L’ex presidente della Camera dell’Illinois Michael Madigan accusato di racket – NBC Chicago

Michael Madigan, l’ex presidente della Camera dell’Illinois e per decenni uno dei più potenti legislatori della nazione, è stato accusato di racket e corruzione di quasi 3 milioni di dollari mercoledì, diventando il politico più importante coinvolto in un’indagine federale sulla radicata corruzione del governo nel stato.

Madigan, 79 anni, è accusato di 22 capi d’accusa, secondo l’accusa ottenuta dalla NBC 5. Essa “accusa Madigan di aver guidato per quasi un decennio un’impresa criminale il cui scopo era quello di aumentare il potere politico e il benessere finanziario di Madigan, generando anche entrate per suoi alleati politici e associati”, secondo un comunicato dell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto settentrionale dell’Illinois

Leggi il suggerimento completo qui

L’ex editore politico della NBC 5 Carol Marin l’ha definita “l’indagine federale più ampia che abbiamo mai visto uscire dal Dirksen”.

“La corruzione da parte di un funzionario eletto e dei suoi associati mina la fiducia del pubblico nel nostro governo”, ha affermato in una dichiarazione il procuratore degli Stati Uniti per il distretto settentrionale dell’Illinois John Lausch. “L’atto d’accusa sostiene uno schema a lungo termine e sfaccettato per utilizzare posizioni pubbliche per un guadagno privato illegale. Sradicare e perseguire il tipo di corruzione asserito nell’atto d’accusa sarà sempre una priorità assoluta per questo ufficio”.

Dopo l’annuncio delle accuse martedì sera, Madigan ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Non sono mai stato coinvolto in alcuna attività criminale. Il governo sta tentando di criminalizzare un servizio di routine: le raccomandazioni sul lavoro. Questo non è illegale e queste altre accuse sono ugualmente infondate. Durante i miei 50 anni come funzionario pubblico, ho lavorato per soddisfare le esigenze dei miei elettori, tenendo sempre presente gli standard elevati richiesti e la fiducia che il pubblico riponeva in me. Nego categoricamente queste accuse e guardo indietro con orgoglio al mio tempo come funzionario eletto, al servizio del popolo dell’Illinois.

Madigan è stata coinvolta nel piano di corruzione a luglio. ComEd ha ammesso di aver assicurato posti di lavoro, che spesso richiedono poco o nessun lavoro, e contratti per i suoi associati dal 2011 al 2019 per un trattamento di favore nei regolamenti. ComEd ha accettato ad agosto di pagare $ 200 milioni.

Madigan non era stato precedentemente accusato nell’indagine e si è descritto come “l’obiettivo di attacchi feroci da parte di persone che cercavano di sminuire i miei numerosi risultati”.

In precedenza, due ex dirigenti di ComEd e due consulenti, uno da lungo tempo collaboratore e confidente di Madigan, erano stati incriminati con molteplici accuse federali relative al presunto schema per influenzare Madigan – all’epoca identificato solo come “Public Official A” – in cambio di una legislazione favorevole al gigante dei servizi pubblici, dicono i pubblici ministeri.

Le accuse contro Madigan arrivano quasi un anno dopo le sue dimissioni dalla legislatura statale dopo quasi tre decenni al potere.

Madigan è stato il più longevo oratore della Camera di Stato nella storia moderna degli Stati Uniti ed è stato soprannominato il “Velvet Hammer” per la sua insistenza sulla rigida disciplina del partito. Una processione di importanti politici statali, inclusi tre governatori, è stata accusata durante il suo mandato, ma i politici hanno creduto a lungo che l’esperto Madigan non sarebbe mai stato tra loro.

In qualità di oratore, il sempre sicuro di sé Madigan tendeva a scrollarsi di dosso lo scandalo politico del giorno. Una portavoce di Madigan l’anno scorso ha negato le accuse relative a ComEd e ha detto che Madigan avrebbe collaborato con le indagini “che crede dimostreranno chiaramente che non ha fatto nulla di criminale o improprio”.

Ciò non era abbastanza buono per i membri del suo comitato democratico della Camera, molti dei quali non erano nati quando Madigan fu inaugurato per la prima volta nel 1971. Nonostante la sua determinazione a vincere un 19° mandato come oratore a gennaio, il sostegno si è staccato e lui non è stato in grado di raccogliere i 60 voti necessari per mantenere il martelletto. Relegato ai ranghi della Camera dei 118 membri, ha rassegnato le dimissioni dal suo seggio a partire dal 12 febbraio. 28, 2021. Ha rassegnato le dimissioni da presidente del Partito Democratico dell’Illinois il 2 febbraio 2021. 22.

L’ex capo di gabinetto di Madigan, Timothy Mapes, è stato incriminato a maggio per aver mentito sotto giuramento a un gran giurì federale che indagava su ComEd. L’accusa afferma che Mapes ha ottenuto l’immunità a testimoniare e che le sue parole o prove non possono essere usate contro di lui in un procedimento penale a meno che non abbia commesso falsa testimonianza.

Quattro persone, tra cui un socio di Madigan, sono state incriminate a novembre con l’accusa di aver orchestrato un piano di corruzione con ComEd.

Tra loro c’era Michael McClain, che ha servito con Madigan alla Camera negli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80 prima di diventare un lobbista. Uno dei suoi clienti era ComEd.

Gli altri incriminati includevano l’ex CEO di ComEd Anne Pramaggirore; il lobbista ed ex dirigente della ComEd John Hooker; e Jay Doherty, consulente ed ex capo del City Club di Chicago senza scopo di lucro.

Tutti si sono dichiarati non colpevoli.

Oltre a lavori e contratti, gli imputati sono stati accusati di aver cospirato per far assumere a ComEd uno studio legale favorito da Madigan e per accettare nel programma di tirocinio di ComEd studenti che risiedevano nel 13° rione di Madigan, anche se alcuni non soddisfacevano i suoi requisiti, secondo l’indicazione.

L’ex dirigente di ComEd Fidel Marquez si è dichiarato colpevole di corruzione a settembre, accettando di collaborare con i pubblici ministeri federali.

Madigan ha tenuto il martelletto alla Camera per tutti tranne due anni dal 1983 al 2021, guidando l’agenda politica indipendentemente da quale partito controllasse l’ufficio del governatore o l’altro organo legislativo. Ha servito attraverso il mandato di sette governatori. Uno, il governatore repubblicano. Bruce Rauner, si è lamentato del fatto che Madigan, non lui, fosse a capo dello stato.

La sua base di potere era un distretto della classe media vicino all’aeroporto internazionale di Midway nel Southwest Side di Chicago, dove i suoi lealisti, molti dei quali sui libri paga del governo, si sono rivelati affidabili per sondare i quartieri e registrare gli elettori. Con un fondo elettorale a otto cifre, poteva scegliere candidati democratici in tutto l’Illinois per candidarsi alla carica e finanziare le loro gare. Il Chicago Tribune nel 2014 ha trovato più di 400 dipendenti statali e locali attuali e in pensione con legami elettorali con Madigan. La figlia di Madigan, Lisa, è stata procuratore generale dell’Illinois dal 2003 al 2019.

Accuse pay-to-play sono state sollevate contro Madigan, ma le ha negate e nessuna ha portato ad accuse penali. Nel 2013, il capo del sistema di trasporto ferroviario Metra Rail di Chicago ha affermato dopo essere stato costretto a lasciare che Madigan gli aveva fatto pressioni per dare lavoro e rilancio ai favoriti politici.

Nel settembre 2019, gli agenti dell’FBI hanno fatto irruzione nell’ufficio del Campidoglio di un alleato Madigan, l’allora senatore statale. Martin Sandoval. Il distretto del Senato di Sandoval comprendeva quello di Madigan e una citazione federale ha cercato comunicazioni tra Madigan e Sandoval.

L’ex presidente della commissione per i trasporti del Senato si è dichiarato colpevole all’inizio del 2020 di aver preso migliaia di dollari in contributi elettorali da una società di telecamere a luci rosse in cambio del blocco della legislazione che l’avrebbe danneggiata. Sandoval aveva accettato di collaborare con i pubblici ministeri federali nella loro indagine sulla corruzione in corso come parte del suo patteggiamento, ma è morto a dicembre per complicazioni dovute al COVID-19.

I documenti del tribunale erroneamente aperti in un altro caso hanno rivelato che l’FBI aveva posizionato un dispositivo di registrazione su un uomo d’affari per registrare segretamente una conversazione con Madigan nel 2014.

I pubblici ministeri hanno denunciato un altro veterano democratico di Chicago, il membro del consiglio comunale Ed Burke, accusandolo di intraprendere azioni ufficiali per guadagno privato. Si è dichiarato non colpevole.

Nell’ottobre 2019, formando la Rep. Luis Arroyo, un luogotenente Madigan, è stato accusato di aver corrotto un collega legislativo con un’offerta di $ 2.500 al mese in cambio del sostegno del senatore dello stato alla legislazione relativa alle lotterie. Si è dichiarato colpevole e si è dimesso.

Madigan ha la reputazione di disdegnare i media e di parlare raramente in pubblico. Ma quando i giornalisti hanno chiesto nel 2019 se fosse un obiettivo investigativo, Madigan è stato enfatico.

“No, non sono un bersaglio di niente”, ha detto.

Con l’intensificarsi del controllo su Madigan, ha anche scritto una lettera ai colleghi della Camera, negando illeciti o conoscenza personale di qualsiasi schema di corruzione. Ha detto che non si sarebbe mai aspettato che qualcuno venisse assunto per un lavoro in cambio di un’azione che aveva intrapreso. “Aiutare le persone a trovare lavoro”, ha detto, “non è un crimine”.

Torna per saperne di più su questa storia in via di sviluppo.

.

Leave a Comment