L’amministrazione Biden mette a punto una nuova regola che rimodella il sistema di asilo degli Stati Uniti

La nuova regola conferisce agli ufficiali di asilo maggiore autorità consentendo loro di ascoltare e decidere le richieste di asilo – casi che di solito vengono assegnati ai giudici dell’immigrazione – quando i migranti si presentano al confine meridionale degli Stati Uniti. Il regolamento si applica ai migranti soggetti ad allontanamento accelerato. Sono esenti i minori non accompagnati.
I funzionari dell’amministrazione alludono da mesi al cambiamento nell’elaborazione delle domande di asilo. Arriva mentre l’amministrazione è sottoposta a crescenti pressioni da parte dei legislatori democratici e dei sostenitori degli immigrati per rivedere il sistema di immigrazione degli Stati Uniti e in mezzo alle preoccupazioni per una potenziale ondata di migranti.

Spostando l’aggiudicazione delle richieste dai giudici dell’immigrazione agli ufficiali di asilo, i funzionari sperano che i casi vengano completati in mesi, non anni. Ci sono 1,7 milioni di casi pendenti nei tribunali per l’immigrazione, secondo il Transactional Records Access Clearinghouse della Syracuse University, che tiene traccia dei dati dei tribunali per l’immigrazione.

“Aiuterà a ridurre l’onere per i nostri tribunali per l’immigrazione, proteggere i diritti di coloro che fuggono da persecuzioni e violenze e consentire ai giudici dell’immigrazione di emettere ordini di rimozione quando appropriato”, ha affermato il procuratore generale Merrick Garland in una dichiarazione.

Le autorità di frontiera si sono appoggiate a un’autorità sanitaria pubblica, nota come Titolo 42, per respingere i migranti arrestati al confine tra Stati Uniti e Messico, salvo alcune eccezioni.

Coloro che non sono soggetti all’autorità e chiedono asilo vengono quindi sottoposti a screening dagli ufficiali di asilo. Se superano lo screening della paura credibile, i loro casi avanzano attraverso il sistema dei tribunali per l’immigrazione.

Il nuovo regolamento potrebbe alleviare l’arretrato consentendo agli ufficiali di asilo di giudicare le richieste, invece dei giudici dell’immigrazione che stanno già affrontando migliaia di casi. I servizi per la cittadinanza e l’immigrazione degli Stati Uniti, un’agenzia del Dipartimento per la sicurezza interna, sovrintendono all’elaborazione dell’asilo.

“È uno sforzo per fornire una maggiore efficienza al processo di asilo, senza compromettere il giusto processo che i richiedenti hanno davanti a loro”, ha detto ai giornalisti la scorsa settimana il segretario per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas, aggiungendo che l’attuazione sarà graduale, dati i limiti di risorse.

La parte USCIS del processo, che include la determinazione della paura credibile e una decisione sulla richiesta di asilo, dovrebbe richiedere fino a 90 giorni. Il richiedente asilo potrebbe essere in detenzione o rilasciato a seconda delle circostanze individuali, hanno detto i funzionari ai giornalisti mercoledì.

Se un caso viene respinto, l’individuo può richiedere la revisione da parte di un giudice dell’immigrazione nell’ambito di un processo semplificato. Il giudice dell’immigrazione dovrebbe emettere una decisione circa 90 giorni dopo l’inizio del procedimento, sebbene possano essere richieste anche le prosecuzioni, hanno aggiunto i funzionari.

L’amministrazione ha presentato la versione proposta del regolamento lo scorso agosto e ha ricevuto più di 5.000 commenti pubblici. La norma finale, che i funzionari hanno anticipato mercoledì, pubblicherà nel Registro federale nei “prossimi giorni” e probabilmente entrerà in vigore in estate.

L’amministrazione sta ancora valutando a chi si applicherà la regola e dove verrà implementata, hanno detto i funzionari, sottolineando che il lancio inizierà in piccolo. Una delle sfide che probabilmente i funzionari dovranno affrontare è la mancanza di risorse sufficienti data la capacità tesa dell’USCIS.

I funzionari hanno detto ai giornalisti che stanno incoraggiando il personale ad attuare la regola quando entrerà in vigore, ma si sono rifiutati di dire quante risorse aggiuntive saranno necessarie.

“Sulla base dei volumi e della capacità dei casi sia per il carico di lavoro esistente che per il nuovo lavoro risultante da questa regola, l’USCIS è aumentata e prevede di aumentare ulteriormente il personale e le infrastrutture per gestire l’intero volume di lavoro contemplato dalla norma”, ha affermato il funzionario dell’USCIS .

L’USCIS aveva precedentemente stimato di dover assumere circa 800 nuovi dipendenti e spendere circa 180 milioni di dollari per implementare il processo per circa 75.000 casi all’anno, secondo il testo del regolamento proposto.

L’annuncio di giovedì è l’ultimo di una serie di sforzi per superare i casi di immigrazione. L’anno scorso, l’amministrazione Biden ha introdotto piani per accelerare i procedimenti giudiziari per le famiglie di migranti arrivati ​​di recente che chiedono asilo in città selezionate. Il presidente Joe Biden ha citato questo sforzo nel suo discorso sullo stato dell’Unione all’inizio di questo mese.

“Stiamo mettendo in atto giudici dedicati all’immigrazione in un numero significativo e ampio in modo che le famiglie in fuga da persecuzioni e violenze possano vedere i loro casi ascoltati più velocemente e coloro che non ascoltano legittimamente possano essere rimandati indietro”, ha affermato Biden.

.

Leave a Comment