le 3 questioni che Biden probabilmente discuterà: NPR


La sicurezza è stata rafforzata ed è stata eretta una recinzione intorno al Campidoglio degli Stati Uniti prima del discorso del presidente Biden sullo stato dell’Unione martedì sera. Il discorso arriva perché Biden ha un disperato bisogno di un reset.

Justin Sullivan/Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Justin Sullivan/Getty Images


La sicurezza è stata rafforzata ed è stata eretta una recinzione intorno al Campidoglio degli Stati Uniti prima del discorso del presidente Biden sullo stato dell’Unione martedì sera. Il discorso arriva perché Biden ha un disperato bisogno di un reset.

Justin Sullivan/Getty Images

Mentre il presidente Biden terrà il suo primo discorso formale sullo stato dell’Unione martedì sera, lui e il paese stanno affrontando problemi urgenti, dall’invasione russa dell’Ucraina all’inflazione e alla continua pandemia.

Arriva anche in un momento in cui la capitale politica di Biden è al punto più basso della sua presidenza con i suoi peggiori indici di approvazione su una serie di questioni e la maggioranza del paese afferma che il suo primo anno in carica è stato un fallimento.

Biden ha un disperato bisogno di un reset.

Ha l’opportunità di farlo martedì sera. Ecco le sfide che deve affrontare su questi tre problemi appiccicosi e come potrebbe gestirli nel suo discorso:

1. La crisi ucraina

È difficile conoscere l’impatto politico dell’invasione russa. Gli americani sono stanchi della guerra e molti nel paese sono passati a una posizione più populista e introspettiva.

Ma l’invasione è difficile da evitare. È su tutta la TV via cavo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e ha galvanizzato gli alleati della NATO e l’attenzione del mondo in modi che non accadevano da anni.

Biden avrà probabilmente un focus sulla sicurezza nazionale nel discorso, soprattutto considerando gli attuali buoni sentimenti nei confronti degli ucraini per come hanno resistito all’esercito russo di gran lunga più grande. Ciò potrebbe aiutare Biden in un’area in cui gli americani non sembravano avere molta fiducia in lui prima dell’invasione.

Un NPR/PBS NewsHour/Il sondaggio marista condotto giorni prima che il presidente russo Vladimir Putin ordinasse l’operazione militare, ad esempio, ha mostrato che solo il 34% degli intervistati approvava il lavoro che Biden stava facendo per gestire la situazione in Ucraina.

Per ora, molti repubblicani hanno respinto le loro critiche al presidente, mentre la guerra si svolge. Probabilmente non durerà a lungo, ma cerca Biden per usare l’aggressione della Russia come momento unificante per radunare gli Stati Uniti con un tono apartitico.

È un’opportunità per concentrare l’attenzione del paese sulla posizione dietro l’Ucraina e con gli alleati della NATO, preparando anche gli americani a prezzi del gas probabilmente più alti a seguito dell’isolamento di Russia e Putin.

2. L’inflazione aumenta come preoccupazione

Per tutta l’attenzione che c’è sull’Ucraina in questo momento, non commettere errori sul fatto che le questioni relative al portafoglio sono nella mente degli elettori.

Quei prezzi del gas potenzialmente più alti potrebbero prendere un ulteriore morso dalla posizione di Biden e i sondaggi hanno mostrato che l’inflazione è in cima alle preoccupazioni degli americani.

Nell’ultimo sondaggio NPR, il 38% ha affermato di volere che l’inflazione fosse la priorità assoluta di Biden per il futuro. Solo l’11% ha affermato che il coronavirus in corso dovrebbe esserlo. Lo stesso numero ha detto leggi di voto, mentre il 10% ciascuno ha affermato che la politica estera e la criminalità violenta dovrebbero esserlo.

Biden è stato criticato per essere stato lento nel rendere l’inflazione un problema di primaria importanza. La Casa Bianca si è lamentata del fatto che un’attenzione sproporzionata è stata prestata all’inflazione piuttosto che al contesto più completo di posti di lavoro forti e prestazioni economiche sotto Biden.

All’inizio, il presidente ha indicato che l’inflazione sarebbe stata transitoria ed era il risultato della ripresa dell’economia. Più recentemente, ha empatico con le persone che hanno a che fare con prezzi più alti, pubblicizzando anche altre notizie economiche positive.


