Le speranze di gioco dei Knicks sono del tutto deluse dopo la sconfitta contro gli Hawks

Trae Young lo ha magistralmente attaccato ai Knicks e ai loro fan ancora una volta.

Il cattivo della post-stagione 2021 e i suoi Hawks hanno sostanzialmente concluso la stagione dei Knicks per la seconda primavera consecutiva, mettendo a tacere il pubblico fischiante del Garden con 45 punti e otto assist in una vittoria per 117-111 martedì sera per spingere i Knicks sempre più vicini all’eliminazione matematica.

RJ Barrett non è riuscito a eguagliare completamente Young durante l’assenza per infortunio del capocannoniere Julius Randle, finendo con 30 punti e 13 rimbalzi per i Knicks, che ora sono dietro al numero 10 di Atlanta di sei partite per l’ultimo posto di gioco nella Eastern Conference con solo 10 per giocare.

“La posizione in cui ci troviamo, sono tutti giochi indispensabili. Quindi è tutto. Ma non sei eliminato finché non lo sei, quindi continua a combattere”, ha detto l’allenatore dei Knicks Tom Thibodeau dopo la partita. “[Young’s] l’abilità ne comanderà due [defenders] sulla palla e non abbiamo terminato la nostra difesa”.

Ovviamente, Young ha portato l’Atlanta a un’espulsione di cinque partite dei Knicks nel primo turno dei playoff la scorsa primavera. Ha sentito canti profani diretti contro di lui durante le tre partite post-stagionali al Garden, ma ha notato che la reazione del pubblico di martedì “non è stata sicuramente così forte come i playoff”.

Trae Young, che ha segnato 45 punti, ci prova durante la sconfitta per 117-111 dei Knicks contro gli Hawks.
Jason Szenes

Ma il più vicino tra gli Hawks è arrivato a incitare i Knicks o la folla di MSG è stato Clint Capela che agitava il dito indice – alla Dikembe Mutombo – a Mitchell Robinson dopo un tiro bloccato nel primo tempo.

“Sapevamo che dovevamo venire qui e occuparci degli affari prima di tutto, quindi questa era la mia priorità principale”, ha detto Young. “Penso che il malloppo e quello che siamo stati in grado di fare in campo stasera e l’energia che avevamo nella confusione, sapevo che eravamo noi contro tutti”.

Il due volte All-Star non ha giocato nel concorso del giorno di Natale a New York in questa stagione a causa del COVID-19. I Knicks hanno vinto quell’incontro con una tripla doppia della guardia Kemba Walker, e hanno anche vinto due partite ad Atlanta il 27 novembre e il 27 gennaio. 15.

RJ Barrett, che ha segnato 30 punti, fa una mossa su Trae Young durante la sconfitta dei Knicks.
RJ Barrett, che ha segnato 30 punti, fa una mossa su Trae Young durante la sconfitta dei Knicks.
Jason Szenes

«Sai che Trae sarà Trae. È speciale, ovviamente. Talento speciale”, ha detto Barrett. “Inoltre, qualcuno che ha la palla per tutto il gioco segnerà. Questo è un dato di fatto. Ma sicuramente non avrebbe dovuto avere 45 o qualunque cosa avesse.

“Era 3-1, il [season] serie quest’anno, quindi nel complesso abbiamo fatto un buon lavoro. Ma quella di oggi è stata sicuramente dura”.

Con Randle messo da parte per un infortunio al quadricipite quotidiano, coloro che chiedono a gran voce di vedere la scelta della lotteria 2020 Obi Toppin ottenere più minuti hanno realizzato il loro desiderio di almeno una partita. Toppin ha tirato fuori più schiacciate e ha concluso con 10 punti in 24 minuti al suo terzo inizio di stagione.

Julius Randle, che non ha giocato a causa di un dolore al tendine del quadricipite destro, assiste durante la sconfitta dei Knicks.
Julius Randle, che non ha giocato a causa di un dolore al tendine del quadricipite destro, assiste durante la sconfitta dei Knicks.
Jason Szenes

Anche Alec Burks ha contribuito con 21 punti e Immanuel Quickley con 17 per i Knicks, che sono scesi a 30-42 per conquistare un record di sconfitte dopo la rinascita di 41-31 dello scorso anno. Bogdan Bogdanovic ha sostenuto Young segnando 32 reti per gli Hawks (36-36).

Senza Randle, l’attacco è passato principalmente attraverso Barrett ei Knicks hanno tenuto un vantaggio di 12 punti a metà del secondo quarto. Ma Young ha concluso il tempo con 24 – di cui quattro da 3 punti – mentre gli Hawks portavano un vantaggio di 64-58 nell’intervallo.

I Knicks hanno usato un parziale di 23-10 nel terzo per prendere un vantaggio di 85-83, e con Young seduto per iniziare il quarto, hanno allungato il loro vantaggio a 10 su 3 punti di Quickley e il debuttante Miles McBride. Ma Bogdanovic ha segnato otto punti in uno scatto di 13-4 ad Atlanta per ridurre il divario a uno e Young si è collegato dalla lunga distanza per una partita 105-105 con poco meno di tre minuti dalla fine.

I successivi 3 punti di Bogdanovic e De’Andre Hunter e altri due secchi di Young hanno spezzato il pareggio e hanno portato i Knicks – che hanno tirato 14 su 26 dalla linea di tiro libero – a sei a 1:04 dalla fine.

“È stato un senso di urgenza tutto l’anno. Combattiamo e basta. Questo è quello che facciamo”, ha detto Barrett. “Abbiamo giocato un ottimo basket onestamente sin dalla pausa dell’All-Star. Alcuni di questi giochi sono scivolati via, ma non c’è nient’altro che possiamo fare oltre a migliorare ogni giorno”.

.

Leave a Comment