Le importazioni di avocado dal Messico sono state sospese dal governo degli Stati Uniti durante l’indagine sulla minaccia di morte

“Tra pochi giorni, l’inventario attuale sarà esaurito e ci sarà una mancanza di prodotto in quasi tutti i supermercati”, ha affermato Raul Lopez, manager messicano di Agtools, che conduce ricerche di mercato sui prodotti agricoli. “Il consumatore avrà pochissimi prodotti disponibili e i prezzi aumenteranno drasticamente”.

Il servizio di ispezione per la salute degli animali e delle piante (APHIS) dell’USDA sta collaborando con la protezione doganale e delle frontiere per consentire agli avocado che sono stati ispezionati e certificati per l’esportazione entro il 12 febbraio. 11 per continuare ad essere importato.

Dopodiché, non ci saranno più avocado fino a nuovo avviso.

Secondo Michael Swanson, capo economista agricolo di Wells Fargo, i broker si stanno arrampicando, i rivenditori avranno carenze e i consumatori sentiranno ulteriore dolore alla cassa. Otto avocado su 10 acquistati negli Stati Uniti provengono da Michoacán, una cifra che sale ancora di più in questo periodo dell’anno.

“I broker inizieranno il razionamento dei prezzi e andranno ai loro conti con il margine più alto con ciò che hanno lasciato in cantiere”, ha affermato Swanson.

Qualsiasi rivenditore che non paga il dollaro più alto potrebbe vedere la propria allocazione deviata su offerenti più alti.

“Non c’è davvero un’opzione per andare altrove”, ha detto.

Quando sono stati contattati dal Washington Post su come il divieto li sta interessando, Mission Produce e Calavo Growers, due dei maggiori importatori, non hanno risposto.

L’USDA ha deciso di fermare le importazioni quando uno dei suoi ispettori per la sicurezza degli impianti a Michoacán avrebbe ricevuto un messaggio minaccioso sul suo cellulare ufficiale.

La sospensione rimarrà in vigore per tutto il tempo necessario per garantire che vengano intraprese azioni per mantenere il personale APHIS a lavorare in sicurezza in Messico, secondo Lucero Hernandez, portavoce di APHIS.

Le spedizioni commerciali di avocado Hass messicano fresco sono state importate da Michoacán dal 1997. È l’unico stato attualmente autorizzato a inviare avocado negli Stati Uniti.

Secondo Lopez di Agtools, l’ispettore di Michoacán ha trovato una spedizione dallo stato di Puebla destinata ad essere esportata negli Stati Uniti, cosa che non è consentita.

“Le persone della struttura hanno cercato di intimidire e poi [threaten] l’ispettore, così lo ha denunciato all’USDA, poi hanno deciso di ritirare tutti gli ispettori e chiudere il confine a tempo indeterminato”, ha detto.

Martha Montoya, amministratore delegato di Agtools, ha affermato che ispettori esperti possono identificare la regione di origine di un avocado dalle sue dimensioni, forma e consistenza della buccia. La mania americana per gli avocado come “grasso buono” ha creato un boom in Messico, con molti stati che li coltivano e tentano di trovare il modo di intrufolarli a Michoacán in modo che possano essere venduti negli Stati Uniti, ha detto. La crescente composizione razziale ed etnica degli Stati Uniti ha stimolato un maggiore consumo di avocado e le generazioni più giovani hanno abbracciato in massa il frutto squishable.

Nel 2021, Michoacán ha venduto 2,26 miliardi di libbre di avocado negli Stati Uniti, rispetto agli 1,9 miliardi di appena due anni prima. Questo è successo, ha detto Swanson, anche se la California ha “trasferito costantemente superficie dagli avocado”, lasciando gli Stati Uniti più dipendenti dalle importazioni messicane.

I tempi per il divieto di importazione, ha detto Montoya, sono terribili.

Dopo il Super Bowl, la prossima grande festa incentrata sull’avocado sta arrivando.

“Cinco de Mayo subirà un forte impatto”, ha detto. “Abbiamo sei settimane per spedire il prodotto per la celebrazione”.

Lo stato messicano di Jalisco è stato approvato a dicembre per iniziare a esportare negli Stati Uniti, ha detto Montoya, ma non inizierà prima di maggio o giugno e il volume sarà pallido rispetto alle solite esportazioni di Michoacán.

Ha detto che se il divieto di importazione durerà per mesi, sarà un’opportunità per la Repubblica Dominicana, il Cile, il Perù e altre aree di coltivazione di vendere negli Stati Uniti a un prezzo più alto. Ma questo divieto di importazione probabilmente significa che gli avocado, secondo Montoya, “verranno scaricati nel mercato interno”, il che comporterà un calo dei prezzi e una diminuzione dei profitti per i coltivatori messicani.

Leave a Comment