Nell’ultimo sondaggio NPR, il 38% degli intervistati ha affermato di volere che l’inflazione fosse la priorità assoluta del presidente Biden in futuro.

Patrick T. Fallon/AFP tramite Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Patrick T. Fallon/AFP tramite Getty Images

Ma i prezzi hanno continuato a salire e sono stati un continuo fastidio politico. Nel discorso, Biden dovrà dimostrare che sta prendendo sul serio la questione.

“Il presidente userà assolutamente la parola ‘inflazione’ domani e parlerà di inflazione nel suo discorso”, ha detto lunedì ai giornalisti l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki nell’anteprima del discorso di Biden. “Molto di ciò di cui sentirai parlare domani mentre ne parla è come ridurrà i costi”.

Il problema è che un presidente non ha molto controllo sull’aumento dei prezzi, soprattutto nel breve termine, e questo crea un problema politico potenzialmente pericoloso.

Biden, tuttavia, ha avuto il controllo su due importanti atti legislativi multimiliardari approvati: il disegno di legge di soccorso COVID e la legge bipartisan sulle infrastrutture.

Il disegno di legge di soccorso COVID ha fornito aiuti a milioni di americani ed è stato accreditato di aver stimolato l’attività economica. (Repubblicani e alcuni Democratici lo hanno criticato come un afflusso di denaro eccessivo, portando al livello di inflazione visto ora.)

Biden dovrebbe anche fare un punto di vendita chiave della legge sulle infrastrutture, che, in parte perché il progetto di spesa sociale promesso, Build Back Better, non è stato approvato con esso, sembra essere stato accolto in gran parte con un’alzata di spalle politica collettiva.

È un’altra area in cui la Casa Bianca ritiene che il presidente non abbia avuto abbastanza credito. Dopotutto, il disegno di legge ha fruttato centinaia di miliardi di dollari di nuovi investimenti in strade, ponti e altre infrastrutture, qualcosa che è sfuggito a più presidenti negli ultimi due decenni.

3. La pandemia in corso

Un’altra questione su cui un presidente ha poco controllo è se il mondo si sta davvero allontanando dalla pandemia di coronavirus, che è legata all’inflazione.

È stato vero fin dall’inizio della presidenza di Biden che, così come il COVID, anche la sua presidenza.

I mandati di maschere sono stati abbandonati negli stati blu in tutto il paese; il CDC la scorsa settimana ha allentato le sue linee guida per le maschere; ed è probabile che l’amministrazione Biden acceleri il ritorno dei lavoratori federali al posto di lavoro, di persona.

Ciò riflette l’ottimismo riscontrato nell’ultimo sondaggio NPR, con sette persone su 10 che affermano di ritenere che la pandemia sarebbe finita presto.

Ma Biden dovrà essere alquanto cauto nel mostrare il proprio ottimismo sulla nuova fase della pandemia, anche se deve dare alle persone speranza sulla vita dopo il COVID. Dopotutto, ha quasi dichiarato l’indipendenza dal virus il 4 luglio dello scorso anno, solo per vedere le varianti delta e omicron deludere quelle speranze.

“Deve dire: ‘Sembra che stiamo girando un angolo, ma qui dobbiamo essere umili'”, ha detto Zeke Emanuel, medico e professore all’Università della Pennsylvania che ha consigliato le amministrazioni democratiche, incluso questo uno. “Il virus ci ha superato in astuzia. Lo abbiamo appreso a nostre spese lo scorso luglio e agosto”.

Ha aggiunto che Biden deve mostrare come sta adottando misure per “sostenere la nuova normalità”.

Kathleen Sebelius, un ex governatore democratico del Kansas che è stato segretario alla salute e ai servizi umani sotto l’ex presidente Barack Obama, ha detto che Biden deve camminare su un “equilibrio”.

“Penso che il primo passo sia dire: ‘Siamo sulla strada del ritorno'”, ha detto, “ma, ragazzo, c’è molta incertezza in questo momento con l’inflazione e la vita caotica, le scuole e gli asili nido ancora in condizioni molto precarie. E poi, penso, dare alle persone la speranza che sembrerà diverso”.

Biden deve sperare che l’inflazione si ritiri come fa la pandemia, perché l’ottimismo che gli americani stanno mostrando sul COVID è arrivato anche in un sondaggio in cui la principale preoccupazione era l’inflazione e due terzi hanno affermato che il paese sta andando nella direzione sbagliata.

Leave a Comment