanno superato i Suns nel terzo quarto 137-93. New Orleans ha segnato almeno 30 punti ogni volta, mentre i Suns ne hanno segnati 26 in gara 1 e sono stati trattenuti a 23, 22 e 22 nelle tre partite successive.

Le squadre si affronteranno in Gara 5 martedì sera a Phoenix.

Secondo la ricerca dell’Elias Sports Bureau, questa è la 30a serie di playoff in cui una delle squadre ha ottenuto almeno 25 vittorie in più rispetto al suo avversario; i Suns sono andati 64-18, mentre i Pelicans sono stati 36-46 in questa stagione. La squadra con più vittorie nella stagione regolare ha vinto 28 dei precedenti 29 incontri. (I Golden State Warriors di “We Believe” hanno sconfitto la testa di serie dei Dallas Mavericks nel 2007.)

E questa è solo la nona serie al meglio delle sette nella storia della NBA tra una testa di serie n. 1 e una testa di serie n. 8 ad essere pareggiata 2-2. La testa di serie 8 non ha mai vinto dopo essere stata in parità in due partite.

Tutte e tre le precedenti 8 teste di serie per battere una 1 testa di serie al meglio delle sette serie (Philadelphia 76ers nel 2012, Memphis Grizzlies nel 2011 e Warriors nel 2007) avevano un vantaggio di 3-1 in gara 5.

ESPN Stats & Information ha contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment