Le star del calcio statunitense e del calcio femminile risolvono una causa per la parità di retribuzione per $ 24 milioni

Le star del calcio femminile statunitensi, tra cui Megan Rapinoe e Alex Morgan, hanno raggiunto un accordo di 24 milioni di dollari con la US Soccer Federation a seguito di una causa per la disparità di retribuzione con i giocatori della squadra maschile.

L’accordo storico è stato annunciato martedì, anni dopo che un gruppo di cinque giocatrici della squadra nazionale femminile degli Stati Uniti ha presentato una denuncia alla Commissione per le pari opportunità di lavoro per la disuguaglianza nella retribuzione e nel trattamento.

Secondo i termini dell’accordo, US Soccer pagherà uomini e donne allo stesso tasso in futuro in tutti gli amici e i tornei, compresa la Coppa del Mondo.

L’accordo da 24 milioni di dollari vedrà decine di milioni di dollari di arretrati di proprietà dei giocatori.File Zhizhao Wu/Getty Images

“Per noi, questa è solo un’enorme vittoria nel garantire che non solo correggiamo i torti del passato, ma prepariamo la prossima generazione per qualcosa che abbiamo solo sognato”, ha detto Rapinoe martedì nello show “TODAY” della NBC.

“Siamo davvero nel mezzo di un’incredibile svolta nello sport femminile”, ha detto, aggiungendo: “Se non stai prestando attenzione a questo in questo momento e a ciò che sta accadendo nello sport femminile, stai dormendo su tutto. ”

La denuncia EEOC è stata presentata nel 2016 da Morgan, Rapinoe, Becky Sauerbrunn, Hope Solo e Carli Lloyd (Solo e Lloyd sono in pensione).

Poi, a marzo 2019, 28 membri dell’USWNT hanno intentato una causa, citando anni di discriminazione di genere istituzionalizzata in corso contro i giocatori nei loro compensi e condizioni di lavoro.

La causa ha attirato l’attenzione nazionale e ha portato a canti da stadio di “Equal Pay!” quando la squadra femminile statunitense ha vinto la Coppa del Mondo 2019 a Parigi.

La disparità di stipendio tra uomini e donne è netta. La FIFA ha assegnato $ 400 milioni di premi in denaro per le 32 squadre alla Coppa del Mondo maschile 2018 e $ 38 milioni al campione, la Francia. In confronto, la FIFA ha assegnato $ 30 milioni per le 24 squadre alla Coppa del Mondo femminile 2019, di cui $ 4 milioni agli Stati Uniti dopo aver vinto il loro secondo titolo consecutivo.

Una sensazione globale e potenza nello sport, la squadra statunitense ha vinto quattro titoli della Coppa del Mondo femminile FIFA dalla fondazione della competizione nel 1991.

Ciò è in netto contrasto con la nazionale maschile, che ha conquistato il terzo posto nella prima Coppa del Mondo giocata nel 1930, e da allora non si è più avvicinata.

US Soccer pagherà $ 22 milioni ai giocatori nel caso e altri $ 2 milioni su un account a beneficio dei giocatori USWNT nei loro obiettivi post-carriera e negli sforzi di beneficenza relativi al calcio femminile e femminile, secondo i termini della transazione. I giocatori potranno richiedere fino a $ 50.000 da questo fondo.

Il avanti e indietro legale nel caso ha visto l’ex presidente della US Soccer Federation Carlos Cordeiro dimettersi nel marzo 2020 sulla scia dell’aspro contraccolpo derivante da una dichiarazione legale che includeva un linguaggio sessista che confrontava giocatori di sesso femminile e maschile.

Le sue dimissioni hanno portato l’ex centrocampista americano Cindy Parlow Cone a diventare la prima presidente donna nella storia della federazione.

L’accordo è subordinato alla ratifica di un nuovo accordo di contrattazione collettiva per USWNT e US Soccer, che risolverà tutte le rivendicazioni nella causa del 2019.

Morgan ha detto in “TODAY” che il loro lavoro per livellare il campo di gioco non è finito.

“US Soccer ha accettato di pareggiare il montepremi andando avanti, ovviamente chiediamo alla FIFA di pareggiare davvero quello per i tornei maschili e femminili”, ha detto. “Questo è davvero quello che ci siamo prefissati di fare. Pari su tutti i fronti”.

“È un momento di orgoglio per tutti noi”, ha aggiunto.

In una dichiarazione congiunta, i giocatori e US Soccer hanno dichiarato: “Arrivare a questo giorno non è stato facile. Le giocatrici della squadra nazionale femminile degli Stati Uniti hanno ottenuto un successo senza precedenti mentre lavoravano per ottenere la parità di retribuzione per se stesse e per le future atlete. Oggi riconosciamo l’eredità dei passati leader USWNT che hanno contribuito a rendere possibile questo giorno, così come tutte le donne e le ragazze che seguiranno”.

Leave a Comment